Fca: aprirà fabbrica a Detroit per la Jeep Grand Cherokee (Milanofinanza.it)

Data : 07/12/2018 @ 12:45
Fonte : MF Dow Jones (Italiano)
Titolo : Fiat Chrysler Automobiles N.V. (FCAU)
Quotazione : 16.78  0.16 (0.96%) @ 22:02
Quotazione Fiat Chrysler Grafico

Fca: aprirà fabbrica a Detroit per la Jeep Grand Cherokee (Milanofinanza.it)

Grafico Azioni Fiat Chrysler (NYSE:FCAU)
Storico

2 Mesi : Da Nov 2018 a Gen 2019

Clicca qui per i Grafici di Fiat Chrysler

Di Elena Dal Maso (Milanofinanza.it)

Fiat Chrysler Automobiles prevede di aprire una nuova fabbrica a Detroit entro il 2020 per costruire la Jeep Grand Cherokee. La costruzione di uno stabilimento è un fatto che non avveniva da almeno dieci anni. Lo hanno riportato nelle scorse ore i media americani sottolineando che la notizia è trapelata nello stesso giorno in cui l'amministratore delegato di General Motors, Mary Barra, stava chiudendo 48 ore di colloqui a Washington con la Casa Bianca dopo ave annunciato la chiusura di cinque impianti di assemblaggio in Nord America ia partire dal prossimo anno. E il conseguente taglio fino a 15.000 posti di lavoro a causa della debole domanda di berline e auto di piccole dimensione nel mercato americano.

Intanto questa mattina il titolo ha aperto positivo a Piazza Affari, sale dell'13% a 14 euro.

General Motors è stata oggetto di intense critiche da parte sia dei democratici che dei repubblicani negli Stati Uniti. Il presidente Donald Trump ha chiesto a GM di cambiare piano e le pressioni in questo senso sulla casa automobilistica sono molte. La scorsa settimana, Trump ha chiesto a GM di aggiungere un nuovo prodotto in un impianto in Ohio destinato alla chiusura e successivamente ha minacciato di tagliare i sussidi ai veicoli elettrici.

La chiusura di Gm potrebbe diventare un problema per la campagna presidenziale nel 2020, con i democratici a sostenere che questi sono gli effetti dei tagli delle imposte sulle società approvate un anno fa, tagli consisenti che non non hanno scoraggiato le aziende a chiudere impianti. Il presidente Trump ha fatto del ripristino della produzione di auto una priorità assoluta della sua campagna.

E mentre Gm ha un problema con la l'assemblaggio di berline che fatica a vendere, Fca, che ha quasi eliminato del tutto la produzione di vecchi modelli di auto un anno fa, si trova ora in una posizione di vantaggio, scrive il Wsj. Molti impianti producono modelli quali la Jeep Wrangler Cherokee o il Ram truck che sono famosi e amati negli Usa. Inoltre il gruppo italo-americano ha sfruttato al massimo lo spazio esistente negli ultimi dieci anni, tanto che, secondo LMC Automotive, il tasso di uso delle fabbriche è al 92% contro l'81% di Ford e il 72% di General Motors.

Nel piano industriale quinquennale presentato lo scorso giugno agli investitori, Fca aveva annunciato il lancio sul mercato di molti modelli di Suv, compreso uno di piccole dimensioni e una versione più grande del Grand Cherokee, oltre alla rivisitazione dei modelli Wagoneer e Grand Wagoneer.

Gli impianti di assemblaggio sono quelli che portano ad una maggiore assunzione di lavoratori e il Wall Street Journal ricorda che di solito ci lavorano anche migliaia di persone. Il tempo per la costruzione è di due anni e l'impegno economico si aggira sul miliardo di dollari.

La nuova fabbrica sarebbe uno dei maggiori passi del nuovo amministratore delegato del gruppo, Mike Manley, che ha preso le redini di Fca dopo la scomparsa, la scorsa estate, di Sergio Marchionne. Prima di diventare ceo, Manley era non a caso a capo del marchio Jeep.

La nuova fabbrica rappresenta un cambiamento di strategia da parte di Manley rispetto a Marchionne, che era sempre stato resistente ad aggiungere altri edofici a quelli esistenti dopo la crisi del 2009. Tuttavia in seguito il mercato americano si è abbondantemente ripreso grazie ai pickup e ai modelli di utility sportive. E le vendite di Fca negli Stati Uniti sono salite anche nel 2008, nonostante il mercato americano quest'anno sia rimasto piatto. Il gruppo ha infatti aumentato dell'8% le vendite per camion e Suv.

Questa mattina Banca Akros spiega che si tratta di una scelta tattica, nel momento in cui in contemporanea GM ha annunciato la chiusura di 4 impiaanti nell'area Nafta e il licenziamento di 15mila lavoratori. Gli analisti confermano il rating Accumulate e il target price di 20 euro sul titolo.

Anche per Fidentiis, che su Fca ha un target price fra 26 e 28 euro, la notizia è positiva, in questo caso in vista dell'applicazione delle nuove norme annunciate il 1° ottobre con la nascita dell'Usmca. Si tratta dell'accordo fra Usa, Canada e Messico che ha sostituito il vecchio Nafta. L'Usmca favorisce la circolazione di veicoli fra i tre Paesi senza imporre dazi (con alcuni limiti) e impone però che le case automobilistiche fabbrichino il 40% dei loro mezzi in stabilimenti in cui i lavoratori guadagnano almeno 16 dollari l'ora. Mentre gli stipendi medi in Canada e negli Stati Uniti sono anche più alti, ciò non corrisponde in Messico, dove diverse case automobilistiche statunitensi hanno spostato la produzione negli ultimi anni per approfittare dei costi più bassi.

cce

 

(END) Dow Jones Newswires

December 07, 2018 06:30 ET (11:30 GMT)

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl.
La tua Cronologia
BIT
BMPS
Monte Pasc..
BITI
FTSEMIB
FTSE Mib
BIT
UCG
Unicredit
NASDAQ
AAPL
Apple
FX
EURUSD
Euro vs Do..
Le azioni che visualizzerai appariranno in questo riquadro, così potrai facilmente tornare alle quotazioni di tuo interesse.

Registrati ora per creare la tua watchlist personalizzata in tempo reale streaming.

Per accedere al tempo reale push di Borsa è necessario registrarsi.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V:it D:20190120 20:10:16