Registration Strip Icon for monitor Monitora più quotazioni in tempo reale dalle principali borse, come Borsa Italiana, NASDAQ, NYSE, AMEX, Bovespa e altro ancora.

Ftsemib 30.000🚬🛒🥸🤘🤠 (EURUSD)

- Modificato il 13/5/2024 07:58
Gianni Barba N° messaggi: 34026 - Iscritto da: 26/4/2020
Grafico Intraday: Euro vs United States DollarGrafico Storico: Euro vs United States Dollar
Grafico IntradayGrafico Storico
Grafico Intraday: Enel SpaGrafico Storico: Enel Spa
Grafico IntradayGrafico Storico
Grafico Intraday: Generali AssGrafico Storico: Generali Ass
Grafico IntradayGrafico Storico
Grafico Intraday: Telecom Italia SpAGrafico Storico: Telecom Italia SpA
Grafico IntradayGrafico Storico
Grafico Intraday: Intesa Sanpaolo SpaGrafico Storico: Intesa Sanpaolo Spa
Grafico IntradayGrafico Storico
Grafico Intraday: Unicredit SpaGrafico Storico: Unicredit Spa
Grafico IntradayGrafico Storico
Grafico Intraday: S&P 500Grafico Storico: S&P 500
Grafico IntradayGrafico Storico
Grafico Intraday: Ftse MibGrafico Storico: Ftse Mib
Grafico IntradayGrafico Storico
Grafico Intraday: FTSE MIB Net Total Return Lux IndexGrafico Storico: FTSE MIB Net Total Return Lux Index
Grafico IntradayGrafico Storico

.



Lista Commenti
2497 Commenti
 ...   114   ... 
2261 di 2497 - 30/4/2024 15:01
maria stella 1 N° messaggi: 5790 - Iscritto da: 29/10/2023

girlDomani 1°maggio apre il Mib? oppure fa festa??

2262 di 2497 - 30/4/2024 15:56
maria stella 1 N° messaggi: 5790 - Iscritto da: 29/10/2023

Quotando: maria stella 1 - Post #2261 - 30/Apr/2024 13:01

girlDomani 1°maggio apre il Mib? oppure fa festa??


Mi hanno detto che domani, 1° maggio, la Borsa Italiana osserverà la festa dei lavoratori e rimarrà chiusa. Questo significa che non ci saranno negoziazioni, nemmeno per il segmento After-Hours. La Borsa riaprirà con i consueti orari il giorno successivo, giovedì 2 maggio. Ricorda, il 1° maggio è un giorno importante in Italia e in molti altri paesi, dedicato a celebrare i diritti e le conquiste dei lavoratori. Quindi, è un'ottima occasione per prendersi una pausa dal trambusto dei mercati e godersi una giornata di riposo!

2263 di 2497 - 01/5/2024 12:16
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024


Borse oggi in diretta | L’orso colpisce Piazza Affari, vendite su Stellantis e Unicredit. Giù anche Btp e T bond, che cosa accade
[1]: https://www.milanofinanza.it/news/azioni-l-ai-prov... ""
[2]: https://www.morningstar.it/it/news/246429/i-magnif... ""
[3]: https://www.soldionline.it/analisi-scenario/ ""
[4]: https://www.milanofinanza.it/news/ubs-20-titoli-eu... ""
[5]: https://www.morningstar.it/it/news/244929/cosa-asp... ""
[6]: https://finanza.repubblica.it/News/2023/12/22/mef_... ""

L'intelligenza artificiale e il futuro del mercato azionario europeo
L'uso dell'intelligenza artificiale (AI) nel campo finanziario è in rapida espansione, con algoritmi sempre più sofisticati che vengono impiegati per analizzare i dati del mercato e fare previsioni. Recentemente, una fintech modenese, Axyon AI, ha applicato il suo software di intelligenza artificiale in collaborazione con MF-Milano Finanza per tentare di prevedere quali saranno i 20 titoli europei che supereranno le prestazioni del mercato nei prossimi tre mesi[1].
Questo tipo di analisi predittiva è particolarmente utile per gli investitori istituzionali, che possono sfruttare queste informazioni per ottimizzare i loro portafogli e massimizzare i rendimenti. L'AI può identificare pattern nascosti nei dati storici e attuali, che potrebbero non essere immediatamente evidenti agli analisti umani, e utilizzare queste informazioni per fare previsioni sulle performance future dei titoli.
Un esempio di successo in questo ambito è l'acronimo GRANOLAS, coniato da Goldman Sachs quattro anni fa per indicare i principali titoli del mercato europeo. Questi titoli, che includono aziende di alto valore di mercato come GSK, Roche, AstraZeneca, ASML, Nestle, Novartis, Novo Nordisk, L'Oreal, LVMH, SAP e Sanofi, sono stati identificati per la loro solida crescita degli utili, stile difensivo e bassa volatilità, margini di profitto elevati e stabili, bilanci in ordine e dividendi sostenibili[2].
L'analisi di scenario e le previsioni sui mercati finanziari sono fondamentali per navigare nell'incertezza attuale, soprattutto in un periodo in cui i mercati azionari europei mostrano segnali di prudenza dopo il rally del primo trimestre del 2024[3]. In questo contesto, l'AI gioca un ruolo cruciale nel fornire agli investitori gli strumenti per prendere decisioni informate.
UBS, ad esempio, ha recentemente assegnato la valutazione buy a una serie di titoli europei, tra cui Bechtle, Erste Bank, Kpn, Leg, Poste Italiane, Unicredit, Intesa Sanpaolo, Eiffage, Sampo, Edf, Ing, Casa, Carrefour, Amundi, Vinci, Smurfit Kappa, Allianz, Kion, Bnp Paribas e St. Gobain, tutti previsti per beneficiare di uno slancio degli utili[4].
Mentre l'AI offre prospettive promettenti, è importante ricordare che nessun modello predittivo è infallibile. Gli investitori dovrebbero sempre considerare una varietà di fattori, inclusi quelli economici, politici e sociali, prima di prendere decisioni di investimento. L'AI può essere uno strumento potente, ma deve essere utilizzato come parte di un approccio olistico alla gestione del portafoglio.
In conclusione, l'intelligenza artificiale sta trasformando il modo in cui gli investitori interagiscono con il mercato azionario, offrendo nuove opportunità per analizzare e prevedere le tendenze del mercato. Con l'evoluzione continua della tecnologia e l'accumulo di dati sempre più ampi, possiamo aspettarci che l'AI diventi un componente sempre più integrato e vitale nel mondo finanziario.


2264 di 2497 - Modificato il 01/5/2024 12:21
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024

La fintech modenese Axyon AI, che sviluppa modelli di intelligenza artificiale per i portafogli degli investitori istituzionali, si mette in gioco con MF-Milano Finanza applicando il suo software proprietario all’analisi predittiva dei titoli dell’Eurostoxx 50 | Azioni, le previsioni indovinata dall'AI nel primo trimestre

01:05L’intelligenza artificiale è in grado di prevedere la performance dei titoli in borsa? Per provare a dare una risposta la fintech modenese Axyon AI, che sviluppa modelli di intelligenza artificiale per la costruzione dei portafogli degli investitori istituzionali, si è messa in gioco con MF-Milano Finanza applicando il suo software proprietario all’analisi predittiva dei titoli dell’Eurostoxx 50, cioè le 50 società europee a maggiore capitalizzazione.

Dopo il primo trimestre, in cui la fintech ha azzeccato due titoli su tre (il 65% del totale) arriva una nuova tornata di previsioni, che per ragioni di tempistiche vanno da maggio a luglio (un trimestre, anche se non quello convenzionale). Ecco le principali.

I tre titoli in evidenza

A livello di titoli, tre in particolare destano l’attenzione del super cervellone di Axyon. Primo, la fintech olandese Adyen, che «si distingue per un punteggio di performance relativa elevato e una alta probabilità di superare le prestazioni del resto dell’indice di riferimento». I fattori principali alla base della stima? «Gli indicatori tecnici e la dispersione di mercato, che evidenziando l'eccezionale capacità di Adyen di operare efficacemente in contesti di mercato volatili».

La seconda società, anch’essa olandese, è Koninklijke Ahold Delhaize (grande distribuzione): una società che, visto il settore di appartenenza, si colloca «in una posizione vantaggiosa per gestire le incertezze economiche». E infine, il produttore francese di gas industriali Air Liquide, viste la «capacità di adattamento dell'azienda alle fluttuazioni di mercato».

  • Leggi anche: Azioni, l’AI ha provato a prevedere la performance dei titoli europei nel primo trimestre. Ecco quante ne ha indovinate

Gli altri titoli da tenere d’occhio

Oltre alle tre top picks, ci sono altri 17 titoli europei da tenere d’occhio secondo l’AI di Axyon, di cui due italiani, cioè Stellantis e Ferrari. Gli altri sono Anheuser-Busch Companies (famosa per vari marchi di birra tra cui Budweiser, Corona e Beck’s), Siemens, Wolters Kluver, Airbus, Allianz, Mercedes, Inditex, Vinci, Hermes, Basf, Danone, Lvmh, Axa, Munich Re e Sap.

Per quanto riguarda i settori di investimento, nonostante le prime posizioni della classifica siano provenienti dei settori tecnologico, «i due settori dominanti nelle top 20 aziende dell’indice sono stati beni di consumo discrezionali e il industriale», spiega l’analisi di Axyon.

  • Leggi anche: AI, ChatGpt scrive già un business plan di 40 pagine in quattro minuti. Ma il cervello umano è imbattibile: parla Mario Rasetti

Indovinare tutto sempre? Non è l’obiettivo

In tutto ciò, va precisato che l’obiettivo di Axyon non è quello di indovinare sempre a ogni costo, ma quello di «fare tante piccole scommesse, alcune delle quali saranno sbagliate, ma scommettendo sul fatto che la maggior parte sia corretta al fine di ottenere complessivamente un guadagno», spiega la fintech emiliana. Per fare ciò, «il modello utilizza come input una grande quantità di dati al fine di individuare relazioni per stimare i rendimenti attesi dei titoli, indici, Etf dei portafogli modello». (riproduzione riservata)

2265 di 2497 - 01/5/2024 12:23
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024

I Magnifici 7 titoli europei sono redditizi e più economici di quelli USA

market

Quattro anni fa, gli analisti di Goldman Sachs hanno ideato l'acronimo GRANOLAS per indicare i principali titoli del mercato europeo. Ecco le loro caratteristiche.

Jocelyn Jovene20/02/2024 | 13:19
FacebookTwitterLinkedIn
Font-Size

Mentre i "Magnifici Sette" sono esclusivamente titoli tecnologici, le loro controparti europee sono più piccole in termini di valore di mercato, più diversificate, molto redditizie e in media più economiche.

Nel 2020, la banca d'investimento Goldman Sachs ha ideato l’acronimo GRANOLAS per indicare i seguenti titoli

- GSK (GSK)
- Roche (ROG)
- AstraZeneca (AZN)
- ASML (ASML)
- Nestle (NESN)
- Novartis (NOVN)
- Novo Nordisk (NOVO B)
- L'Oreal (OR)
- LVMH (MC)
-AstraZeneca (AZN)
- SAP (SAP)
- Sanofi (SAN)

Cosa hanno in comune i titoli Granolas?

Queste società, oltre a essere quelle con il più alto valore di mercato in Europa, presentano anche diverse caratteristiche: solida crescita degli utili; stile difensivo e bassa volatilità; margini di profitto elevati e stabili; bilanci in ordine; dividendi sostenibili.

In un report pubblicato il 28 aprile 2020, gli strategist della banca hanno scritto: "Negli Stati Uniti, il settore tecnologico rimarrà probabilmente il vincitore nel lungo termine. In Europa, invece, è più probabile che si realizzi una combinazione di comparti strutturalmente forti e/o stabili: salute, beni di consumo e tecnologia. I titoli più importanti di queste industrie li abbiamo soprannominati "GRANOLAS": GlaxoSmithKline, Roche, ASML, Nestle, Novartis, Novo Nordisk, L'Oreal, LVMH, AstraZeneca, SAP, Sanofi. Magari non tutti stanno performando bene, ma in genere presentano una certa crescita e/o stabilità degli utili e un dividend yield attorno al 2-2,5%".

La banca ha aggiornato le sue opinioni la scorsa settimana, sottolineando che i titoli GRANOLAS hanno poco da invidiare ai "Magnifici Sette" statunitensi, espressione attribuita allo strategist di Bank of America Michael Hartnett, in riferimento a un film degli anni '60.

Partendo dalla loro ricerca, abbiamo esaminato le società dell'indice Morningstar Europe con il più alto valore di mercato e abbiamo estratto i dati relativi alle valutazioni e ai fondamentali da altri database per comprendere i fattori alla base della sovraperformance, guardando indietro al 2021.

2266 di 2497 - Modificato il 01/5/2024 12:26
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024

Mercati finanziari, si naviga nell'incertezza

di Redazione Lapenna del Web29 apr 2024 ore 10:38Le news sul tuo Smartphone
scenario-politicoMatteo Ramenghi - Chief Investment Officer, UBS WM Italy, UBS Europe SE, Succursale Italia - sostiene che in questa fase si debba navigare nell’incertezza sia sul fronte economico che geopolitico. L'esperto sottolinea che quando il quadro è così incerto e intervengono così tante variabili, l'approccio del team UBS è di elaborare diversi scenari assegnando probabilità e cercando di capire quali asset class potrebbero risultare favorite o penalizzate. Così facendo, Matteo Ramenghi sostiene di poter mitigare la tendenza naturale a dare più peso agli scenari negativi, cosa che può influenzare negativamente le decisioni.
Secondo Matteo Ramenghi questi scenari suggeriscono che le prospettive per il mercato azionario siano bilanciate e inducono il team a mantenere un’allocazione alle azioni allineata al livello neutrale,
All’interno del mercato azionario l'esperto vede migliori opportunità per le società di qualità (intendendo quelle con buona redditività e basso indebitamento), che spesso includono la tecnologia; inoltre, Matteo Ramenghi si aspetta anche un recupero da parte delle small cap (le società a piccola capitalizzazione), che negli ultimi mesi sono rimaste indietro nonostante siano destinate a beneficiare maggiormente dai tagli dei tassi d’interesse.
Matteo Ramenghi continua a suggerire di bloccare i rendimenti a medio-lungo termine su obbligazioni di buona qualità per garantirsi ritorni elevati anche una volta che i tassi saranno scesi, anche grazie al fatto che questo tipo di obbligazioni ha una natura anticiclica e le valutazioni potrebbero apprezzarsi qualora le banche centrali accelerassero i tagli dei tassi d’interesse a fronte di un deterioramento economico.
logo-invibes-grey.svg
Con riferimento alle materie prime. l'esperto favorisce il petrolio, perché intravede una carenza di offerta e, in ottica difensiva, il greggio rappresenta spesso l’anello di congiunzione tra la geopolitica e i mercati finanziari. Il bene rifugio per eccellenza è l’oro, che a parer dell'esperto, può essere utilizzato in una fase come questa, nonostante i recenti rialzi.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
2267 di 2497 - 01/5/2024 12:28
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024

Tre le ragioni per cui i titoli con un'esposizione nazionale sono da sovrappesare: una maggior crescita del pil in Europa, un rafforzamento dell'euro e il trend degli utili più debole per i titoli domestici che sta cambiando direzione. Unicredit, Eiffage e Carrefour (tutte coperte con un rating buy) tra le favorite della banca d'affari

"Resta a casa" è anche il monito degli analisti di Ubs, che consigliano agli investitori un'esposizione ai titoli del Vecchio Continente piuttosto che a quelli internazionali. Dopo aver raccolto stime sui ricavi di 387 player europei con una capitalizzazione di mercato di 11,6 trilioni di euro e che rappresentano il 92% delle aziende presenti nell'indice MSCI Europe, gli esperti del colosso svizzero hanno aggiornato la loro esposizione. "Dato che oltre la metà dei ricavi aziendali in Europa proviene dall'estero e date le variazioni nella fase del ciclo e nel potere di determinazione dei prezzi, vediamo l'esposizione delle vendite regionali come un fattore chiave per la performance delle azioni", spiegano gli analisti.

2268 di 2497 - 01/5/2024 12:29
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024

A detta di Ubs, le azioni europee più esposte ai mercati emergenti dovrebbero presentare nei prossimi due anni un tasso di crescita degli utili del 13,6% ma verrebbero scambiate a un multiplo prezzo/utile pari a 24,1 con un premio del 54% rispetto al mercato. La convenienza diventa meno evidente se si considera il trade-off tra il Roe (indice di redditività del capitale proprio) e il multiplo pagato per quest'ultimo, ma i titoli con un’elevata esposizione in Eurozona risultano interessanti anche su questo fronte.

Per rispondere alla domanda quali regioni sono value e quali growth gli analisti hanno effettuato un'analisi considerando sia il numero netto di azioni nell'indice value sia quello nell'indice growth come percentuale delle azioni totali nella lista per ricavare un valore nett". "Per le analisi dei value e dei growth utilizziamo semplicemente gli indici dello Stoxx Total Market che annoverano 800 titoli come value e circa 600 come growth su un totale 1.800 titoli nell'indice europeo complessivo", precisano a Ubs. Le azioni esposte localmente hanno un peso più elevato nella categoria value mentre quelle più esposte ai mercati emergenti lo hanno nella growth.

2269 di 2497 - 01/5/2024 12:29
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024

Gli esperti riportano tre ragioni che spiegano perché i titoli con un'esposizione nazionale siano da sovrappesare. La prima è legata alle stime di crescita del pil dell'Eurozona che risultano superiori a quelle globali per gran parte del 2022, caso eccezionale se si considera la storia degli ultimi 10 anni. Passando alla seconda ragione, fino al 2016 i titoli nazionali e quelli internazionali tendevano a essere scambiati a multipli simili, ma al momento l'Europa vanta un premio di crescita rispetto al resto del mondo, mentre le valutazioni relative alle azioni internazionali sono vicine ai minimi da 20 anni.

Infine, per la maggior parte di quest'anno il trend degli utili è stato più debole per i titoli domestici, ma sembra che la situazione stia cambiando direzione dato che il loro tasso di crescita per i prossimi due anni è solo di 2 punti percentuali inferiore a quello del gruppo internazionale (9% vs 11%). A ciò si aggiunge un ulteriore impulso provocato dal rafforzamento dell'euro. A tal proposito, Ubs stima un cambio euro/dollari pari a 1,25 entro la fine del prossimo anno.

2270 di 2497 - Modificato il 01/5/2024 12:32
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024
Alla luce di queste premesse, "selezioniamo i titoli europei con un'elevata esposizione al reddito nazionale (ovvero oltre il 60%) e con uno slancio degli utili superiore al mercato a cui abbiamo assegnato rating buy o neutral".
In particolare Ubs ha assegnato la valutazione buy a Bechtle (target price di 63,8 euro), Erste Bank (40,4 euro), Kpn (2,6 euro), Leg (128,7 euro),
Poste Italiane (12,1 euro), Unicredit (11,4 euro), Intesa Sanpaolo (2,5 euro),
Eiffage (87,7 euro), Sampo (44 euro), Edf (12,9 euro), Ing (13,3 euro),
Casa (12,7 euro),
Carrefour (15,8 euro), Amundi (76,6 euro), Vinci (91,3 euro),
Smurfit Kappa (46 euro),
Allianz (204,8 euro), Kion (100,6 euro),
Bnp Paribas (59,5 euro) e St. Gobain (61,6 euro). (riproduzione riservata)
Orario di pubblicazione: 05/12/2021 15:25
Ultimo aggiornamento: 05/12/2021 15:25
2271 di 2497 - Modificato il 02/5/2024 10:39
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024

MEF valuta "una o più emissioni" di BTP Valore e BTP Italia nel 2024

103409.t.W600.H340.M4.jpg22 dicembre 2023 - 15.54
(Teleborsa) - Il Tesoro prevede nel 2024 emissioni lorde complessive di titoli a medio lungo termine in un intervallo tra i 340 ed i 360 miliardi di euro, in linea con quelle del 2023, e continuerà a proporre strumenti dedicati al retail, in considerazione dell'ottimo riscontro ricevuto dal mercato sulle emissioni dedicate al pubblico dei risparmiatori retail nel 2023 e tenuto conto anche del generale contesto di tassi di interesse più elevati rispetto al recente passato. Lo comunica il Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF), pubblicando il calendario 2023 del Debito Pubblico e le Linee Guida per la gestione del Debito Pubblico.
L'andamento 2023
Nel 2023 sono state effettuate emissioni di titoli a medio-lungo termine per un totale di poco inferiore ai 360 miliardi di euro, di cui 16,5 in concambio. Di conseguenza, le emissioni al netto dei concambi sono state pari a 343 miliardi di euro. Le emissioni BOT sono risultate pari a circa 156 miliardi di euro. Sono stati quindi emessi complessivamente titoli per un ammontare di poco inferiore ai 516 miliardi di euro.
Il costo medio annuo all'emissione, al termine dei collocamenti del 2023, coerentemente con lo scenario globale di rialzo dei tassi, risulta essere stato pari al 3,76%, in aumento rispetto all'1,71% del 2022. La vita media a fine anno resta stabile intorno ai 7 anni (6,97 anni, rispetto ai 7,04 anni del 2022). Il dato migliora ulteriormente se si considerano anche i finanziamenti europei SURE e NGEU. In questo caso la vita media passa da 7,31 del 2022 ai 7,25 anni di fine 2023.
Le previsioni 2024
Nel 2024 le esigenze di finanziamento saranno determinate dalle scadenze dei titoli in circolazione che, al netto dei BOT, saranno pari a circa 265 miliardi di euro e dal nuovo fabbisogno del settore statale dell'anno che, in base alle stime preliminari di finanza pubblica coerenti con la NADEF di settembre e il Draft Budgetary Plan 2024 dello scorso ottobre, dovrebbe attestarsi intorno ai 130 miliardi di euro.
Tenendo conto dei prestiti del pacchetto NGEU e dell'attività di gestione delle disponibilità di cassa, che beneficerà anche delle entrate della quarta rata NGEU in arrivo proprio a chiusura del 2023, le informazioni attualmente disponibili consentono di prevedere emissioni lorde complessive di titoli a medio lungo termine in un intervallo tra i 340 ed i 360 miliardi di euro, quindi in linea con quelle del 2023.
I principali obiettivi
La politica di emissione e gestione del debito nel 2024 sarà orientata principalmente al conseguimento dei seguenti obiettivi: a) garantire copertura del fabbisogno a costi il più possibile in linea con l'andamento del mercato; b) consolidare i risultati già acquisiti in termini di esposizione ai principali rischi, in particolare quello di tasso di interesse e di rifinanziamento, anche attraverso la progressiva e graduale riduzione delle emissioni nel tratto a breve della curva dei rendimenti; c) contribuire ad un progressivo miglioramento delle condizioni di liquidità del mercato secondario; d) proseguire nell'efficiente gestione delle giacenze liquide del Tesoro.
La strategia
A tal fine, la strategia del Tesoro sul mercato si svilupperà nei prossimi mesi mediante: a) l'impegno a garantire prevedibilità e regolarità delle emissioni su tutti i principali segmenti dei titoli domestici; b) la calibrazione dei volumi offerti al mercato in modo da dare maggiore peso ai settori con migliore liquidità sul secondario e più profondità di domanda; c) il proseguimento dell'offerta dedicata agli investitori retail, volta ad ampliare la loro partecipazione diretta al debito pubblico, anche mediante nuovi strumenti; d) l'ulteriore sviluppo del comparto dei BTP Green attraverso un volume complessivo di emissioni utile a favorire la liquidità dei singoli titoli e le necessità degli investitori specializzati ESG; e) l'uso di strumenti di liability management (come i concambi ed i buyback); f) il monitoraggio dell'evoluzione dei mercati in valuta estera da sfruttare sia in formato Global che in formato EMTN, con un particolare focus sui collocamenti in dollari, in presenza di condizioni economiche favorevoli.
I singoli titoli
Per quanto riguarda le emissioni dei singoli titoli, il MEF spiega che riguardo il BTP Valore - la nuova famiglia di titoli di Stato dedicata esclusiva-mente ai risparmiatori individuali e affini - ha effettuato due emissioni nel corso del 2023, nei mesi di giugno e ottobre, per un ammontare complessivo pari a oltre 35 miliardi, riscontrando un vasto apprezzamento da parte del mercato. "Questa nuova classe di titoli può avere diverse strutture finanziarie e nel 2024, ove se ne riscontrino le condizioni ed in ragione delle esigenze di finanziamento, il Tesoro valuterà l'opportunità di effettuare una o più emissioni di BTP Valore, riservandosi massima discrezionalità nel valutare in prossimità del collocamento la struttura finanziaria più opportuna circa la scadenza, tipologia e periodicità di pagamento delle cedole e il premio extra finale di fedeltà, riservato agli investitori retail che acquistano il titolo all'emissione e lo detengono fino a scadenza", si legge nel documento.
Nel 2024 verranno invece a scadenza due BTP Italia per complessivi 12 miliardi di euro circa. Tenuto conto dei volumi in scadenza, al fine di continuare a soddisfare la domanda degli investitori istituzionali e retail e di fornire uno strumento ormai consolidato di protezione dei loro risparmi, il Tesoro "valuterà l'opportunità di effettuare una o più emissioni di BTP Italia nel corso dell'anno, riservandosi la mas-sima flessibilità nella scelta della scadenza più opportuna per il nuovo titolo".
Verrà invece valutata "attentamente" per l'anno prossimo la possibilità di effettuare un nuovo collocamento del BTP Futura, "sulla base delle condizioni di mercato e della domanda verso lo strumento".
Infine, nel 2024 il Tesoro proseguirà con il suo programma di emissioni di BTP Green "per volumi allineati alla media di questi tre anni di emissione fornendo liquidità ai titoli esistenti e valutando la possibilità di collocare un nuovo titolo mediante sindacato".
2272 di 2497 - 02/5/2024 11:31
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024

La Mano Grande e Grassa dovrebbe gonfiare Tim e non D'Amico!!!

2273 di 2497 - 02/5/2024 11:42
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024

FIUCIAR DOW

SELL 38030.7

BUY 38034.3

143.4pti (+0.38%)

Max: 38089.8

Min: 37874.7

2274 di 2497 - 02/5/2024 15:59
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024

Segui la panoramica su base mensile dei principali indici azionari, su tutti FTSE Mib, S&P 500 e Nasdaq, con il contributo di Calogero Selvaggio, analista e parte del Team Italia di Investing.com.

2275 di 2497 - 02/5/2024 16:27
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024

BITBorsa Italiana
BITMOTBorsa Italiana
DBIDBI Indices
DOWIIndici Dow Jones
NYSEBorsa di New York (NYSE)
NASDAQNASDAQ
AMEXBorsa Americana (AMEX)
2276 di 2497 - 02/5/2024 17:14
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024

Oggi va su ISP e domani va su TIM....un pò per'uno

2277 di 2497 - 03/5/2024 10:01
Arciducacontelupogufocorvo N° messaggi: 1489 - Iscritto da: 18/3/2024

Vi avevo avvisatotophat

2278 di 2497 - 03/5/2024 12:20
MULTYNYCK N° messaggi: 5896 - Iscritto da: 10/10/2021

Questi 3 titoli sono tra le migliori scelte per questo mese, azioni in crescita da valutare del panorama italiano e non solo che hanno ottenuto un buon “rating di salute” su InvestingPro (parametrati rispetto a oltre 100 fattori finanziari e indicatori di società dello stesso settore), nonché dalle nostre stime del Fair Value (basate su molteplici modelli di investimento sovrapposti) e delle valutazioni degli analisti.

Quindi, se sei in cerca di titoli da inserire nella tua watchlist, queste azioni potrebbero avere una forte crescita nel breve-medio periodo e meritano tutte un’occhiata dettagliata...

>>> Vai all'articolo in Academy per visualizzarli, cliccando >>> QUI

Alla prossima!

2279 di 2497 - 03/5/2024 14:36
MULTYNYCK N° messaggi: 5896 - Iscritto da: 10/10/2021

URKAAAA ENEL VI AVEVO AVVISATIsunglasses

2280 di 2497 - Modificato il 03/5/2024 17:00
MULTYNYCK N° messaggi: 5896 - Iscritto da: 10/10/2021

Sogefi SpA


– Punteggio salute di InvestingPro : 4/5
– Fair Value di InvestingPro : 4,06 / rialzo del +39,7%
– Incertezza: MEDIO
– Settore: Automobili e componenti
Sogefi è una società con sede in Italia impegnata nel settore automobilistico. La Società è principalmente impegnata nella produzione di parti dei veicoli a motore.
Offre un elevato rendimento per gli azionisti, è ‎24,4%‏ ed è al di sopra degli competitors, ricevendo un ritorno significativo sul loro investimento nella società. Il rendimento per gli azionisti è una misura che combina dividendi, che hanno un rendimento del ‎6,8%, riacquisti netti di azioni e riduzione del debito. Inoltre è scambiato a un basso multiplo di utili, significa che il prezzo del titolo è basso rispetto ai suoi utili per azione (EPS). Questo viene spesso valutato utilizzando il rapporto prezzo/utili (P/E) che in questo caso è ‎5,0x‏.
Gli esperti prevedono che l’azienda sarà redditizia nell’anno in corso, suggeriscono che guadagnerà più entrate di quante spese sosterrà. Questo è generalmente considerato un segnale positivo, o rialzista, perché la redditività è un fattore cruciale nella capacità di un’azienda di crescere, pagare dividendi o reinvestire nella propria attività. La previsione dei redditi netti è ‎di 59,09 M‏, in trend rialzista negli ultimi anni ma ancora al di sotto di quello dei competitor.
La performance degli ultimi 5 anni del titolo risulta positiva, oltre il +100%, e la società ha registrato un significativo rialzo dei prezzi negli ultimi sei mesi, +88%, si tratta di un riflesso del momentum positivo.
2497 Commenti
 ...   114   ... 
Titoli Discussi
FX:EURUSD 1.07 0.3%
BIT:ENEL 6.32 -0.3%
BIT:G 22.80 0.9%
BIT:TIT 0.23 1.2%
BIT:ISP 3.37 1.1%
BIT:UCG 33.16 1.9%
SPI:SP500 0.00 0.0%
BITI:FTSEMIB 32,929 0.8%
BITI:FTSEMIBN 64,087 0.8%

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

ADVFN Network