Bilancio - Dati Fondamentali Atlantia

Nome Compagnia:Atlantia
Descrizione:
Atlantia è la holding che controlla Autostrade per l'Italia e Aeroporti di Roma. Il gruppo opera nella costruzione e nella gestione, in regime di concessione, di autostrade e trafori a pedaggio, oltre alla produzione e all'erogazione di servizi direttamente o indirettamente connessi al servizio autostradale, posizionandosi tra i primi gruppi in Europa. Inoltre a partire dal 1° dicembre 2013 è efficace la fusione per incorporazione di Gemina in Atlantia che ha consentito l’ingresso del gruppo nel settore aeroportuale con la gestione di due aeroporti in Italia (Fiumicino e Ciampino) e circa 47 milioni di passeggeri all’anno. La rete autostradale gestita dal gruppo ammonta complessivamente a oltre 5.000 km di autostrade a pedaggio in Italia, Brasile, Cile, India e Polonia, con più di 5 milioni di clienti al giorno. Le società concessionarie autostradali in Italia controllate da Autostrade per l’Italia sono: Autostrade Meridionali (Napoli - Salerno), Tangenziale di Napoli, Società Autostrada Tirrenica, Società Italiana per Azioni per il Traforo del Monte Bianco e Raccordo Autostradale Valle D'Aosta. Il gruppo opera all’estero in Polonia tramite Stalexport Autostrada Malopolska, in America del Sud (in Cile tramite il gruppo Costanera e in Brasile tramite il gruppo Atlantia Bertin Concessoes) e in India tramite Pune-Solapur Expressway, inoltre tramite Azzurra Aeroporti controlla in Francia gli aeroporti della Costa Azzurra. Nel settore industriale il gruppo è attivo nella progettazione di opere stradali nella pavimentazione e manutenzione stradale, mentre nei servizi integrati per la mobilità e la comunicazione offre informazioni sulle condizioni del traffico lungo la rete autostradale ed opera anche nella progettazione e realizzazione sul sedime autostradale di siti attrezzati per ospitare antenne e impianti di telecomunicazioni di diversi gestori.
Amm. Delegato:Giovanni CastellucciIndirizzo Web:www.atlantia.it
Presidente:Fabio CerchiaiTel:06 44172652
Indirizzo:Via Antonio Nibby, 20Fax:06 44172645
Comune:RomaEmail:investor.relations@atlantia.it
Nazione:ItaliaISIN:IT0003506190
CAP:00161
 Prezzo Variazione [%] Denaro Lettera Volume Max Min
 20,88 -0,26 [-1,23%] 20,9 20,92 2.441.186 21,57 20,89
 Aper Chiusura Prec. Cap. di mercato Azioni circolanti VWAP ROE (%) Osc 52 Sett
 21,37 21,14 17.242.369.711 825.783.990 21,10 9,69 17,73-24,95

Valori Principali

(alla chiusura precedente)
Chiusura Precedente21,14
Cap. di mercato17.457.073.549
Azioni circolanti825.783.990
Azioni Privilegiate circolanti-
Azioni Risparmio circolanti-
Azioni Risparmio Convertibili circolanti-

Andamento prezzo azioni 5 anni

Andamento Prezzo Azione

Periodo MaxMin
1 Settimana21,5719,94
4 Settimane22,7719,47
12 Settimane23,0019,47
1 Anno24,9517,73
3 Anni28,6116,94
5 Anni28,6116,94

Grafico Azionisti

Sintesi di Bilancio (in migliaia di euro)

31/12/201831/12/201731/12/201631/12/2015
Ricavi delle Vendite e delle Prestazioni6.916.0005.966.0005.484.0005.304.000
EBITDA4.205.0003.690.0003.378.0003.215.000
EBIT2.243.0002.578.0002.315.0002.212.000
Risultato di pertinenza del Gruppo818.0001.172.0001.122.000853.000
Risultato Netto1.083.0001.432.0001.238.000975.000
Cash Flow2.440.0002.444.0002.194.0001.893.000
Patrimonio Netto Complessivo16.331.74711.762.9789.923.1208.482.816
Posizione Finanziaria Netta-42.194.469-11.818.748-13.921.611-12.206.606
RISULTATI 2018 - I risultati 2018 del gruppo Atlantia non sono pienamente comparabili con quelli dell’esercizio precedente in quanto includono, nell’ultimo bimestre, il consolidamento del gruppo Abertis a seguito del perfezionamento, il 29 ottobre 2018, dell’acquisizione di Abertis Infraestructuras SA.
I ricavi sono complessivamente saliti del 15,9% (da 5.966 a 6.916 milioni), ed in tale ambito i ricavi da pedaggio sono aumentati del 19% a 4.992 milioni, i ricavi per servizi aeronautici del 5,3% a 834 milioni e gli altri ricavi operativi dell’11,3% a 1.090 milioni.
Non considerando Abertis i ricavi sarebbero saliti del 2%.
Nel periodo il traffico autostradale sulla rete italiana del gruppo è salito dello 0,2% (+0,5% tenendo conto che nel 2018 vi è stato un impatto negativo delle precipitazioni nevose), mentre sulla rete estera (non includendo Abertis) è salito del 2,7% (in particolare +4,6% in Cile, +0,7% in Brasile e +5,2% in Polonia).
Il traffico passeggeri di Aeroporti di Roma è aumentato del 4,2% a 42 milioni di passeggeri, mentre il traffico passeggeri dell’aeroporto di Nizza, in concessione ad Aeroports de la Cote d’Azur, è salito del 4,1% a 13,9 milioni di passeggeri.
Complessivamente i ricavi operativi delle attività autostradali italiane sono aumentati del 2% a 4.004 milioni ed in particolare i ricavi netti da pedaggio del 2% a 3.658 milioni, andamento riconducibile all’applicazione degli adeguamenti tariffari annuali ed all’effetto positivo derivante dalla crescita del traffico e dal suo mix (l’esenzione del pedaggio nell’area genovese ha portato a minori ricavi per 7 milioni).
Per le attività autostradali estere (sempre non considerando Abertis) i ricavi operativi sono scesi del 3% a 626 milioni (ma +6% al netto dell’effetto cambi, grazie agli adeguamenti tariffari ed alla crescita del traffico in tutte le aree considerate e nonostante lo sciopero degli autotrasportatori in Brasile a maggio 2018 con la conseguente misura di esenzione del pedaggiamento degli assi sospesi adottata dallo Stato di San Paolo).
I ricavi da pedaggio di Abertis sono ammontati a 754 milioni.
I ricavi delle attività aeroportuali italiane sono saliti del 5% a 935 milioni ed in particolare quelli per servizi aeronautici sono aumentati del 5% a 667 milioni per effetto dell’andamento crescente del traffico passeggeri.
Gli altri ricavi operativi sono saliti del 3% a 268 milioni grazie al positivo andamento dei ricavi commerciali su tutte le linee di business e dei ricavi da subconcessioni immobiliari.
Quanto alle attività aeroportuali estere, i ricavi sono salti del 9% a 305 milioni, di cui 167 per servizi aeronautici (+5% grazie alla significativa crescita del traffico e ai movimenti di general aviation) e 138 per servizi commerciali (+13,1% per l’andamento positivo dei ricavi commerciali e dei parcheggi e per l’impatto, pari a 5 milioni, della cessione di un’area dell’aeroporto di Nizza nell’ambito di accordi di scambio di aree per progetti di sviluppo immobiliare).
Gli altri ricavi operativi del gruppo sono aumentati dell’11,3% a 1.090 milioni, di cui 73 riferiti ad Abertis.
I costi operativi netti del gruppo sono aumentati in misura molto superiore ai ricavi, e includono 277 milioni di Abertis; in particolare i costi per servizi sono balzati del 38,3% a 1.206 milioni, incremento dovuto agli interventi ciclici di manutenzione realizzati dalle concessionarie brasiliane Triangulo do Sol e Rodovias das Colinas, nonché agli oneri conseguenti al crollo di una sezione del Viadotto Polcevera.
Lieve aumento degli oneri concessori (+3,7% a 532 milioni, di cui 10 riferiti ad Abertis) in relazione ai maggiori volumi di traffico.
Il costo del lavoro netto è aumentato del 9,2% a 973 milioni ma, escludendo il dato di Abertis pari a 108 milioni, vi sarebbe stata una flessione per il minor fair value dei piani di incentivazione del management, un minor numero medio di dipendenti e una maggiore quota di costo capitalizzata.
Comunque l’ebitda del gruppo è aumentato del 14% a 4.205 milioni e, in tale ambito, quello delle attività autostradali estere è sceso del 5% a 457 milioni (+3% a cambi costanti), quello delle attività aeroportuali italiane è salito del 6% a 580 milioni e quello delle attività aeroportuali estere del 14,9% a 139 milioni.
Gli ammortamenti, svalutazioni e ripristini di valore del gruppo sono aumentati da 1.012 a 1.357 milioni, di cui 222 riferiti ad Abertis.
Inoltre gli accantonamenti a fondi ed altri stanziamenti rettificativi sono passati da 100 a ben 605 milioni per l’aggiornamento della stima del valore attuale degli interventi futuri di rinnovo dell’infrastruttura in concessione di Aéroports de la Cote d’Azur ma, soprattutto, per la presenza di 437 milioni di oneri relativi agli accantonamenti iscritti da Autostrade per l’Italia a seguito del crollo di una sezione del Viadotto Polcevera.
Così, l’ebit del gruppo è passato da 2.578 a 2.243 milioni (-13%).
Il saldo complessivo negativo della gestione finanziaria è peggiorato da 513 a 724 milioni in presenza, al 31/12/2018, di un indebitamento finanziario netto pari a 42.194 milioni (a fronte di 11.819 milioni a fine 2017), incremento essenzialmente dovuto agli impatti connessi all’acquisizione e al consolidamento del gruppo Abertis e, in una transazione separata, dell’acquisto della partecipazione in Hochtief per 2.411 milioni.
L’incremento degli oneri finanziari netti è dovuto, in primo luogo, all’apporto degli oneri finanziari del gruppo Abertis (148 milioni) nonché degli interessi passivi e la quota di oneri accessori rilevati da Abertis HoldCo correlati all’acquisizione (per 176 milioni).
L’utile ante imposte è così sceso del 26,4% a 1.519 milioni.
L’incidenza fiscale è passata dal 30,6% al 29% (in presenza di imposte scese da 632 a 440 milioni), in quanto nel 2017 erano presenti le imposte (pari a 46 milioni) da sostenere con riferimento alla distribuzione del dividendo straordinario in natura da Autostrade per l’Italia ad Atlantia mediante assegnazione delle partecipazioni azionarie in Autostrade dell’Atlantico e Autostrade Indian Infrastructure Development.
Dopo l’imputazione a terzi di una quota di utile di competenza passata da 260 a 265 milioni, l’utile netto si è attestato a 818 milioni, il 30,2% in meno rispetto ai 1.172 milioni al 31/12/2017.
Il dividendo, pari a 0,9 euro per azione, viene distribuito in unica soluzione il 22 maggio 2019.

Stato Patrimoniale

31/12/201831/12/201731/12/201631/12/2015
Avviamento21.322.5224.548.7564.548.7864.382.789
Attività immateriali36.304.35522.875.80523.654.31020.461.799
Immobilizzazioni Materiali694.925302.291288.878230.813
Investimenti Immobiliari8445082.202929
Partecipazioni e altre attività finanziarie8.134.7852.583.0992.528.2901.878.141
Altre Attività non Correnti1.735.6071.266.1681.432.4871.588.189

Totale Attività non Correnti

68.193.03831.576.62732.454.95328.542.660
Rimanenze118.47095.00268.26673.863
Crediti Commerciali2.268.2201.703.1061.603.4731.394.896
Altre Attività Correnti1.502.478266.541302.673288.361
Liquidità e Disponibilità Finanziarie6.027.9076.404.9234.159.5813.776.227

Totale Attività Correnti

9.917.0758.469.5726.133.9935.533.347
Attività destinate alla vendita1.563.46811.06112.32544.985

Totale Attivo

79.673.58140.057.26038.601.27134.120.992
Capitale Sociale825.784825.784825.784825.784
Azioni Proprie7.8197.9825.4362.402
Riserve6.805.9816.782.5755.281.5215.123.252
Utile (Perdite) d'Esercizio818.0001.172.0001.122.000853.000

Patrimonio Netto di Gruppo

8.441.9468.772.3777.223.8696.799.634
Patrimonio netto di Terzi7.889.8012.990.6012.699.2511.683.182

Patrimonio netto Complessivo

16.331.74711.762.9789.923.1208.482.816
Debiti Finanziari a Lungo Termine44.151.38815.969.83514.832.31114.044.199
Fondo TFR e altri fondi del personale291.261142.296148.579152.437
Fondo per rischi e oneri5.153.1544.384.8924.697.5094.717.599
Altre passività non correnti3.772.2252.361.7702.443.0391.799.959

Totale Passività non correnti

53.368.02822.858.79322.121.43820.714.194
Debiti Finanziari a Breve Termine4.070.9882.253.8363.248.8811.938.634
Debiti Commerciali2.139.3001.581.7731.636.6451.577.908
Altre Passività correnti3.224.9781.593.6141.664.8011.401.261

Totale Passività correnti

9.435.2665.429.2236.550.3274.917.803
Passività correlate ad attività destinate alla vendita538.5406.2666.3866.179

Totale passivo

79.673.58140.057.26038.601.27134.120.992

Conto Economico - Profit & Loss

31/12/201831/12/201731/12/201631/12/2015
Ricavi delle vendite e delle prestazioni6.916.0005.966.0005.484.0005.304.000
Altri ricavi----

Totale ricavi

6.916.0005.966.0005.484.0005.304.000
Costo del venduto----
Utile lordo industriale----
Spese generali e amministrative----
Spese di ricerca e sviluppo----
Spese di vendita----
Altri ricavi (costi) operativi netti----
Altri proventi (oneri) non ricorrenti----
Variazione delle rimanenze----
Consumi di materie prime----
Costo del personale973.000891.000812.000866.000
Costi per servizi1.206.000872.000799.000832.000
Altri costi operativi532.000513.000495.000477.000
Altri proventi non ricorrenti---86.000
Altri oneri non ricorrenti----
EBITDA4.205.0003.690.0003.378.0003.215.000
Ammortamenti1.357.0001.012.000956.000918.000
Accantonamenti per rischi, oneri e svalutazioni605.000100.000107.00085.000
EBIT2.243.0002.578.0002.315.0002.212.000

Saldo gestione finanziaria

-724.000-513.000-539.000-774.000
a) Proventi Finanziari109.00073.00067.00063.000
b) Oneri Finanziari837.000584.000599.000819.000
c) Altri Proventi (Oneri) Finanziari4.000-2.000-7.000-18.000
Ripristini (svalutazioni) / Plusvalenze (Minusvalenze)----

Risultato prima delle imposte

1.519.0002.065.0001.776.0001.438.000
Imposte sul reddito440.000632.000533.000470.000
Risultato netto attività di funzionamento1.079.0001.433.0001.243.000968.000
Risultato attività destinata a cessare4.000-1.000-5.0007.000

Risultato netto

1.083.0001.432.0001.238.000975.000
Risultato di pertinenza di terzi265.000260.000116.000122.000
Risultato di pertinenza del Gruppo818.0001.172.0001.122.000853.000
La tua Cronologia
BIT
ATL
Atlantia
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Per accedere al tempo reale push di Borsa è necessario registrarsi.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V:it D:20191216 02:52:28