Questione di giorni, forse addirittura già entro la fine dell'anno, e Fibercop dovrebbe pubblicare i criteri di coinvestimento alla base degli accordi con Fastweb e Tiscali, ossia quelli che sono di recente entrati nel mirino dell'Antitrust italiana.

Il documento sul cambio di assetto di una parte della rete, scrive MF, sarà peraltro esaminato anche dall'Autorità per le comunicazioni (Agcom) in quanto asset regolato, e permetterà di rendere trasparenti al mercato le intese con Fastweb e Tiscali, anche perché il "coinvestimento aperto" dovrebbe prevedere che anche altri soggetti possano partecipare all'operazione. Di fatto, si tratta degli ultimi nodi da sciogliere, prima della partenza di Fibercop, società nata dallo scorporo della rete secondaria di Tim nella quale ha poi investito anche il fondo Kkr. La vera incognita ora riguarda i tempi, visto che c'è da capire se e quanto l'istruttoria dell'Agcm e le valutazioni dell'Agcom impatteranno davvero sulle tabelle di marcia previste per la piena operatività di Fibercop e poi per la possibile unione con Open Fiber che dovrebbe dare vita ad AccessCo, la società che per molti costituirebbe la cosiddetta rete unica.

red/lab

MF-DJ NEWS

3008:17 dic 2020

 

(END) Dow Jones Newswires

December 30, 2020 02:19 ET (07:19 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Tiscali (BIT:TIS)
Storico
Da Lug 2021 a Ago 2021 Clicca qui per i Grafici di Tiscali
Grafico Azioni Tiscali (BIT:TIS)
Storico
Da Ago 2020 a Ago 2021 Clicca qui per i Grafici di Tiscali