Il partito laburista britannico ha illegalmente discriminato i suoi membri ebrei, secondo un rapporto a lungo atteso elaborato dalla Commissione britannica per l'Uguaglianza e i Diritti Umani dopo le accuse di antisemitismo da parte di alcuni esponenti del partito.

Il rapporto, incentrato sul periodo in cui Jeremy Corbyn era a capo del Labour, ha riscontrato che il partito laburista ha illegalmente molestato e indirettamente discriminato i suoi esponenti ebrei, cosa che ha costretto il gruppo dirigente a intervenire per gestire le denunce di antisemitismo e una cultura che permetteva ai membri del partito di esprimere concetti antisemiti online.

"La nostra analisi indica una cultura all'interno del Partito che, nella migliore delle ipotesi, non ha fatto abbastanza per prevenire l'antisemitismo e, nel peggiore dei casi, potrebbe essere vista come accettazione" di tale antisemitismo, si legge nel rapporto della Commissione britannica per l'Uguaglianza e i Diritti Umani.

Corbyn ha detto che una "burocrazia di partito ostruzionista" ha impedito di migliorare il processo di gestione dei reclami durante il suo mandato e ha aggiunto di detestare l'antisemitismo spiegando che "la portata del problema è stata anche drammaticamente sopravvalutata per ragioni politiche dai nostri oppositori all'interno e all'esterno del partito, nonché da gran parte dei media". Corbyn ha lasciato la carica di leader laburista dopo che il suo partito è stato clamorosamente sconfitto dal partito conservatore del primo ministro Boris Johnson durante le elezioni generali dello scorso dicembre.

L'attuale leader dei Labour, Keir Starmer, si è impegnato a dare piena attuazione alle raccomandazioni della Commissione, che ha concesso al partito laburista fino al 10 dicembre per pubblicare un piano su come porre rimedio al problema, che include l'attuazione di un processo migliore per trattare i reclami.

Le conclusioni del rapporto sono "chiare, non lasciano spazio a dubbi", ha affermato Starmer, aggiungendo che "è un giorno di vergogna per il partito laburista".

I Labour hanno tradizionalmente mantenuto legami profondi con la comunità ebraic ma le relazioni si sono logorate dopo che Corbyn è diventato leader del partito nel 2015 ed è stato appoggiato dall'estrema sinistra, che sostiene i diritti dei palestinesi e si oppone agli insediamenti israeliani sul territorio palestinese. Durante il suo periodo come leader, Corbyn - che una volta ha espresso solidarietà al gruppo politico e militare sostenuto dall'Iran Hezbollah - ha ripetutamente chiesto scusa per aver offeso membri ebrei.

Il partito laburista aveva anche una politica che stabiliva di non indagare sui reclami relativi ai 'mi piace' sui social media o sulle condivisioni di contenuti antisemiti da parte dei membri del partito "se la persona sotto accusa aveva apprezzato o condiviso il contenuto senza commentarlo, indipendentemente dal contesto specifico", spiega il rapporto.

Diversi parlamentari laburisti hanno lasciato il partito per la preoccupazione che le opinioni anti-ebraiche potessero diffondersi tra le sue fila. La Commissione per le Pari Opportunità ha avviato la sua indagine lo scorso maggio a seguito di una serie di denunce da parte della comunità ebraica.

"Ci è stato detto che questo razzismo è stato immaginato, fabbricato per il vantaggio delle fazioni o destinato a mettere a tacere il dibattito", ha scritto in una dichiarazione il Jewish Labour Movement, aggiungendo che "il rapporto di oggi conferma che le nostre voci sono state emarginate e i nostri membri colpiti".

cos

 

(END) Dow Jones Newswires

October 29, 2020 10:14 ET (14:14 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Fila (BIT:FILA)
Storico
Da Ott 2020 a Nov 2020 Clicca qui per i Grafici di Fila
Grafico Azioni Fila (BIT:FILA)
Storico
Da Nov 2019 a Nov 2020 Clicca qui per i Grafici di Fila