Kering brilla nella prima parte dell'anno e raggiunge un fatturato di oltre 8 miliardi, un incremento del 54% sul 2020. «Il gruppo ha conseguito una performance eccellente nel primo semestre del 2021, confermando il ritorno a una traiettoria di crescita», ha commentato François-Henri Pinault, chairman e ceo del colosso francese del lusso.

Rispetto ai primi sei mesi del 2019, prima che scoppiasse la pandemia, i ricavi, scrive MFF, sono saliti dell'8,4%. A mettere le ali al business soprattutto l'andamento dell'e-commerce. Le vendite online nel primo semestre 2021 sono infatti state 2,6 volte superiori a quelle del primo semestre 2019, sfiorando i 900 milioni di euro. L'utile operativo ha invece raggiunto 2,237 milioni di euro (+134,9%).

Ottima la performance del secondo trimestre, dove l'accelerazione è stata evidente, con un giro d'affari incrementato del 95% (a tassi comparabili) a 4,157 miliardi di euro, vale a dire un aumento dell'11% rispetto al secondo trimestre 2019. «Tutte le nostre maison hanno contribuito alla decisa crescita del fatturato, che ha superato i livelli corrispondenti del 2019, con una forte corsa nel secondo trimestre», ha poi aggiunto Pinault. Nello specifico, Gucci ha ottenuto entrate per 4,479 miliardi di euro, in salita del 45,8%, ed è tornato ai suoi livelli pre-pandemia.

Il risultato operativo corrente è pari a 1,694 miliardi di euro, ovvero il 37,8 % di incidenza sulle vendite. Brillante la prestazione del secondo trimestre 2021 (+86,1% a 2,3 miliardi di euro). Proseguendo, bene anche Saint Laurent con un giro d'affari di oltre 1 miliardo (+53,5%) nel primo semestre e di 528 milioni (+114,5%) nel secondo trimestre 2021. Non da meno Bottega Veneta che nei primi sei mesi ha visto un fatturato in salita del 40% per 707,6 milioni di euro. Il risultato operativo del periodo è stato pari a 130 milioni di euro, vale a dire un'incidenza del 18,3% sui ricavi totali.

Nel semestre, le vendite degli altri marchi di Kering sono cresciute del 60.5 % toccando la cifra di 1,475 miliardi di euro trainate dall'occhialeria (+61,8% a tassi correnti). Ottime le performance di Balenciaga e Alexander McQueen così come quelle delle maison di gioielleria. L'attenzione di Balenciaga alla clientela locale ha prodotto buoni risultati in tutte le aree geografiche.

Tutte le categorie di prodotto hanno registrato un incremento nel trimestre. Kering eyewear ha realizzato ricavi consolidati pari a 326,4 milioni di euro nel primo semestre. Con la recente acquisizione di Lindbergh, il colosso francese ha confermato la sua intenzione a diventare leader di settore. «Pur avendo recuperato un alto livello di redditività, continuiamo a incrementare gli investimenti nelle nostre maison e delle nostre iniziative strategiche, in particolare al fine di rafforzare l'esclusività e il controllo della nostra rete di distribuzione», ha poi evidenziato Pinault, «In un contesto che può cambiare rapidamente, abbiamo le capacità, le risorse e la strategia adatte per continuare il nostro percorso con successo». Il titolo ha chiuso in calo di circa il 2% sulla Borsa di Parigi.

lde

fine

MF-DJ NEWS

2808:41 lug 2021

 

(END) Dow Jones Newswires

July 28, 2021 02:41 ET (06:41 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Kering (EU:KER)
Storico
Da Ago 2021 a Set 2021 Clicca qui per i Grafici di Kering
Grafico Azioni Kering (EU:KER)
Storico
Da Set 2020 a Set 2021 Clicca qui per i Grafici di Kering