Il 30 novembre e il 4 dicembre andrà in scena il 18* Premio Nazionale per l'Innovazione.

Dopo 17 anni la due giorni italiana dedicata alle più innovative idee di impresa nate dalla ricerca accademica, spiega una nota, si arricchisce, puntando su multicanalità e un maggior coinvolgimento dei neo-imprenditori in gara, attraverso l'apertura al digitale e il Business Match, per offrire nuove opportunità di confronto e visibilità.

Promosso dall'Associazione Italiana degli Incubatori Universitari - PNICube e organizzato quest'anno in collaborazione con l'Università di Bologna e Almacube (incubatore di Ateneo e di Confindustria Emilia Area Centro), grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo, Regione Emilia-Romagna, Camera di Commercio di Bologna, con la main sponsorship del Gruppo Iren, il PNI si inserisce in un più ampio progetto di valorizzazione delle startup provenienti dalla ricerca accademica italiana: vi accedono i progetti innovativi - quest'anno 65 - che hanno superato la selezione delle Start Cup, business plan competition regionali collegate alle Università e agli Enti di Ricerca associati a PNICube. Un mondo, quello accademico e della ricerca universitaria, in grado di dare vita a più del 20% delle oltre 11.500 start-up innovative iscritte nel registro imprese del Mise.

PNI 2020 si articolerà su 2 giornate, trasformandosi in una vera e propria fiera digitale dell'innovazione nella prima, il 30 novembre (dalle 10 alle 17h30). Nell'area virtuale Innovation Expo, infatti, aziende, investitori e "open innovator" potranno accedere agli stand dei migliori progetti d'impresa hi-tech italiani, con i quali sarà poi possibile approfondire opportunità di business, nel pomeriggio, iscrivendosi alla sessione di Business Match.

Il 4 dicembre (9h30-13h30), invece, andrà in scena - in streaming - la sfida finale e la cerimonia di premiazione dei migliori gruppi.

Il montepremi complessivo è di quasi 1,5 milioni di euro: circa 500.000 euro in denaro e 1 milione in servizi, offerti dagli Atenei e dagli incubatori soci di PNICube lungo tutto il percorso che dalle competition regionali porta alla sfida finale.

I 65 progetti finalisti si disputeranno 4 premi settoriali di 25.000 euro ciascuno - IREN Cleantech&Energy, ICT, Industrial e Life Sciences - e gareggeranno per il titolo di vincitore assoluto del PNI 2020, che garantirà all'istituzione accademica di provenienza la Coppa Campioni PNI.

Si assegneranno inoltre Premi speciali (Premio G-Factor, Premio Intesa Sanpaolo Innovation Center, Premio LIFTT Innovation Contest, Premio Mito Technology "PoC of the Year di Progress Tech Transfer", Premio Unicredit Start Lab) e la Menzione Speciale "Social Innovation", sponsorizzata da ALTIS - Alta Scuola Impresa e Società dell'Università Cattolica di Milano.

La volontà di rinnovare un format quasi ventennale per rispondere alle esigenze dettate dall'emergenza sanitaria è coerente con il tema centrale di quest'anno: premiare l'abilità del mondo delle startup di riconvertirsi e sfruttare positivamente la situazione di crisi.

L'istituzione del Business Match, per affiancare le Università nell'azione di trasferimento tecnologico e di ponte tra ricerca e mondo aziendale, va proprio in questa direzione.

fus

marco.fusi@mfdowjones.it

 

(END) Dow Jones Newswires

November 25, 2020 09:56 ET (14:56 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.