In funzione della crisi del Coronavirus e delle implicazioni che il lockdown sta avendo e avrà nei prossimi mesi sull'economia italiana, Banca Ifis prevede "un incremento dello stock di Npl tra 7% e 8%".

E' quanto ha dichiarato l'a.d. dell'istituto, Luciano Colombini, intervenendo a Ripartitalia, evento organizzato da Class-Cnbc (tv del gruppo Class E. che insieme a DowJones & Co. controlla questa agenzia).

Alle nuove sofferenze in arrivo, si aggiungono poi i portafogli di Npl che le banche italiane stanno continuando a dismettere. "In questo momento c'è ancora un mercato d'offerta forte e secondo le nostre stime nel 2020 verranno ceduti circa 32 mld di sofferenze, pensiamo con prezzi in flessione", ha osservato il top manager.

Su questo fronte, Colombini vede inoltre "un minore interesse da parte di investitori internazionali rispetto al passato" e pensa che a tendere verrà a crearsi "un forte mercato secondario relativo a crediti già ceduti a suo tempo dalle banche, ma che - pur essendo coperti dalle Gacs - in alcuni casi non stanno performando secondo le attese".

ofb

 

(END) Dow Jones Newswires

May 07, 2020 12:58 ET (16:58 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Banca Ifis (BIT:IF)
Storico
Da Lug 2020 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Banca Ifis
Grafico Azioni Banca Ifis (BIT:IF)
Storico
Da Ago 2019 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Banca Ifis