Prima Industrie ha realizzato una perdita netta di 3,5 mln di euro rispetto all'utile di 0,4 mln registrato nello stesso periodo dell'anno precedente.

L'Ebitda del gruppo al 31 marzo ammonta a 3.100 migliaia di euro pari al 4,1% dei ricavi contro i 7.386 migliaia di euro, pari al 7,5% dei ricavi del 31 marzo 2019.

L'Ebitda è stato negativamente influenzato da costi non ricorrenti pari a 683 migliaia di euro (al 31/ marzo 2019 tali costi erano pari a 616 migliaia di euro), pertanto l'Ebitda adjusted del gruppo è pari a 3.783 migliaia di euro (5,0% dei ricavi) in diminuzione di 4.219 migliaia di euro rispetto all'esercizio precedente (8.002 migliaia di euro pari all'8,1% del fatturato).

L'Ebit del gruppo al 31 marzo è negativo per 2.544 migliaia di euro pari al -3,4% dei ricavi contro i positivi 2.051 migliaia di euro pari al 2,1% dei ricavi del corrispondente periodo dell'esercizio precedente.

Al 31 marzo l'indebitamento finanziario netto del gruppo è pari a 133.452 migliaia di euro, rispetto a 107.343 migliaia di euro al 31 dicembre 2019 e a 117.632 migliaia di euro al 31 marzo 2019.

Nel corso del primo trimestre del 2020 l'acquisizione ordini del gruppo (inclusiva dell'after-sale service) è stata pari a 72,8 milioni di euro in calo del 25,1% rispetto ai 97,3 milioni di euro al 31 marzo 2019.

Il portafoglio ordini consolidato (non inclusivo dell'after-sale service) al 31 marzo 020 ammonta a 141,3 milioni di euro (rispetto a 166,8 milioni di euro al 31 marzo 2019), sostanzialmente invariato rispetto al portafoglio ordini al 31 dicembre 2019 (142,3 milioni di euro).

Al 30 aprile 2020 il portafoglio ordini è pari a 144,5 milioni di euro.

Il presidente esecutivo, Gianfranco Carbonato, ha commentato: "In un momento storico senza precedenti il Gruppo Prima Industrie ha chiuso il primo trimestre con una significativa contrazione del business, registrando, nonostante ciò, un Ebitda ampiamente positivo.

Le misure di contenimento del virus poste in atto nei vari Paesi, unitamente alla situazione di generale incertezza dei mercati, produrranno verosimilmente una contrazione del fatturato anche nel secondo trimestre dell'anno. Tuttavia confidiamo in un miglioramento della redditività quale effetto delle importanti misure di riduzione dei costi implementate in tutte le società del gruppo. L'elevata incertezza, relativa all'evoluzione della crisi a livello mondiale, non permette al momento di fornire stime attendibili per il secondo semestre dell'anno; riteniamo quindi corretto attendere i segnali del mercato dei prossimi mesi per poter fornire un aggiornamento sulle attese".

L'andamento del primo trimestre dell'anno è stato pesantemente influenzato dal diffondersi della pandemia di COVID-19 che, come è noto, partendo dalla Cina già a gennaio 2020, è dilagata velocemente in tutto il mondo.

L'emergenza sanitaria che ne è derivata, oltre ai drammatici costi in termini sociali ed umani, sta anche causando una contrazione senza precedenti dell'attività economica mondiale, causando fortissime incertezze anche sull'outlook dei prossimi mesi.

Il settore dei beni di investimento in cui il gruppo opera è derivativo rispetto all'andamento macroeconomico e pertanto risulta penalizzato in maniera ancora più significativa.

Le misure restrittive e di contenimento dell'epidemia (lockdown) hanno causato ovunque una frenata molto forte del mercato delle macchine utensili che già era entrato in una fase di rallentamento da oltre 12 mesi.

In particolare il gruppo è stato penalizzato, oltre che dalla chiusura degli stabilimenti produttivi in Italia e Cina (e solo parzialmente negli Stati Uniti), dalle limitazioni agli spostamenti e ai viaggi, che hanno influenzato negativamente in particolare le installazioni di nuove macchine presso clienti e le attività di assistenza e manutenzione post-vendita, generando un significativo rallentamento dei ricavi.

com/cce

 

(END) Dow Jones Newswires

May 08, 2020 06:59 ET (10:59 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Prima Industrie (BIT:PRI)
Storico
Da Dic 2020 a Gen 2021 Clicca qui per i Grafici di Prima Industrie
Grafico Azioni Prima Industrie (BIT:PRI)
Storico
Da Gen 2020 a Gen 2021 Clicca qui per i Grafici di Prima Industrie