Il presidente francese Emmanuel Macron sarà in Italia il 23 e il 24 ottobre per partecipare all'incontro internazionale di preghiera "Il grido della pace", promosso dalla comunità di sant'Egidio, incontro in cui sarà al fianco del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che presumibilmente avrà affidato a Giorgia Meloni l'incarico di formare il nuovo governo.

La visita a Roma arriva a quasi un anno dalla firma del Trattato del Quirinale, intesa siglata a novembre 2021 per promuovere la cooperazione bilaterale rafforzata tra Italia e Francia su vari punti, fra cui come principali affari esteri, sicurezza e difesa, Europa e politica migratoria. Fra i due Paesi fondatori dell'Ue c'è un interscambio commerciale di oltre 90 miliardi di euro e molte sono le collaborazioni fruttuose anche in ambito economico fra Roma e Parigi. Una su tutte quella nell'industria spaziale con i satelliti di Thales Alenia Space e nei lanciatori dove Avio lavora in tandem con ArianeGroup e Arianespace.

Ma il livello degli investimenti transalpini in Italia è doppio rispetto a quelli del Belpaese verso Oltralpe e le partite economiche fra Italia e Francia sono molte in cui spesso i francesi comandano. A cominciare da Tim, dove mentre il titolo viaggia ai minimi storici in borsa, Vivendi controllata dalla famiglia Bollorè è protagonista di un braccio di ferro con Cdp sulle valutazioni della rete unica da unire all'infrastruttura di Open Fiber. E dal negoziato del consorzio Certares, AirFrance e Delta per rilevare dal Mef la maggioranza della compagnia aerea Ita Airways.

Ci sono poi Borsa Italiana confluita nel circuito Euronext, i dossier bancari dove il Credit Agricole, dopo aver inglobato il Creval, ha messo un piede minaccioso nel capitale del terzo istituto di credito nazionale, il Banco Bpm con una mossa che ricalca quella nel capitale della banca valtellinese. Ma della lista fanno parte anche Stellantis, dove gli Agnelli con Exor sono i primi azionisti singoli (ma sommando le quote dei soggetti transalpini la quota battente bandiera francese è superiore) e Getlink.

L'ex Groupe Eurotunnel è la società concessionaria per 99 anni (la concessione scade nel 2086) del tunnel autostradale e ferroviario della Manica ed è partecipata da Atlantia con una quota del 15,5%. Nonostante Parigi detenga una golden share sull'Eurotunnell, rumors parigini indicano un rinnovato interesse dei francesi nel salire nell'azionariato dell'infrastruttura. Si vedrà.

Sicuramente, scrive MF-Milano Finanza, la visita di Macron -nel caso in cui Meloni sia già insediata come premier- sarà l'occasione per affrontare alcuni dossier caldi della finanza fra Roma e Parigi e testare l'alleanza con la nuova inquilina a palazzo Chigi.

red

fine

MF-DJ NEWS

2109:04 ott 2022

 

(END) Dow Jones Newswires

October 21, 2022 03:05 ET (07:05 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Atlantia (BIT:ATL)
Storico
Da Mag 2024 a Giu 2024 Clicca qui per i Grafici di Atlantia
Grafico Azioni Atlantia (BIT:ATL)
Storico
Da Giu 2023 a Giu 2024 Clicca qui per i Grafici di Atlantia