News by logo news

Pizza Hut sfida McDonald’s avventurandosi nel business degli hamburger

La catena famosa in tutto il mondo per i tranci di pizza ora ha deciso di lanciare il nuovo Cheeseburger Melt per risollevare i conti della società

di Annalisa Lospinuso, ADVFN Italia News 15/05/2024

Pizza Hut sfida McDonald’s avventurandosi nel business degli hamburger
Sfida all’ultimo hamburger tra Pizza Hut, uno dei brand di Yum! Brands (YUM), che comprende anche Taco Bell e KFC, e le altre catene di fast food, prima fra tutte McDonald’s (MCD). La catena famosa in tutto il mondo per i tranci di pizza ora ha deciso di lanciare il nuovo Cheeseburger Melt, una sottile crosta di parmigiano piegata e farcita con manzo, pancetta affumicata al melo, cipolle, mozzarella e cheddar. La salsa per hamburger viene servita a parte.

LA SFIDA DEGLI HAMBURGER

“Essendo un marchio noto per le pizze eccezionali, avventurarci nel business degli hamburger è per noi una novità entusiasmante”, ha affermato Lindsay Morgan, chief marketing officer di Pizza Hut. “Abbiamo pensato di iniziare il nostro viaggio nel mondo degli hamburger con qualcosa di audace. Ecco perché stiamo facendo scalpore nei drive-thrus delle catene di hamburger, servendo il nostro delizioso nuovo Cheeseburger Melt per tutti voi amanti degli hamburger là fuori”.

I CONTI DI YUM! BRANDS

Una mossa con la quale la società Yum! spera di aggiustare i conti, dato che nell’ultima trimestrale 2024 ha riportato un utile per azione a 1,15 dollari rettificati rispetto a 1,20 dollari previsti, ricavi per 1,6 miliardi di dollari rispetto agli 1,71 miliardi di dollari previsti e un utile netto di 314 milioni di dollari (1,10 dollari per azione) rispetto ai 300 milioni di dollari (1,05 dollari per azione) dell’anno precedente. In particolare Pizza Hut e KFC hanno faticato ad attirare clienti. Le vendite nette sono scese del 3% a 1,6 miliardi di dollari.

I CONTI DI MCDONALD'S

Anche McDonald’s ha riportato risultati trimestrali contrastanti poiché la sua riorganizzazione ha pesato sui suoi profitti e i boicottaggi hanno danneggiato le sue vendite in Medio Oriente. Ma i dati del primo trimestre 2024 sono di poco inferiori alle attese.
Share:
Tutte le news

Solo fonti di qualità

CERCA PER FONTE
button ADVFN Italia News
button Financialounge News


Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

ADVFN Network