Bilancio - Dati Fondamentali Assicurazioni Generali

Nome Compagnia:Assicurazioni Generali
Descrizione:
Assicurazioni Generali, presente in quasi 60 Paesi, è una delle più importanti realtà assicurative e finanziarie internazionali ed è leader a livello nazionale. Dal punto di vista territoriale il gruppo si colloca ai primi posti in Germania, Francia, Austria, CEE e nell'Europa Centro-Orientale. Inoltre nell'ultima decina di anni ha avviato lo sviluppo nei principali mercati nell'Estremo Oriente, tra cui l'India e la Cina e in Sud America. Il core business di Generali è concentrato principalmente sul settore vita, con un’offerta che spazia dalle polizze risparmio e protezione famiglia, alle polizze unit-linked e ai piani complessi per le multinazionali. Nel settore danni il portafoglio va dalle coperture mass-market come RC auto, abitazione, infortuni e salute, fino alle coperture per rischi commerciali ed industriali particolarmente sofisticati. Nel segmento retail sta aumentando il peso del business Commercial, nell'ambito del quale si rivolge alle medie e grandi imprese internazionali sfruttando la presenza globale del gruppo e i suoi legami consolidati coi broker internazionali. Generali inoltre è tra i maggiori player mondiali nel campo dell'assistenza, attraverso il gruppo Europ Assistance, presente a livello mondiale con servizi nel settore auto, viaggi, salute, casa e famiglia. Affiancata al tradizionale core business assicurativo del gruppo vi è l’area del risparmio gestito e dei servizi finanziari presidiata dalla struttura bancaria, Banca Generali, una delle maggiori realtà italiane nel settore della distribuzione integrata di prodotti finanziari, bancari e assicurativi, attraverso reti di promotori finanziari.
Amm. Delegato:Philippe DonnetIndirizzo Web:www.generali.com
Presidente:Gabriele Galateri di Genola e SunigliaTel:040 671402
Indirizzo:Piazza Duca Degli Abruzzi, 2Fax:040 671338
Comune:TriesteEmail:giulia.raffo@generali.com
Nazione:ItaliaISIN:IT0000062072
CAP:34132
 Prezzo Variazione [%] Denaro Lettera Volume Max Min
 14,315 -0,085 [-0,59%] 14,315 14,32 3.284.895 14,63 14,27
 Aper Chiusura Prec. Cap. di mercato Azioni circolanti VWAP ROE (%) Osc 52 Sett
 14,43 14,4 22.561.185.053 1.576.052.047 14,47 9,41 10,20-18,89

Valori Principali

(alla chiusura precedente)
Chiusura Precedente14,4
Cap. di mercato22.695.149.477
Azioni circolanti1.576.052.047
Azioni Privilegiate circolanti-
Azioni Risparmio circolanti-
Azioni Risparmio Convertibili circolanti-

Andamento prezzo azioni 5 anni

Andamento Prezzo Azione

Periodo MaxMin
1 Settimana14,7414,27
4 Settimane14,7413,74
12 Settimane14,7411,18
1 Anno18,8910,20
3 Anni19,6310,20
5 Anni19,639,76

Grafico Azionisti

Sintesi di Bilancio (in migliaia di euro)

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Premi Lordi di Competenza33.351.00034.261.00068.137.00065.192.000
Premi Netti32.280.00033.243.00066.239.00063.405.000
Oneri Netti Relativi ai Sinistri23.388.00036.535.00071.062.00052.032.000
Reddito Netto Investimento5.000.0005.697.00011.325.00010.254.000
Spese di Gestione e Interessi Passivi6.193.0006.176.00012.576.00011.692.000
Utile Netto di Gruppo774.0001.789.0002.670.0002.309.000
Riserve Tecniche Nette415.903.000402.121.000414.831.000373.819.000
Capitale e Riserve del Gruppo26.143.00027.060.00028.360.00023.601.000
RISULTATI AL 30 GIUGNO 2020 - Nel primo semestre 2020 i risultati del gruppo Generali evidenziano un performance resiliente con una conferma della solidità patrimoniale, in un contesto di mercato che risente delle pesanti ricadute economiche e finanziarie della pandemia da Covid19.Nel periodo il gruppo registra una crescita dei premi lordi complessivi (+1,2% a 36.478 milioni), grazie al buon andamento di entrambi i segmenti di attività.
In particolare, i Premi Vita aumentano dell’1,3% a 24.645 milioni, effetto dello sviluppo dei prodotti unit-linked (+35,8%), che beneficiano del fondo pensione collettivo sottoscritto in Italia nel mese di giugno, mentre diminuiscono le linee risparmio (-11,1%), in tutti i paesi eccetto la Germania, in lieve calo anche i prodotti della linea puro rischio e malattia (-0,7%).
La raccolta vita diminuisce a 7 miliardi (-4,9%), per l’effetto combinato tra la flessione dei premi e l’aumento riscatti, in tutte le aree, inclusa la Germania.Per quanto riguarda la nuova produzione, la raccolta in termini di PVNBP (valore attuale dei premi della nuova produzione) evidenzia una crescita del 5,6% a 22,5 miliardi, da attribuire principalmente ai prodotti unit-linked (+46,1%) e ai prodotti puro rischio (+4,6%), mentre si riducono i prodotti risparmio.La redditività sul PVNBP evidenzia un calo e risulta pari al 3,94% (-0,46 p.p.), dovuto principalmente alla sfavorevole situazione finanziaria.
Il valore della nuova produzione (NBV) si attesta a 887 milioni (-5,5%).
I premi del segmento Danni evidenziano una crescita dello 0,9% a 11.833 milioni, ottenuta nel business Non Auto (+1,7%) principalmente in Italia (+6,2%) e ACEER (+2,4%), mentre flette Europ Assistance (-27,1%) per effetto della pandemia.
Il business Auto diminuisce dello 0,5%, e flette in Italia (-7%), e Germania (-1,2%), mentre cresce in ACEER (+2,6%), Francia (+1,8%) e Americas e Sud Europa (+10,5%).
Il risultato operativo rimane sostanzialmente stabile 2,7 miliardi (-0,4%), e registra un calo del 15% nel segmento Vita, a causa del rallentamento dei mercati, mentre aumenta nel Danni a 1,3 miliardi (+16,2%) grazie al buon andamento del margine tecnico, che riflette il miglioramento del CoR.
Il Combined Ratio si attesta all’89,5% (-2,3 p.p.), in miglioramento per la contrazione della sinistralità corrente non catastrofale, soprattutto a seguito del lockdown.
Nel periodo sono stati rilevati eventi catastrofali per 118 milioni, con un impatto di 1,1 p.p.
sul Combined Ratio.
Il risultato operativo del segmento Asset Management aumenta del 17,9% a 219 milioni, a seguito della crescita dei ricavi operativi dovuti al contributo della piattaforma multi-boutique.
In miglioramento anche il risultato operativo del segmento Holding e altre attività che si attesta a 38 milioni (21 milioni nel I semestre 2019), grazie specialmente al risultato di Banca Generali.
Il risultato prima delle imposte diminuisce a 1.775 milioni (-15,9%) in presenza di maggiori costi di carattere non ricorrente.
Il semestre si chiude con un utile netto di gruppo in flessione a 774 milioni (-56,7%), e risente delle svalutazioni e minusvalenze per 183 milioni e dell’onere one-off per la costituzione del Fondo Straordinario Internazionale per il Covid-19, al netto dei quali, il risultato netto normalizzato risulta pari a 1.032 milioni (-21,2%).
Il Solvency Ratio si è attestato al 194% (224% nel 2019) e gli Asset Under Management complessivi sono risultati pari a 623,2 miliardi (-1,1%).RISULTATI 2019 - Risultati molto positivi per Generali nel 2019.
Nell’esercizio il gruppo ha registrato premi lordi pari a 69,8 miliardi in aumento del 4,5% a 68.137 milioni, sostenuti dagli andamenti positivi riscontrati in entrambi i segmenti di attività.
In particolare i premi lordi del segmento Vita (+4,5% a 48,3 miliardi) sono aumentati grazie allo sviluppo dei prodotti della linea puro rischio e malattia (+7,6%) e della linea risparmio (+5,5%), che registra notevoli incrementi in Italia (+6,1%), Francia (+11,7%) e Germania (+11,6%), mentre sono risultati in flessione i prodotti unit-linked (-2,8%).
La raccolta vita ha raggiunto circa 13,6 miliardi (+19,6%), trainata dallo sviluppo di Francia (+33,5%), Italia (+27,3%) e Asia (+28,9%).
Per quanto riguarda la nuova produzione, la raccolta in termini di PVNBP (valore attuale dei premi della nuova produzione) ha evidenziato una crescita del 10,1% a 45,7 miliardi, da attribuire principalmente ai prodotti risparmio (+15,2%), che compensano il calo di Spagna e Cina, e ai prodotti puro rischio (+17,3%), prevalentemente in Germania e Francia, in calo invece le unit-linked (-3,7%) per l’andamento sfavorevole dell’Italia, in parte compensato da Francia e Germania.
La redditività sul PVNBP ha mostrato invece un lieve calo e risulta pari al 3,89% (-0,49%), per effetto dello sfavorevole contesto di mercato.
Il valore della nuova produzione (NBV) si è attestato a 1.777 milioni, in calo del 2,2% rispetto al 2018.
I premi del segmento Danni hanno evidenziato una crescita del 3,9% a 21,5 miliardi, ottenuta sia nel business Auto (+2,4%) sia nel Non Auto (+3,8%).
L’Auto ha beneficiato della crescita in ACEER, grazie all’andamento positivo della Repubblica Ceca, Ungheria e Austria, oltre che in Francia (+4,1%) e Americas e Sud Europa (+13,5%).
Il Non Auto riflette il progresso di ACEER (+6,1%), Italia (+2,9%), Francia (+3,2%), Germania (+1,7%) e nell’area International (+5,8%), spinta dalla Spagna (+4,6%).
Le commissioni nette sono balzate da 452 a 704 milioni (+55,8%); però gli oneri netti relativi ai sinistri sono anch’essi fortemente saliti, passando da 52 a 71,1 miliardi (+36,6%), e le spese di gestione e interessi passivi sono aumentate del 7,6% a 12,6 miliardi.
Nel complesso il risultato della gestione caratteristica è passato da un valore positivo per 6,1 miliardi a uno negativo per 6,5 miliardi, ma il miglioramento della gestione finanziaria (grazie al risultato operativo del segmento Asset Management e a quello di Banca Generali) ha dato luogo a un utile ante imposte in aumento del 4% a 3.587 milioni.
Dopo imposte per 1.122 milioni (tax rate sceso dal 32,6% al 31,3%), proventi da attività cessate in aumento da 173 a 474 milioni e l’imputazione a terzi di una quota di utile di competenza passata da 188 a 269 milioni), l’esercizio si è chiuso con un utile netto di gruppo in aumento del 15,6% a 2.670 milioni.
Il risultato netto normalizzato, che non comprende le plusvalenze derivanti dalle dismissioni nonché l’onere one-off di 188 milioni per l’operazione di liability management relativa al riacquisto di titoli subordinati, sarebbe risultato in crescita del 6,6% a 2.379 milioni.
Il Preliminary Regulatory Solvency Ratio si è attestato al 224% (217% nel 2018) e gli Asset Under Management complessivi sono risultati pari a 630,1 miliardi (+29%).
Il dividendo è stato inizialmente indicato in 0,96 euro per azione e doveva essere messo in pagamento dal 20 maggio 2020; in seguito il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di mettere in pagamento 0,5 euro dal 20 maggio 2020, mentre gli altri 0,46 euro saranno pagabili entro fine 2020 ma soggetti a verifica consiliare sul rispetto al 30 settembre 2020 dei limiti previsti dal Risk Appetite Framework di gruppo nonché al positivo accertamento della conformità alle disposizioni e alle raccomandazioni di vigilanza al tempo vigenti relativamente al pagamento dei dividendi.

Stato Patrimoniale

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018

Disponibilità liquide ed equivalenti

----

Investimenti

463.018.000448.290.000463.928.000412.229.000
di cui: Investimenti Posseduti Sino a Scadenza2.154.0002.200.0002.243.0002.171.000
di cui: Attività  Finanziarie Disponibili per la Vendita----
di cui: Attività  finanziarie a fair value rilevato a c/e----
di cui: Investimenti immobiliari14.202.00014.168.00014.168.00013.650.000
di cui: Partecipazioni1.433.0001.386.0001.365.0001.320.000
di cui: Finanziamenti e crediti31.215.00033.204.00032.285.00031.815.000

Investimenti e disponibilità Liquide (A+B)

----

Attività materiali ed immateriali

----

Attività immateriali

----

Attività materiali;

----

Altri elementi dell'attivo

14.407.00014.949.00013.852.00069.253.000

Totale Attivo

498.862.000482.845.000498.238.000500.692.000

Riserve tecniche nette

415.903.000402.121.000414.831.000373.819.000
a) Rami Danni30.917.00029.822.00029.059.00028.955.000
di cui: Riserve Tecniche Danni33.569.00032.504.00031.652.00031.720.000
di cui: Riserve Tecniche Danni a Carico Riassicuratori2.652.0002.682.0002.593.0002.765.000
b) Rami Vita384.986.000372.299.000385.772.000344.864.000
di cui: Riserve Tecniche Vita386.846.000374.194.000387.561.000346.108.000
di cui: Riserve Tecniche Vita a Carico Riassicuratori1.860.0001.895.0001.789.0001.244.000

Passività Finanziarie

----

Accantonamenti e debiti netti

1.378.000-567.000959.000-95.000
a) Crediti Diversi13.310.00014.005.00011.954.00011.126.000
b) Debiti13.024.00011.740.00011.177.0009.287.000
c) Accantonamenti1.664.0001.698.0001.736.0001.744.000

Altri elementi del passivo;

11.250.00012.737.00011.693.00063.785.000

Passività subordinate

----

Capitale e riserve del Gruppo

26.143.00027.060.00028.360.00023.601.000

Capitale e riserve di Terzi

1.475.0001.197.0001.491.0001.042.000

Totale passivo

498.862.000482.845.000498.238.000500.692.000

Conto Economico - Profit & Loss

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018

Premi lordi di competenza

33.351.00034.261.00068.137.00065.192.000

Premi netti

32.280.00033.243.00066.239.00063.405.000
Oneri netti relativi a sinistri23.388.00036.535.00071.062.00052.032.000
Commissioni nette379.000332.000704.000452.000
Reddito netto di investimento5.000.0005.697.00011.325.00010.254.000
Proventi derivanti da strumenti finanziari a fair value-5.486.0006.000.00010.177.000-6.008.000
Proventi netti da partecipazioni-25.00047.00088.000150.000
Spese di gestione e interessi passivi6.193.0006.176.00012.576.00011.692.000
Altri ricavi (costi)-792.000-498.000-1.308.000-1.079.000
Utile (perdita) prime delle imposte1.775.0002.110.0003.587.0003.450.000
Imposte683.000664.0001.122.0001.126.000
Utile (perdita) delle attività cessate----
Utile (perdita) di pertinenza di terzi135.000131.000269.000188.000

Utile netto di gruppo

774.0001.789.0002.670.0002.309.000
La tua Cronologia
BIT
G
Generali
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Per accedere al tempo reale push di Borsa è necessario registrarsi.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V:it D:20210115 15:59:05