Registration Strip Icon for monitor Monitora più quotazioni in tempo reale dalle principali borse, come Borsa Italiana, NASDAQ, NYSE, AMEX, Bovespa e altro ancora.

News by logo news

Borse caute in attesa dell'inflazione Usa

I listini europei aprono la settimana nel segno della prudenza in vista del dato sull'inflazione americana che verrà pubblicato mercoledì. A Piazza Affari in evidenza Diasorin e Nexi

Autore: Antonio Cardarelli, Financialounge.com
13/05/2024

Borse caute in attesa dell'inflazione Usa
Le Borse europee aprono la settimana poco mosse. Milano e gli altri listini viaggiano intorno alla parità in una settimana caratterizzata dall'arrivo del dato sull'inflazione americana. Lo spread Btp-Bund apre stabile a 133 punti base. A Piazza Affari, nelle prime battute, in evidenza Diasorin e Nexi

INFLAZIONE USA

L’evento clou della settimana dei mercati è senza dubbio la pubblicazione dell’inflazione americana di aprile, prevista per mercoledì. I mercati cercheranno di capire se l'inflazione ha iniziato a scendere dopo tre mesi consecutivi di letture più alte del previsto e se gli investitori sono giustificati nel prezzare un'alta probabilità che la Fed tagli i tassi di interesse a settembre. A tal proposito oggi sono previsti gli interventi di due membri votanti della Fed, mentre domani parlerà il governatore Powell.

OGGI L’EUROGRUPPO

In Europa oggi è prevista la riunione dei ministri delle Finanze della zona euro, che anticipa l’Ecofin di domani. Alle ore 11 la Commissione europea pubblicherà le previsioni economiche di primavera. A Piazza Affari occhi puntati sulle banche per valutare eventuali effetti dell’emendamento del governo che spalma su 10 anni i crediti fiscali del Superbonus.

CINA CONTRASTATA

Sui mercati asiatici chiusura in negativo per la Borsa di Tokyo, con l’indice Nikkei che cede lo 0,13%. A pesare sulle contrattazioni l'andamento dei titoli immobiliari e automobilistici mentre continua la cautela sugli utili interni e sulle prospettive politiche della Fed. Sulle Borse cinesi pesano i dazi Usa sui prodotti made in China a basso impatto energetico, comprese le auto elettriche. Shanghai, a poco dalla chiusura, rimane in rosso mentre Hong Kong è riuscita a recuperare le perdite iniziali. Inoltre, i dati macro segnalano ancora le difficoltà dei consumi interni. Sul valutario, l'euro scambia a 1,077 dollari (in linea con il closing precedente). Piatto il petrolio con il Wti giugno che si attesta a 78,22 dollari al barile (-0,05%) e il Brent luglio a 82,71 dollari (-0,10%). In flessione dello 0,9% il gas naturale ad Amsterdam a 29,7 euro al MWh.

Tutte le news

Solo fonti di qualità

CERCA PER FONTE
button ADVFN Italia News
button Financialounge News


Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

ADVFN Network