Registration Strip Icon for alerts Registrati per avvisi in tempo reale, portafoglio personalizzato e movimenti di mercato.

News by logo news

Leonardo scatta in Borsa (+2,5%) dopo i conti

Avvio all’insegna della cautela per i principali listini del Vecchio Continente, con gli investitori che continuano a seguire la stagione delle trimestrali, con Bper, Puma e Terna che oggi presentano i conti. Petrolio e gas in calo

Autore: Fabrizio Arnhold, Financialounge.com
08/05/2024

Leonardo scatta in Borsa (+2,5%) dopo i conti
Le Borse europee iniziano la giornata di scambi all’insegna della cautela, con la stagione delle trimestrali che entra nel vivo. A Milano il Ftse Mib segna +0,12%, il Dax di Francoforte +0,32%, il Cac 40 di Parigi +0,23%, l’Ibex 35 di Madrid +0,29% e il Ftse 100 +0,43%. La Borsa di Tokyo chiude pesante, con l’indice Nikkei a -1,6%, rallentato dai conti di Nintendo (-5,4%).

AVANTI CON LE TRIMESTRALI

Dopo UniCredit (+1%) e Mps (+1%), oggi tocca a Bper (+0,53%) presentare i conti, ma anche a titoli non bancari come Puma e Terna. Il mercato continua a interrogarsi sulle prossime mosse delle banche centrali, per cercare di capire quando avverranno i primi tagli ai tassi di interesse. In questo senso, alcune indicazioni utili potrebbero emergere dall’intervento di Wunsch, membro del Consiglio direttivo della Bce.

FARI PUNTATI SU BANCO BPM E LEONARDO

Guardando ai singoli titoli, da seguire a Piazza Affari Banco Bpm (+0,88%) e Leonardo (+2,5%, con utili e ricavi in crescita) che hanno comunicato ieri i conti, a mercati chiusi. Passando al versante macroeconomico, in Germania la produzione industriale è scesa dello 0,4% a marzo, rispetto al mese precedente (-3,3% su base annua), mentre in Italia si attende il dato sulle vendite al dettaglio.

PETROLIO E GAS IN CALO

L’euro in calo scambia a 1,074 dollari. Debole lo yen con il cambio dollaro/yen a 155,22. Il governatore della BoJ, ieri, ha aperto a un intervento correttivo sul cambio. In discesa i prezzi del petrolio, con il Wti scadenza giugno che tratta a 77,98 dollari al barile (-0,51%), mentre il Brent scadenza luglio scende a 82,68 dollari al barile (-0,58%). Il gas naturale ad Amsterdam cede l’1,9% a 30,45 euro al megawattora. Lo spread apre in calo a 131 punti base, con il rendimento del decennale del Tesoro stabile al 3,75%.

Tutte le news

Solo fonti di qualità

CERCA PER FONTE
button ADVFN Italia News
button Financialounge News


Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

ADVFN Network