Bilancio - Dati Fondamentali Atlantia

Nome Compagnia:Atlantia
Descrizione:
Il gruppo Atlantia opera nella costruzione e nella gestione, in regime di concessione, di autostrade e trafori a pedaggio, oltre alla produzione e all'erogazione di servizi direttamente o indirettamente connessi al servizio autostradale. Nel 2018 Atlantia ha portato a compimento l’acquisizione del gruppo Abertis e la rete autostradale gestita dal gruppo ammonta oggi a 14.000 km di autostrade a pedaggio in 22 paesi nel mondo. Dopo il tragico crollo di una sezione del viadotto Polcevera a Genova, avvenuta il 14 agosto 2018, è in corso un contenzioso fra Atlantia e il Governo italiano (Presidenza del Consiglio, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Ministero dell’Economia e delle Finanze) il cui esito è ancora incerto. Atlantia ha costituito la società Autostrade Concessioni e Costruzioni (da quotarsi in Borsa) funzionale alla scissione di Autostrade per l’Italia, ma ha anche avviato una procedura alternativa che prevede la vendita diretta dell’intera quota dell’88,06% del capitale di Autostrade per l’Italia tramite processo competitivo. A seguito di tali operazioni Atlantia diverrà una holding strategica di partecipazioni. Atlantia opera inoltre nel settore aeroportuale con la gestione di due aeroporti in Italia (Fiumicino e Ciampino), e, tramite Azzurra Aeroporti controlla in Francia gli aeroporti della Costa Azzurra (Nizza, Cannes-Mandelieu e Saint Tropez). Il gruppo serve complessivamente circa 60 milioni di passeggeri all’anno. Le società concessionarie autostradali in Italia controllate da Autostrade per l’Italia sono: Autostrade Meridionali (Napoli - Salerno), Tangenziale di Napoli, Società Autostrada Tirrenica, Società Italiana per il Traforo del Monte Bianco e Raccordo Autostradale Valle D'Aosta. Il gruppo opera all’estero in Polonia tramite Stalexport Autostrada Malopolska, in America del Sud (in Cile tramite il gruppo Costanera e Los Lagos, e in Brasile tramite il gruppo Atlantia Bertin (AB) Concessoes) e in India tramite Pune-Solapur Expressway.Con l’acquisizione di Abertis le concessioni in Italia sono: Autostrada Brescia Padova, in Francia: Sanef e sapn, oltre alle numerose presenti in Spagna, Porto Rico, Argentina; Brasile (Gruppo Arteris), Cile (Gruppo Vias Cile) e India.Nel settore industriale il gruppo tramite Pavimental e Spea Engineering è attivo nella progettazione di opere stradali nella pavimentazione e manutenzione stradale, mentre nei servizi integrati per la mobilità e la comunicazione offre informazioni sulle condizioni del traffico lungo la rete autostradale ed opera anche nella progettazione e realizzazione sul sedime autostradale di siti attrezzati per ospitare antenne e impianti di telecomunicazioni di diversi gestori.Nei servizi di telepedaggiamento opera tramite Telepass e Electronic Transaction Consultants e la neo-acquisita Abertis Mobility service.
Amm. Delegato:Carlo BertazzoIndirizzo Web:www.atlantia.it
Presidente:Fabio CerchiaiTel:06 44172652
Indirizzo:Via Antonio Nibby, 20Fax:
Comune:RomaEmail:investor.relations@atlantia.it
Nazione:ItaliaISIN:IT0003506190
CAP:00161
 Prezzo Variazione [%] Denaro Lettera Volume Max Min
 15,64 0,135 [0,87%] 15,6 15,61 1.828.077 15,875 15,43
 Aper Chiusura Prec. Cap. di mercato Azioni circolanti VWAP ROE (%) Osc 52 Sett
 15,69 15,505 12.915.261.604 825.783.990 15,65 1,84 9,14-23,23

Valori Principali

(alla chiusura precedente)
Chiusura Precedente15,505
Cap. di mercato12.803.780.765
Azioni circolanti825.783.990
Azioni Privilegiate circolanti-
Azioni Risparmio circolanti-
Azioni Risparmio Convertibili circolanti-

Andamento prezzo azioni 5 anni

Andamento Prezzo Azione

Periodo MaxMin
1 Settimana15,8815,09
4 Settimane16,0714,05
12 Settimane16,0712,75
1 Anno23,239,14
3 Anni28,609,14
5 Anni28,619,14

Grafico Azionisti

Sintesi di Bilancio (in migliaia di euro)

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Ricavi delle Vendite e delle Prestazioni3.714.0005.604.00011.630.0006.916.000
EBITDA1.835.0003.447.0007.153.0004.205.000
EBIT-735.0001.541.0001.666.0001.985.000
Risultato di pertinenza del Gruppo-772.000594.000136.000775.000
Risultato Netto-1.056.000752.000357.000984.000
Cash Flow----
Patrimonio Netto Complessivo13.716.00015.705.41614.903.00016.868.000
Posizione Finanziaria Netta-44.145.000-43.167.857-41.506.000-43.221.000
RISULTATI AL 30 GIUGNO 2020 - Nel primo semestre 2020 il gruppo Atlantia è stato pesantemente penalizzato dalla pandemia Covid-19 e relativo lockdown, che ha significativamente impattato sugli spostamenti delle persone.
I margini reddituali del gruppo sono così risultati negativi sin dall’ebit, con un ulteriore peggioramento rispetto al primo trimestre.
I ricavi complessivi sono passati da 5.604 a 3.714 milioni (-33,7%), ed in tale ambito i ricavi da pedaggio sono scesi del 33,9% a 2.971 milioni, quelli per servizi aeronautici ben del 65% a 138 milioni e gli altri ricavi operativi del 15,6% a 605 milioni.
Il traffico autostradale sulla rete italiana (gruppo Autostrade per l’Italia) si è ridotto del 37,7% rispetto al primo semestre 2019, mentre quello relativo al gruppo Abertis è diminuito del 39,1% in Spagna (a parità di perimetro; -53,6% il dato reported), del 33,3% in Francia, del 37,2% in Italia, del 13,7% in Brasile, del 34,4% in Cile e del 46% in Argentina.
Per quanto riguarda la rete autostradale estera il calo è risultato del 28,5% in Cile, del 18,4% in Brasile e del 25,5% in Polonia.
Il traffico passeggeri di Aeroporti di Roma è calato del 69% a 7,3 milioni di passeggeri, mentre il traffico passeggeri dell’aeroporto di Nizza, in concessione ad Aeroports de la Cote d’Azur, è diminuito del 67,9% a 2,1 milioni di passeggeri.
Complessivamente i ricavi operativi delle attività autostradali italiane sono diminuiti del 36% a 1.263 milioni ed in particolare i ricavi netti da pedaggio del 33,7% a 1.263 milioni, principalmente per effetto della pandemia (oltre all’esenzione del pedaggio nell’area genovese che ha dato luogo a minori ricavi da pedaggio per circa 7 milioni), mentre per il gruppo Abertis il calo dei ricavi operativi è stato del 31% a 1.789 milioni (-25% su base omogenea, a parità di perimetro e a cambi costanti).
Per le attività autostradali estere i ricavi operativi sono scesi del 33% a 229 milioni (-21% su base omogenea).
I ricavi delle attività aeroportuali italiane sono diminuiti del 63% a 166 milioni ed in particolare quelli per servizi aeronautici del 67% a 105 milioni per i minori volumi di traffico; gli altri ricavi operativi sono diminuiti del 54% a 61 milioni principalmente per effetto del calo del traffico e la chiusura dei terminal.
Quanto alle attività aeroportuali estere, i ricavi sono scesi del 54% a 65 milioni, di cui 33 per servizi aeronautici (-56%) ed altri ricavi operativi per 32 milioni (-51,5%).
Il costo del personale è diminuito del 16,7%, passando da 743 a 619 milioni, per effetto delle misure di cassa integrazione ed altre correlate all’emergenza Covid-19; i dipendenti sono passati da 30.817 a 30.745 unità.
Gli altri costi operativi si sono ridotti ben del 34,8% a 188 milioni, mentre i costi esterni gestionali sono diminuiti solo del 4,4%, passando da 1.121 a 1.072 milioni.
Così l’ebitda si è ridotto da 3.447 a 1.835 milioni (-46,7%).
In tale ambito, quello delle attività autostradali italiane è passato da un valore positivo per 1.162 milioni a uno negativo per 77 milioni, quello di Abertis è sceso del 38% a 1.108 milioni (-32% su base omogenea), quello delle attività autostradali estere è sceso del 39% a 157 milioni (-21% su base omogenea), quello delle attività aeroportuali italiane è diminuito dell’84% a 43 milioni e quello delle attività aeroportuali estere è sceso del 90% a 6 milioni.
Poco variati gli ammortamenti, pari a 1.992 milioni (includono impairment di 203 milioni di cui 94 riferiti all’avviamento di Aeroports de la Cote d’Azur e 105 ai diritti concessori immateriali dell’A4); ma gli accantonamenti sono ammontati a ben 572 milioni, e derivano da una variazione netta dei fondi ripristino e sostituzione delle società del gruppo per 448 milioni (accantonamento di 500 milioni di Autostrade per l’Italia per adeguamento degli interventi previsti sulla rete all’ultima proposta formulata al MIT, dedotto l’utilizzo connesso alla demolizione e ricostruzione del Viadotto Polcevera per 95 milioni), oltre alla variazione dei fondi rischi e oneri per 192 milioni interamente riferiti all’adeguamento all’ultima proposta formulata al MIT per le attività di ricostruzione del Viadotto Polcevera.
Si è quindi passati da un utile operativo di 1.541 milioni a una perdita operativa di 735 milioni.
Il saldo complessivo negativo della gestione finanziaria è passato da 510 a 717 milioni, in particolare per maggiori oneri da finanza derivata su contratti IRS (135 milioni), maggiori interessi passivi sulle linee revolving utilizzate integralmente (25 milioni), svalutazione dei diritti concessori finanziari garantiti dal concedente alle concessionarie argentine GCO e Ausol (153 milioni) e svalutazione della partecipazione in Aeroporto di Bologna 35 milioni), mentre i tassi di cambio e lo IAS 29 per iperinflazione in Argentina hanno contribuito positivamente per 150 milioni.
L’indebitamento finanziario netto al 30/6/2020 ammontava a 44.145 milioni, in aumento rispetto ai 36.722 milioni di fine 2019.
Da un utile ante imposte di 1.031 milioni si è così passati a una perdita ante imposte di 1.452 milioni.
Dopo un effetto fiscale positivo per 395 milioni (imposte per 278 milioni nel primo semestre 2019, con un tax rate del 27%) e l’imputazione a terzi di una quota di perdita di competenza pari a 284 milioni (quota di utile di 158 milioni nel primo semestre 2019), la perdita netta è ammontata a 772 milioni, a fronte di un utile netto di 594 milioni al 30/6/2019.
In data 3 settembre 2020, Atlantia ha costituito la società beneficiaria “Autostrade Concessioni e Costruzioni” funzionale al progetto di scissione parziale e proporzionale riferito a una quota fino all’88% del capitale sociale di Autostrade per l’Italia, con successiva quotazione in Borsa.
A tale operazione di scissione permane quale alternativa l’ipotesi di vendita diretta dell’intera quota dell’88% detenuta da Atlantia in Autostrade per l’Italia tramite un processo competitivo indipendente.
Finora non è stato raggiunto nessun accordo per la cessione di tale quota e, quanto alla scissione, sarà convocata un’assemblea straordinaria da tenersi entro il 15 gennaio 2021.
RISULTATI 2019 - I risultati dell’esercizio 2019 del gruppo Atlantia non sono confrontabili con quelli dello stesso periodo del 2018 in quanto a partire dal mese di novembre 2018 è entrato nel perimetro di consolidamento il gruppo Abertis a seguito del perfezionamento, il 29 ottobre 2018, dell’acquisizione di Abertis Infraestructuras SA.
I ricavi sono complessivamente saliti del 68,2% (da 6.916 a 11.630 milioni), ed in tale ambito i ricavi da pedaggio sono quasi raddoppiati passando da 4.992 a 9.256 milioni, i ricavi per servizi aeronautici sono rimasti pressoché invariati a 826 milioni e gli altri ricavi operativi sono passati da 1.090 a 1.548 milioni (+42%).
Nel periodo il traffico autostradale sulla rete italiana del gruppo è salito dello 0,7%, mentre sulla rete estera è salito del 4,7% in Cile, del 4,6% in Brasile e dello 0,6% in Polonia.
Il traffico passeggeri di Aeroporti di Roma è aumentato dell’1,2% a 49 milioni di passeggeri, mentre il traffico passeggeri dell’aeroporto di Nizza, in concessione ad Aeroports de la Cote d’Azur, è salito del 4,6% a 14,5 milioni di passeggeri.
Complessivamente i ricavi operativi delle attività autostradali italiane sono aumentati del 2% a 4.083 milioni ed in particolare i ricavi netti da pedaggio dell’1% a 3.690 milioni.
Per le attività autostradali estere i ricavi operativi sono saliti del 11% a 695 milioni (ma +14% al netto dell’effetto cambi, grazie agli adeguamenti tariffari ed alla crescita del traffico in tutte le aree considerate).
I ricavi delle attività aeroportuali italiane sono saliti del 2% a 953 milioni ed in particolare quelli per servizi aeronautici sono aumentati dell’1% a 673 milioni per effetto del positivo andamento dei volumi di traffico.
Gli altri ricavi operativi sono saliti del 4,5% a 280 milioni principalmente per effetto del positivo andamento dei ricavi commerciali favorito sia dall’aumento dei passeggeri sia dal migliore mix di traffico in termini di propensione alla spesa.
Quanto alle attività aeroportuali estere, i ricavi sono scesi del 4,9% a 290 milioni, di cui 153 per servizi aeronautici (-8,4%).
Abertis ha registrato ricavi operativi in aumento del 2,3% a 5.361 milioni grazie alla crescita del traffico e degli adeguamenti tariffari.
I costi esterni gestionali sono passati da 1.206 a 2.386 milioni (di cui 878 riferiti ad Abertis), gli oneri concessori da 532 a 609 milioni (in relazione ai maggiori volumi di traffico, a 21 milioni di oneri della concessionaria polacca in base al meccanismo di profit sharing e a 53 milioni riferiti ad Abertis) ed il costo del lavoro netto da 973 a 1.482 milioni, di cui 444 riferiti ad Abertis.
I dipendenti medi del gruppo sono infatti passati da 15.806 a 28.955 unità.
Nel complesso l’ebitda è aumentato da 4.205 a 7.153 milioni, e in particolare quello di Abertis è ammontato a 3.735 milioni (+5,2%, e +6,7% su base omogenea).
Gli ammortamenti, svalutazioni e ripristini di valore del gruppo sono passati da 1.615 a 3.957 milioni (di cui 2.224 riferiti ad Abertis).
Ma gli accantonamenti sono balzati da 605 a 1.530 milioni, di cui 1.500 dovuti all’accantonamento milioni relativo alla chiusura delle contestazioni con il Ministero per le Infrastrutture e Trasporti riferite agli eventi del Ponte Morandi.
Pertanto l’ebit del gruppo è passato da 1.985 a 1.666 milioni.
Il saldo complessivo negativo della gestione finanziaria è passato da 605 a 1.195 milioni, in relazione ai maggiori oneri finanziari relativi ai finanziamenti accesi per l’acquisizione di Abertis nonché alla valorizzazione a fair value dei derivati che non soddisfano più il requisito dell’alta probabilità per l’emissione obbligazionaria programmata nel 2020.
L’indebitamento finanziario netto al 31/12/2019 ammontava a 41.506 milioni, in diminuzione rispetto ai 43.221 milioni di fine 2018.
L’utile ante imposte è pertanto sceso da 1.380 a 471 milioni; dopo imposte per 107 milioni (tax rate in diminuzione dal 29% al 22,8%) e l’imputazione a terzi di una quota di utile di competenza passata da 209 a 221 milioni, l’utile netto si è attestato a 136 milioni, rispetto ai 775 milioni al 31/12/2018.
Il Consiglio di amministrazione di Atlantia ha prudenzialmente deciso di non distribuire dividendi agli azionisti; è invece stato approvato un piano di assegnazione gratuita di 75 azioni Atlantia a ciascuno degli oltre 12.000 dipendenti delle società italiane del gruppo, per un totale di massime 975.000 azioni.

Stato Patrimoniale

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Avviamento12.341.00021.381.09412.426.00012.418.000
Attività immateriali----
Immobilizzazioni Materiali762.000812.078819.000695.000
Investimenti Immobiliari2.0001.8451.0001.000
Partecipazioni e altre attività finanziarie----
Altre Attività non Correnti----

Totale Attività non Correnti

----
Rimanenze150.000112.624128.000119.000
Crediti Commerciali1.948.0002.733.6932.447.0002.268.000
Altre Attività Correnti----
Liquidità e Disponibilità Finanziarie----

Totale Attività Correnti

----
Attività destinate alla vendita----

Totale Attivo

86.691.00078.972.30281.618.00085.089.000
Capitale Sociale825.784825.784826.000826.000
Azioni Proprie7.7737.819166.000167.000
Riserve5.813.9896.689.4506.612.0006.957.000
Utile (Perdite) d'Esercizio-772.000594.000136.000775.000

Patrimonio Netto di Gruppo

5.860.0008.101.4157.408.0008.391.000
Patrimonio netto di Terzi7.856.0007.604.0017.495.0008.477.000

Patrimonio netto Complessivo

13.716.00015.705.41614.903.00016.868.000
Debiti Finanziari a Lungo Termine49.008.00042.685.83343.826.00045.178.000
Fondo TFR e altri fondi del personale272.000279.756291.000292.000
Fondo per rischi e oneri5.245.0005.042.0064.876.0005.153.000
Altre passività non correnti----

Totale Passività non correnti

----
Debiti Finanziari a Breve Termine4.945.0005.594.5744.220.0004.071.000
Debiti Commerciali1.669.0002.232.4592.242.0002.139.000
Altre Passività correnti----

Totale Passività correnti

----
Passività correlate ad attività destinate alla vendita----

Totale passivo

86.691.00078.972.30281.618.00085.089.000

Conto Economico - Profit & Loss

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Ricavi delle vendite e delle prestazioni3.714.0005.604.00011.630.0006.916.000
Altri ricavi----

Totale ricavi

3.714.0005.604.00011.630.0006.916.000
Costo del venduto----
Utile lordo industriale----
Spese generali e amministrative----
Spese di ricerca e sviluppo----
Spese di vendita----
Altri ricavi (costi) operativi netti----
Altri proventi (oneri) non ricorrenti----
Variazione delle rimanenze----
Consumi di materie prime----
Costo del personale619.000743.0001.482.000973.000
Costi per servizi1.072.0001.121.0002.386.0001.206.000
Altri costi operativi188.000293.000609.000532.000
Altri proventi non ricorrenti----
Altri oneri non ricorrenti----
EBITDA1.835.0003.447.0007.153.0004.205.000
Ammortamenti1.992.0001.951.0003.957.0001.615.000
Accantonamenti per rischi, oneri e svalutazioni578.000-45.0001.530.000605.000
EBIT-735.0001.541.0001.666.0001.985.000

Saldo gestione finanziaria

-717.000-510.000-1.195.000-605.000
a) Proventi Finanziari130.000140.000288.000119.000
b) Oneri Finanziari23.00045.0001.504.000727.000
c) Altri Proventi (Oneri) Finanziari-824.000-605.00021.0003.000
Ripristini (svalutazioni) / Plusvalenze (Minusvalenze)----

Risultato prima delle imposte

-1.452.0001.031.000471.0001.380.000
Imposte sul reddito-395.000278.000107.000400.000
Risultato netto attività di funzionamento----
Risultato attività destinata a cessare----

Risultato netto

-1.056.000752.000357.000984.000
Risultato di pertinenza di terzi-284.000158.000221.000209.000
Risultato di pertinenza del Gruppo-772.000594.000136.000775.000
La tua Cronologia
BIT
ATL
Atlantia
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Per accedere al tempo reale push di Borsa è necessario registrarsi.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V:it D:20201204 21:32:07