Il Cda di Prima Industrie, riunito oggi in via straordinaria, ha deliberato di ritirare - senza modificare l'ordine del giorno dell'assemblea degli azionisti convocata per i giorni 11-12 maggio 2020 - la proposta di deliberare l'autorizzazione all'acquisto di azioni proprie.

La proposta ritirata - spiega una nota - si riferisce al Punto 5 all'Ordine del Giorno.

In particolare viene ritirata la richiesta di autorizzazione all'acquisto di azioni proprie e viene mantenuta la richiesta di autorizzazione alla disposizione delle azioni proprie già in portafoglio, ai sensi dell'articolo 2357-ter del codice civile. Viene altresì mantenuta invariata la richiesta di revoca della delibera assembleare del 16 aprile 2019 in materia di azioni proprie.

Tale decisione è stata dettata da ragioni di prudenza, a seguito della situazione di emergenza creatasi a seguito della pandemia di Covid-19, che richiede una maggiore focalizzazione della società su aspetti industriali e di business.

Inoltre ciò permetterà eventualmente di usufruire delle garanzie Sace previste dal D.L. 8 aprile 2020 n. 23 qualora la società decidesse di farvi ricorso.

com/cce

 

(END) Dow Jones Newswires

April 17, 2020 05:34 ET (09:34 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Prima Industrie (BIT:PRI)
Storico
Da Dic 2020 a Gen 2021 Clicca qui per i Grafici di Prima Industrie
Grafico Azioni Prima Industrie (BIT:PRI)
Storico
Da Gen 2020 a Gen 2021 Clicca qui per i Grafici di Prima Industrie