Il centro del lusso milanese sta recuperando tutta la sua energia dopo la crisi sanitaria. Se già i primi segnali di ripartenza dell'intera città sono stati confermati dalle fiere settoriali e dalle sfilate fisiche della fashion week appena conclusa, La Vendemmia di via Montenapoleone ha conferito un nuovo vigore alle vie principali dello shopping del capoluogo lombardo. L'evento, giunto alla sua 11° edizione, ideato e promosso da Montenapoleone district, associazione che riunisce oltre 150 global luxury brand del Quadrilatero, e realizzato in collaborazione con il Comitato grandi cru d'Italia, ha rinnovato come da tradizione il legame tra la moda e il comparto vitivinicolo: fino a domenica 11 le migliori cantine italiane e internazionali sono partner di 50 selezionate boutique, ristoranti e hotel 5 stelle.I viaggi sensoriali all'insegna dell'eccellenza sono partiti da Montenapoleone, per passare in via Sant'Andrea e Santo Spirito, fino a via Gesù e via Bagutta; sono stati coinvolti, tra gli altri, gli hotel di lusso di Armani, Bulgari, il Four seasons, il Mandarin oriental, il Principe di Savoia; a completare l'offerta ci sono state le visite guidate con degustazioni nei musei storici, le master class e i tour nella penisola (vedere box a lato).

«Dopo oltre 10 anni, La Vendemmia si conferma un appuntamento imprescindibile, dove il vino rappresenta la parte centrale e un momento di socialità. Nelle ultime tre settimane Milano ha avuto una grande effervescenza e dinamismo, sono aumentati i clienti italiani, anche se ovviamente non possiamo paragonarli sul fronte numeri e scontrino medio ai risultati dello scorso anno dei turisti stranieri. Per tornare vicino alla ripresa ci vorranno ancora dai sei ai 12 mesi, fino a quella data avremo una prevalenza del cliente nazionale ed europeo», ha sottolineato a MFF Guglielmo Miani, presidente di Montenapoleone district e anche numero uno di Larusmiani, etichetta di menswear bespoke e accessori. «La cosa fondamentale è che abbiamo esteso a ben tre sere gli eventi in boutique, rispetto a un giorno solo delle scorse edizioni, per coinvolgere maggiormente le persone e creare un'occasione e un momento speciale per la degustazione dei vini».

Nel pieno rispetto delle norme covid, ogni serata ha avuto un numero limitato di ospiti su appuntamento, monitorato grazie a una preregistrazione tramite app. Il supporto degli strumenti virtuali è stato confermato anche dalla prima versione digital dell'iniziativa sulla tv di Instagram, che ha dato spazio agli interventi di imprenditori di entrambi i settori. «Il digitale risponde attivamente al problema di sicurezza dei nostri ospiti e sarà utile anche l'anno prossimo. Grazie al partner di questa edizione, l'enoteca Tannico, è possibile acquistare i vini online», ha proseguito Miani. «Per stimolare la ripresa, come associazione stiamo lavorando ad alcuni format che coinvolgano la strada come palcoscenico, dalle mostre fino a progetti vari e installazioni. Per essere realisti, Milano e via Montenapoleone hanno una grande unicità rispetto a Parigi, Londra e New York, quella di avere un solo shopping district: questo rafforzerà di più la città e lo shopping stesso».

Infine, per quanto riguarda la prima edizione cinese de La Vendemmia, che sarebbe dovuta essere in programma a Shanghai la scorsa primavera, non è ancora prevista una data, come specificato da Miani: «Per ora ci focalizziamo su Milano e sul 2021, che auspichiamo possa essere un anno migliore. Al momento risulta ancora complicato svolgere attività nei Paesi esteri, soprattutto con piccole aziende. Stiamo però studiando gli Stati Uniti, per portare un format di vini italiani in aree come Rodeo drive, che ha un centro lusso e una configurazione stradale ideale per progetti di questo tipo», ha concluso.

Il Covid non ha fermato il ricco calendario di eventi organizzati per La Vendemmia. L'iniziativa ha coinvolto 50 boutique di maison situate nelle vie principali del lusso con appuntamenti concentrati in tre giornate, da martedì a giovedì. Via Montenapoleone ha visto la cantina Rocca di Frassinello da Roberto Cavalli, Umberto Cesari da Larusmiani, Antinori da Valentino, Antonelli da Brunello Cucinelli, Umani Ronchi da Tod's e Coppo da Herno. In via Gesù, Thom Browne ha ospitato Krug, in Santo Spirito Stella McCartney ha scelto Champagne Veuve Clicquot Rosé, mentre Isabel Marant ha voluto Nicolas Feuillatte. In Sant'Andrea, Tenuta San Guido è stata da Giorgio Armani, Mionetto da Chiara Boni, Diesel Farm Rosso Di Rosso da Maison Margiela.

In primo piano anche i ristoranti degli hotel 5 stelle lusso di Armani e Bulgari, fino al Four Seasons, Grand Hotel et de Milan, Mandarin oriental, Westin palace, Park Hyatt e il Principe di Savoia; accanto non sono mancate la Pasticceria Marchesi, Cova e Illy caffé con i loro menù ad hoc. La settimana è partita nella serata di lunedì 5 con un'analisi sensoriale del tartufo, mentre martedì le attenzioni sono state per l'asta benefica battuta da Christie's in favore di Dynamo camp, presso l'Hotel Principe di Savoia e in contemporanea sul profilo Instagram, grazie alla quale sono stati raccolti 30 mila euro. Nella stessa giornata di martedì e fino a ieri sono poi partite le visite guidate con degustazioni presso alcuni dei musei più noti di Milano, ovvero le Gallerie d'Italia, la Casa del Manzoni e il Museo Bagatti Valsecchi, oltre alle master class in presenza di Gambero Rosso. Questa sera invece il Four Seasons accoglierà il Wine tasting delle migliori etichette del Comitato Grandi Cru d'Italia. Da domani, il weekend sarà dedicato al Winery tour, che consentirà di visitare alcune cantine italiane della penisola. Nel calendario sono comprese tre giornate dedicate alla Truffle experience per il 31 ottobre, 15 e 27 novembre.

red/lde

fine

MF-DJ NEWS

0908:28 ott 2020

 

(END) Dow Jones Newswires

October 09, 2020 02:29 ET (06:29 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Gambero Rosso (BIT:GAMB)
Storico
Da Lug 2021 a Ago 2021 Clicca qui per i Grafici di Gambero Rosso
Grafico Azioni Gambero Rosso (BIT:GAMB)
Storico
Da Ago 2020 a Ago 2021 Clicca qui per i Grafici di Gambero Rosso