Bilancio - Dati Fondamentali Banco BPM

Nome Compagnia:Banco BPM
Descrizione:
Banco BPM nasce il 1° gennaio 2017 come società per azioni a seguito della fusione tra Banco Popolare e Banca Popolare di Milano, due banche popolari. Il nuovo gruppo bancario rappresenta il terzo gruppo bancario in Italia e vanta una posizione di leadership nel Nord Italia, in particolare in regioni quali Lombardia, Veneto e Piemonte. Opera con circa 2.300 filiali e 23.000 dipendenti e serve 3,35 milioni di clienti retail attraverso una rete distributiva estesa e complementare ed un capillare modello multicanale.
Amm. Delegato:Giuseppe CastagnaIndirizzo Web:www.bancobpm.it
Presidente:Carlo Fratta PasiniTel:0277001
Indirizzo:Piazza F. Meda, 4 Fax:
Comune:MilanoEmail:investor.relations@bancobpm.it
Nazione:ItaliaISIN:IT0005218380
CAP:20121
 Prezzo Variazione [%] Denaro Lettera Volume Max Min
 1,857 -0,0356 [-1,88%] 1,861 1,8616 32.748.976 1,925 1,856
 Aper Chiusura Prec. Cap. di mercato Azioni circolanti VWAP ROE (%) Osc 52 Sett
 1,9182 1,8926 2.813.693.208 1.515.182.126 1,87 21,99 1,52-3,29

Valori Principali

(alla chiusura precedente)
Chiusura Precedente1,8926
Cap. di mercato2.867.633.692
Azioni circolanti1.515.182.126
Azioni Privilegiate circolanti-
Azioni Risparmio circolanti-
Azioni Risparmio Convertibili circolanti-

Andamento prezzo azioni 5 anni

Andamento Prezzo Azione

Periodo MaxMin
1 Settimana2,051,76
4 Settimane2,091,76
12 Settimane2,261,52
1 Anno3,291,52
3 Anni3,581,52
5 Anni3,581,52

Grafico Azionisti

Sintesi di Bilancio (in migliaia di euro)

30/6/201830/6/201731/12/201731/12/2016
Margine Gestione Finanziaria e Assicurativa1.955.3692.010.1054.384.9424.517.705
Utile Netto di Gruppo352.5773.170.3692.616.362-1.609.467
Crediti Verso la Clientela120.604.947109.440.543108.176.382110.550.576
Sofferenze Lorde10.690.810-14.038.805-
Massa Amministrata159.082.018161.351.914156.841.648164.437.664
Patrimonio Netto Complessivo10.886.54512.443.35211.963.54011.999.173
Raccolta da Clientela (Totale)102.784.786104.985.946107.509.849116.773.095
RISULTATI AL 30 GIUGNO 2018 - Non considerando l’allocazione del “badwill” (differenza provvisoria di fusione fra i due gruppi derivante dall’applicazione della PPA all’1/1/2017, data di efficacia della fusione stessa), l’utile netto del gruppo Banco BPM nel primo semestre 2018 è notevolmente salito rispetto allo stesso periodo del 2017, anche grazie ai proventi derivanti dalla riorganizzazione nel comparto del bancassurance.
Va sottolineato che i dati dei due periodi non sono pienamente comparabili per effetto dell’applicazione del nuovo principio contabile IFRS 9 a partire dall’1/1/2018.
Il margine di interesse è salito del 19,7% a 1.180,1 milioni; al netto delle riclassifiche da IFRS 9 sarebbe comunque aumentato dell’1,8% a 1.051,2 milioni rispetto al dato “adjusted” di 1.032,2 milioni del primo semestre 2017.
Le commissioni nette sono però scese del 9% (da 1.019,4 a 927,5 milioni), con una contrazione dei servizi di intermediazione, gestione e consulenza che hanno risentito di un negativo trend di mercato e della riorganizzazione della rete commerciale con il passaggio da un modello di consulenza “a pacchetto” a uno “a portafoglio”.
Inoltre il primo semestre 2017 aveva beneficiato di un’attività particolarmente intensa nell’attività di collocamento dei prodotti di risparmio gestito e delle gestioni patrimoniali.
Il margine di intermediazione primario è comunque passato da 2.005,2 a 2.107,6 milioni (+5,1%).
Il risultato della gestione finanziaria è però passato da un valore positivo per 4,9 milioni a uno negativo per ben 152,3 milioni soprattutto per la presenza di maggiori perdite da valutazione al costo ammortizzato (per lo più crediti verso clientela); questo nonostante maggiori utili da cessione derivanti dalla strategia del gruppo volta a ridurre l’esposizione in titoli governativi italiani.
Ne è derivato un margine della gestione finanziaria e assicurativa in calo del 2,7% a 1.955,4 milioni.
Le rettifiche su crediti verso clientela sono scese da 489,1 a 420,8 milioni e quelle su altre attività sono passate da 67,8 a soli 3,2 milioni dato che nel primo semestre 2017 erano presenti significative rettifiche riferite al Fondo Atlante e ad altre esposizioni verso le banche venete.
Così il risultato netto della gestione finanziaria e assicurativa ha raggiunto 1.531,3 milioni (+5,4%).
Le spese amministrative sono nel complesso diminuite dell’1,8% a 1.534,1 milioni (e va rilevato che che nel primo semestre 2017 tale voce beneficiava di un impatto positivo per 27,2 milioni legato al recupero dell’onere stanziato nel 2016 per la trasformabilità delle DTA per l’esercizio 2015); in tale ambito i costi del personale si sono ridotti del 3% a 880,4 milioni (al 30/6/2018 i dipendenti del gruppo erano 22.719 contro i 23.263 di fine 2017).
Come si è detto però il 2017 beneficiava di ben 3.076,1 milioni di “Badwill” derivanti dall’applicazione della PPA all’1/1/2017 relativamente alla fusione tra Banco Popolare e BPM.
Invece nel primo semestre 2018 sono stati conseguiti proventi da cessione di partecipazioni per ben 178,6 milioni riferiti alla cessione del 65% di Avipop Assicurazioni e Popolare Vita.
Dopo imposte per 61,2 milioni (tax rate pari al 14,9%) e l’imputazione a terzi di una quota di utile di competenza scesa da 7,4 a 3,6 milioni, si è giunti a un utile netto “ordinario” balzato da 94,2 a 352,6 milioni.
Ma considerando nel dato al 30/6/2017 i citati 3.076,1 milioni di “Badwill”, l’utile netto finale aveva raggiunto ben 3.170,4 milioni.
Al 30/6/2018 il Common EquityTier I ratio “IFRS 9 phased in” era pari al 12,9%, ed il Common Equity Tier I “IFRS 9 fully phased” pro-forma all’11,4%.
Risultati 2017 - Torna all’utile nel 2017 il nuovo gruppo Banco BPM (se confrontato con i dati pro-forma dello stesso periodo 2016 relativi all’aggregazione di Banco Popolare e BPM).
E se si considera l’allocazione del “badwill” (differenza di fusione fra i due gruppi derivante dall’applicazione della PPA all’1/1/2017, data di efficacia della fusione stessa), l’utile netto del gruppo risulta molto consistente.
Il margine di interesse è rimasto pressochè stabile a 2.113,4 milioni (-1% su basi omogenee per minori contributi del portafoglio titoli conseguenti alla valutazione al fair value dei titoli di debito che BPM deteneva nel portafoglio delle attività disponibili per la vendita).
Le commissioni nette sono salite del 6,9% (da 1.824,7 a 1.950,4 milioni), incremento derivante dal comparto dei servizi di intermediazione, gestione e consulenza le cui commissioni sono salite in valore assoluto di 244 milioni (+27,7%) grazie all’attività di collocamento dei prodotti di risparmio gestito e delle gestioni patrimoniali.
Il margine di intermediazione primario ha quindi raggiunto 4.063,9 milioni (+3,4%).
Il risultato netto della gestione finanziaria si è però quasi dimezzato da 586,2 a 321,1 milioni (-45,2%), in conseguenza di una più ridotta dismissione di attività finanziarie disponibili per la vendita ed in particolare di titoli di debito.
Nel complesso il margine della gestione finanziaria e assicurativa è sceso del 2,9% a 4.384,9 milioni.
Le rettifiche su crediti verso clientela sono scese notevolmente (da 2.958,2 a 1.661 milioni), in quanto il 2016 risentiva degli impatti conseguenti alle decisioni finalizzate all’innalzamento del livello medio di copertura dei crediti deteriorati come richiesto dalla BCE.
Le rettifiche di valore nette su crediti verso banche e altre attività sono invece salite da 112,5 a 140,2 milioni e derivano essenzialmente dall’ulteriore incremento delle svalutazioni delle quote detenute nel Fondo Atlante (pari a 61 milioni), ad altre esposizioni verso le banche venete per 15,3 milioni e alle rettifiche apportate per gli impegni al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi per 56,1 milioni.
Pertanto il risultato netto della gestione finanziaria e assicurativa è balzato del 78,6% a 2.583,8 milioni.
I costi operativi sono in totale scesi ben del 19,4% (da 3.655,8 a 2.946 milioni), ed in tale ambito quelli del personale si sono ridotti del 20,2% a 1.784,9 milioni per il contenimento delle retribuzioni variabili e la riduzione dell’organico (1.349 persone in meno rispetto a fine 2016); al netto degli oneri per accantonamenti al fondo esuberi la flessione è stata del 4,4% a 1.795,8 milioni.
Le altre spese amministrative sono poi scese del 16,8% a 989,9 milioni, ma va sottolineato che tale voce beneficia di un impatto positivo per 27,2 milioni legato al recupero dell’onere stanziato nel 2016 per la trasformabilità delle DTA per l’esercizio 2015 e di un recupero degli oneri di integrazione per 55,2 milioni); non considerando tali voci la flessione sarebbe stata del 2,8% ed includendo anche gli oneri sistemici sarebbe stata del 4,7%.
Il risultato della gestione operativa è rimasto negativo, ma è molto migliorato riducendosi dell’83,6% a 362,2 milioni.
Sono stati conseguiti proventi da cessione di partecipazioni in diminuzione da 158 a 25,7 milioni, relativi per 11,7 milioni alla valutazione a fair value delle quote partecipative detenute in Energreen quale conseguenza della loro riclassificazione nel portafoglio delle attività disponibili per la vendita; altri 10,2 milioni sono derivati dalla cessione di immobili di proprietà.
Ma al dato al 31/12/2017 si aggiungono ben 3.076,1 milioni di “Badwill” derivanti dall’applicazione della PPA all’1/1/2017 relativamente alla fusione tra Banco Popolare e BPM, mentre sono stati effettuati impairment su avviamenti per 1.017,6 milioni (erano 279 milioni nel 2016).
Il saldo netto positivo del 2017 è stato di 2.058,5 milioni.
E quindi da una perdita ante imposte di 2.325,5 milioni si è passati a un utile ante imposte di 122,4 milioni.
Dopo un effetto fiscale positivo per 122,4 milioni, un utile da attività in via di dismissione per 762,3 milioni (di cui 673,6 da plusvalenza da cessione di Aletti Gestielle SGR) e l’imputazione a terzi di una quota di utile di competenza per 9,7 milioni, si è giunti a un utile netto di ben 2.616,4 milioni a fronte di una perdita netta di 1.609,5 milioni al 31/12/2016 che beneficiava di un effetto fiscale positivo per 650,2 milioni.
L’utile netto “ordinario” 2017 del gruppo ammonta a 557,9 milioni.
Al 31/12/2017 il Common Equity Tier I ratio “phased in” era pari al 12,36% ed il Common Equity Tier I “fully loaded” all’11,92% (che sale al 12,02% a livello pro-forma).

Stato Patrimoniale

30/6/201830/6/201731/12/201731/12/2016

Attivo Fruttifero

154.493.132153.886.739148.564.265155.404.353
Crediti verso la clientela120.604.947109.440.543108.176.382110.550.576
Crediti verso banche5.489.4374.897.7975.164.7156.678.493
Attività finanziarie totali28.398.74839.548.39935.223.16838.175.284

Cassa e disponibilità liquide

----

Attività materiali e immateriali

----
Attività materiali----
Attività immateriali----
di cui: Avviamento76.3891.109.89576.389-

Attività fiscali

----

Riserve tecniche a carico dei riassicuratori

----

Attività in via di dismissione

----

Altre attività

----

Totale Attivo

167.029.078167.720.333161.206.765168.254.920

Massa Amministrata

159.082.018161.351.914156.841.648164.437.664
a) Patrimonio Netto di Gruppo10.834.03512.390.23211.900.23011.940.935
b) Patrimonio Netto di Pertinenza di Terzi52.51053.12063.31058.238
c) Fondo TFR396.185451.024--
d) Passività  Fiscali----
e) Fondi per Rischi e Oneri1.135.8431.150.2341.460.9891.706.089
f) Raccolta Fiduciaria134.335.338131.272.107134.709.153140.049.510
di cui: Debiti verso clientela87.659.61987.079.372107.509.849116.773.095
di cui: Titoli in circolazione15.125.16717.906.574--
di cui: Debiti verso banche31.550.55226.286.16127.199.30423.276.415
g) Passività  finanziarie totali----
Riserve tecniche----

Passività di attività in via di dismissione

----

Altre passività

----

Totale passivo

167.029.078167.720.333161.206.765168.254.920

Conto Economico - Profit & Loss

30/6/201830/6/201731/12/201731/12/2016
Margine interesse1.180.109985.7922.113.4472.106.848
Commissioni nette927.5131.019.3791.950.4101.824.677
Premi netti----
Saldo proventi (oneri) assicurativi----
Risultato netto gestione assicurativa----

Margine intermediazione primario

2.107.6222.005.1714.063.8573.931.525
A) Proventi / oneri su attività passività finanziarie----
a) Dividendi e Proventi Simili40.57644.625166.036147.862
b) Risultato Netto Attività di Negoziazione----
c) Risultato Netto Attività di Copertura----
B) Utile (perdita) da cessione o riacquisto-131.771-64.263--
C) Risultato netto delle attività / passività finanziarie al fair value----
a) Risultato netto attività valutate al fair value----
b) Risultato netto passività valutate al fair value----

Ricavi gestione finanziaria (A+B+C)

-152.2534.934321.085586.180

Margine gestione finanziaria e assicurativa

1.955.3692.010.1054.384.9424.517.705
Rettifiche / riprese di valore nette per deterioramento di:-424.073-556.990-1.801.180-3.070.613
a) Crediti-420.875-489.135-1.660.963-2.958.152
b) Altre Attività Finanziarie----
Risultato netto gestione finanziaria e assicurativa1.531.2961.453.1152.583.7621.447.092

Costi operativi

1.375.679-1.595.2052.945.9753.655.832
a) Spese Amministrative1.534.1801.562.9112.764.1203.418.460
di cui: Spese per il Personale880.353907.1231.784.8542.237.519
b) Rettifiche di Valore su Attività Materiali----
c) Rettifiche di Valore su Attività Immateriali----
d) Accantonamenti per Rischi e Oneri-45.671-9.137-13.757-55.062
e) Altri Proventi (Oneri) di gestione313.0223.293.17398.817138.258

Risultato operativo netto

155.6173.048.320-362.213-2.208.740

Altri proventi (oneri)

254.54895.2402.084.219-116.766
a) Utili (Perdite) delle Partecipazioni250.65493.61725.698157.990
b) Risultato Netto Valutazioni al Fair Value Attvità Materiali e Immateriali----
c) Rettifiche di Valore dell'Avviamento--2.058.521-279.000
d) Utili (Perdite) Cessione di Investimenti3.8941.623--
Utile (perdita) atitività corrente al lordo delle imposte----
Imposte61.18226.378-122.436-650.249
Utile (perdita) attività corrente al netto delle imposte----
Utile (perdita) netto attività in dismissione----
Utile (perdita) netto del periodo348.9873.162.9752.606.704-1.628.819
Utile (perdita) di pertinenza di terzi-3.590-7.394-9.658-19.352
Utile (perdita) netto del Gruppo352.5773.170.3692.616.362-1.609.467
La tua Cronologia
BIT
BAMI
Banco Bpm
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Per accedere al tempo reale push di Borsa è necessario registrarsi.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V:it D:20190120 20:07:32