Brembo: Bomber Di Piazza Affari (BRE)

- 27/5/2016 11:48
gaetanoborsa N° messaggi: 11 - Iscritto da: 27/5/2016
Grafico Intraday: Brembo SpaGrafico Storico: Brembo Spa
Grafico IntradayGrafico Storico

Negli ultimi 5 anni abbiamo assistito ad alti e bassi a Piazza Affari ( il 23 maggio 2011 l’indice FtseMib era a quota 20830, oggi 18067 punti), ci sono titoli che hanno deluso e che hanno lasciato sul listino milanese oltre l’80% se non addirittura oltre il 90%, ma ci sono anche i “Bomber” che hanno fatto registrare ottime performance nel corso di questi anni, non deludendo quasi mai i propri investitori. 

In questa classifica troviamo al primo posto:

  1. La Doria (+570%; max storico 18,26 euro)
  2. Reply (+530%; max storico a 136,3 euro)
  3. Brembo (+452%; max storico a 52,75 euro)
  4. Bca Ifis (+403%; max storico a 29,55 euro)
  5. Digital Bros (+339%; max storico a 14,60 euro)
  6. Ima (+300%; max storico fatto registrare oggi a 58 euro)
  7. Valsoia (+291%; max storico a 29,90 euro)
  8. El.En (+270%; max storico fatto registrare oggi a 50,10 euro)
  9. Recordati (+238%; max storico fatto registrare oggi a 26,21 euro).


Lista Commenti
7 Commenti
1
1 di 7 - 27/5/2016 11:59
dibbo1 N° messaggi: 2823 - Iscritto da: 08/10/2013
Ne ho diversi !!! clapclapclap. Rec però ha una performance maggiore ? O sbaglio ?
2 di 7 - 27/5/2016 12:00
gaetanoborsa N° messaggi: 11 - Iscritto da: 27/5/2016
Ancora in letargo Valsoia che staziona nei pressi del supporto chiave a 17,50 euro (al momento il titolo è a quota 17,55 euro), dal quale potrebbe scattare un rimbalzo tecnico che potrebbe riportare i corsi in area 20 euro in prima battuta. Per chi volesse intervenire in acquisto su questi livelli, è consigliabile impostare lo stop-loss a 17,30 euro per evitare ulteriori affondi in direzione di quota 16,80 euro in prima battuta. Oltre quota 21 euro lo scenario grafico di medio termine migliorerà. Il titolo negli ultimi sei mesi ha ceduto circa 23 punti percentuali, mentre negli ultimi 3 anni ha guadagnato il 354%, dal debutto (2007) ad oggi il 312%. Valsoia è posizionato al 5° posto nella classifica dei migliori titoli degli ultimi 3 anni (dopo mondo tv, La doria, Digital Bros e Biesse).
MODERATO GIACOMINA1 (Utente disabilitato) N° messaggi: 7785 - Iscritto da: 03/6/2020
4 di 7 - Modificato il 01/3/2023 14:19
Gianni Barba N° messaggi: 31748 - Iscritto da: 26/4/2020
Brembo ha completato l'acquisizione della spagnola J. Juan

Brembo ha completato l'acquisizione della spagnola J. Juan di Claudia Frangiamore

Acquisito il 100% dell'azienda di Barcellona, attiva nello sviluppo e nella produzione di sistemi frenanti per motociclette. Un deal che, a suo tempo, Equita aveva ritenuto positivo per le potenziali sinergie in ricerca & sviluppo. L'esborso è stato pari a 73 milioni di euro

J.Juan è ufficialmente entrato nella famiglia Brembo. Il gruppo quotato a piazza Affari ha annunciato oggi di aver completato l'acquisizione di J.Juan, azienda spagnola attiva nello sviluppo e nella produzione di sistemi frenanti per motociclette e specializzata in tubi freno. Prosegue così il percorso intrapreso da Brembo per diventare un autorevole solution provider: l'acquisizione di J.Juan permette di completare l'offerta di soluzioni per l’impianto frenante della moto e di ampliare la propria famiglia di brand per un settore in espansione. L'esborso complessivo per l'operazione è stato pari a 73 milioni di euro, pagato utilizzando la liquidità disponibile, ed è soggetto agli usuali meccanismi di aggiustamento previsti per operazioni simili, che si completeranno nei prossimi 80 giorni lavorativi.classLogo.pngNell'analisi pubblicata da Equita lo scorso 29 aprile, in seguito all'annuncio di acquisto del 100% di J.Juan, gli esperti avevano confermato il rating hold e rialzato il target price di Brembo dell'1% a 11,5 euro, valutandolo come un deal positivo "dal punto di vista industriale per le potenziali sinergie a livello di ricerca & sviluppo e per insourcing dei tubi freno e anche dal punto di vista finanziario, pagando un multiplo antidiluitivo".
Il gruppo spagnolo consta di due stabilimenti in Spagna più uno in Cina, e lo scorso anno ha registrato un fatturato di 60 milioni con un ebitda margin del 17% (circa 10 milioni), pari a circa il 2% dell'ebitda di Brembo. Per l'azienda, inoltre, si tratta della seconda acquisizione nel segmento moto dopo quella della danese Sbs Friction – produttore di pastiglie freno pagata 30 milioni, pari a 10 volte l'ebitda di Brembo del 2019 – annunciata il 18 novembre dello scorso anno. In sostanza, gli analisti hanno ritenuto il deal "un'altra piccola acquisizione nel segmento moto che integra il portafoglio prodotti ad un entry price ragionevole".
Brembo è leader e innovatore della tecnologia degli impianti frenanti a disco per veicoli. È fornitore di sistemi frenanti ad alte prestazioni per costruttori di autovetture, motocicli e veicoli commerciali, nonché di frizioni e altre componenti per il settore racing.
L’azienda opera in 15 Paesi di tre continenti, con 26 siti produttivi e sedi commerciali, contando sulla collaborazione di oltre 11 mila persone. Di queste, circa il 10% sono ingegneri e specialisti di prodotto che lavorano nella ricerca e sviluppo. Oltre a Brembo, J.Juan ed Sbs Friction, il gruppo detiene anche i marchi Breco, AP Bybre e Marchesini, e opera attraverso il marchio AP Racing. A Milano il titolo Brembo segna in timido rialzo dello 0,87% a 11,62 euro. (riproduzione riservata)Orario di pubblicazione: 04/11/2021 14:50Ultimo aggiornamento: 04/11/2021 14:54
5 di 7 - Modificato il 01/3/2023 14:20
Gianni Barba N° messaggi: 31748 - Iscritto da: 26/4/2020
Pirelli: Brembo e Camfin votano insieme in assemblea
Sottoscritto patto parasociale che durerà tre anni
Finanza · 28 febbraio 2023 -
Pirelli: Brembo e Camfin votano insieme in assemblea(Teleborsa) - Brembo e Next Investment, insieme alla propria controllante NuovaFourB, e Camfin, insieme alla propria controllante Marco Tronchetti Provera (in seguito congiuntamente indicate come “MTP/Camfin”) hanno sottoscritto oggi un patto parasociale che prevede l’impegno di Brembo di adeguare il proprio voto a quello di MTP/Camfin, dopo essersi consultata in via preventiva sugli argomenti posti di volta in volta all’ordine del giorno dell’assemblea ordinaria e/o straordinaria di Pirelli.
In una logica di cooperazione di lungo termine, con la sottoscrizione del patto parasociale Brembo e MTP/Camfin hanno condiviso - nel pieno rispetto di quanto previsto negli altri Patti Parasociali relativi a Pirelli già sottoscritti da MTP/Camfin - un "principio generale di continuità nella governance", strategia e gestione di Pirelli. In tale contesto, Brembo, in aderenza alla cultura imprenditoriale di Pirelli, ha altresì concordato che MTP/Camfin continui ad esercitare il ruolo di guida del top management, anche in relazione alle opzioni strategiche di Pirelli.

Inoltre - spiega una congiunta - nel caso in cui Brembo manifestasse l’intenzione di procedere a ulteriori acquisti di azioni Pirelli, dovrà darne preventiva informazione a MTP/Camfin che potrà chiedere una consultazione sul punto. Nell’ipotesi in cui MTP/Camfin manifesti il proprio dissenso rispetto all’acquisto da parte di Brembo di ulteriori azioni Pirelli, Brembo avrà la facoltà di procedere all’acquisto di ulteriori azioni e, in questo caso, MTP/Camfin avrà facoltà di recedere dal patto parasociale.
Il patto parasociale avrà una durata di tre anni dalla data odierna, con rinnovo automatico per un ulteriore periodo di tre anni salvo disdetta di una delle parti. Tutti i diritti e le prerogative attribuiti a MTP/Camfin sono condizionati alla circostanza che Marco Tronchetti Provera e/o i suoi eredi mantengano il controllo su Camfin e Camfin mantenga una partecipazione non inferiore al 10% dell’attuale capitale sociale di Pirelli.
Con questo accordo, confermiamo il ruolo di Brembo come azionista di lungo periodo di Pirelli” - ha dichiarato Matteo Tiraboschi, Presidente Esecutivo di Brembo -. “Pirelli è un’azienda che per storia, brand, leadership è espressione, come Brembo, dello stile e della tecnologia italiana nel mondo. Con Camfin condividiamo la volontà di esplorare, in piena autonomia strategica e gestionale, potenziali aree comuni di sviluppo e di innovazione, laddove ci siano opportunità di crescita nei settori e nei mercati di interesse facendo leva sulle rispettive competenze industriali”.
“Questo accordo permetterà di esplorare eventuali opportunità di ulteriore crescita e sviluppo per Camfin e Brembo facendo leva sulle competenze di due grandi eccellenze italiane. Il Patto siglato rafforza ulteriormente i principi di governance di Pirelli volti a preservare la cultura imprenditoriale di Pirelli facendo leva sul mantenimento a lungo termine del management e ispirati alla migliore prassi a livello internazionale delle società quotate", ha dichiarato Marco Tronchetti Provera, Presidente di Camfin.
Brembo detiene oggi direttamente e tramite Next Investment il 6% del capitale sociale di Pirelli. Camfin detiene oggi circa il 14,1% del capitale sociale con diritto di voto di Pirelli (oltre a una partecipazione potenziale pari a circa il 4,6% detenuta mediante strumenti finanziari “call spread”).
6 di 7 - 01/3/2023 14:21
Gianni Barba N° messaggi: 31748 - Iscritto da: 26/4/2020

Tecnicamente, il re dei sistemi frenanti è in una fase di rafforzamento con area di resistenza vista a 15,45,

mentre il supporto più immediato si intravede a 13,85.

A livello operativo si prevede un proseguimento della seduta all'insegna del toro con resistenza vista a quota 17,05.

MODERATO FrancoCecchino (Utente disabilitato) N° messaggi: 13603 - Iscritto da: 13/3/2020
7 Commenti
1
Titoli Discussi
BIT:BRE 11.63 1.8%
Brembo Spa
Brembo Spa
Brembo Spa
Indici Internazionali
Australia 0.8%
Brazil 0.1%
Canada 1.0%
France 0.1%
Germany 0.3%
Greece 0.2%
Holland 0.7%
Italy 1.1%
Portugal 0.7%
US (DowJones) 0.2%
US (NASDAQ) 1.1%
United Kingdom 0.7%
Rialzo (%)
BIT:WFTC24 0.04 33.3%
BIT:WCOP25 0.30 27.8%
BIT:WELES 0.17 19.1%
BIT:1NDX 10.96 17.0%
BIT:WTWL24 0.50 13.7%
BIT:WNUS24 0.08 13.6%
BIT:WFAE25 0.55 13.4%
BIT:1DDD 3.96 10.7%
BIT:WSGC27 0.03 9.9%
BIT:ERFO 1.19 9.7%

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

Assistenza utenti: +39 02 3045 3014 | support@advfn.it

ADVFN Network