Bilancio - Dati Fondamentali Prima Industrie

Nome Compagnia:Prima Industrie
Descrizione:
Il gruppo Prima Industrie è fra i leader nello sviluppo, produzione e commercializzazione di sistemi laser per applicazioni industriali e macchine per la lavorazione della lamiera, oltre a elettronica industriale, sorgenti laser e soluzioni per l’additive manufacturing. Vanta circa 13.000 macchine installate in più di 80 Paesi ed è fra i primi costruttori mondiali nel proprio mercato di riferimento. Il gruppo ha stabilimenti produttivi in Italia (Prima Industrie, Prima Electro, Finn-Power Italia Srl), Finlandia (Finn-Power Oy), Cina (Prima Power Suzhou Co. Ltd.), USA (Convergent-Photonics Llc., Prima Power Laserdyne Llc.) e Cina (Prima Power Suzhou Co. Ltd) nonché una presenza commerciale e di after-sales in tutto il mondo. Il gruppo è strutturato in tre divisioni: Prima Power, che sviluppa, produce e commercializza macchine laser e per la lavorazione della lamiera (macchine laser per taglio, saldatura e foratura di componenti metallici 2D e 3D, sistemi di foratura laser, punzonatrici e sistemi combinati, piegatrici, pannellatrici e sistemi di automazione); Prima Electro, che sviluppa, produce e commercializza componenti elettronici di potenza e di controllo e di sorgenti laser di alta potenza per applicazioni industriali; Prima Additive, che sviluppa, produce e commercializza soluzioni di additive manufacturing con le tecnologie Powder Bed Fusion e Laser Metal Deposition.
Amm. Delegato:Gianfranco CarbonatoIndirizzo Web:www.primaindustrie.com
Presidente:Gianfranco CarbonatoTel:01141031
Indirizzo:Via Antonelli, 32Fax:0114117334
Comune:CollegnoEmail:ir@primaindustrie.com
Nazione:ItaliaISIN:IT0003124663
CAP:10093
 Prezzo Variazione [%] Denaro Lettera Volume Max Min
 14,06 0,02 [0,14%] 14 14,06 6.350 14,18 14
 Aper Chiusura Prec. Cap. di mercato Azioni circolanti VWAP ROE (%) Osc 52 Sett
 14,1 14,04 147.394.832 10.483.274 14,09 5,26 9,09-18,10

Valori Principali

(alla chiusura precedente)
Chiusura Precedente14,04
Cap. di mercato147.185.167
Azioni circolanti10.483.274
Azioni Privilegiate circolanti-
Azioni Risparmio circolanti-
Azioni Risparmio Convertibili circolanti-

Andamento prezzo azioni 5 anni

Andamento Prezzo Azione

Periodo MaxMin
1 Settimana14,5813,82
4 Settimane14,8410,70
12 Settimane14,8410,62
1 Anno18,109,09
3 Anni43,459,09
5 Anni46,738,55

Grafico Azionisti

Sintesi di Bilancio (in migliaia di euro)

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Ricavi delle Vendite e delle Prestazioni-214.757427.582466.932
EBITDA-18.58538.43243.733
EBIT-6.48014.39128.041
Risultato di pertinenza del Gruppo-1.8069.04624.056
Risultato Netto-1.8158.81824.058
Cash Flow----
Patrimonio Netto Complessivo-167.428175.113169.772
Posizione Finanziaria Netta--137.067-111.586-79.515
RISULTATI AL 30 GIUGNO 2019 - Ricavi stabili e forte flessione dei margini per Prima Industrie nel primo semestre 2019 (nello stesso periodo del 2018 l’utile netto beneficiava di una significativa plusvalenza da cessione).
I ricavi si sono attestati a 214,7 milioni (-0,9%)sono saliti del 7,1%, passando da 202,4 a 216,7 milioni; in tale ambito la divisione Prima Power ha evidenziato una sostanziale stabilità a 199,6 milioni, mentre i ricavi di Prima Electro sono scesi da 30,2 a 27,2 milioni (-9,8%).
Per quanto riguarda l’andamento delle diverse aree geografiche, in EMEA le vendite sono scese del 3,9% a 133,6 milioni con un peso dell’Italia in diminuzione al 18,5% dei ricavi consolidati, mentre il 9,9% è stato generato da Russia ed Est Europa, il 7,2% dalla Germania, il 6% da Spagna e Portogallo ed il 5,8% dai Paesi del Nord Europa.
Per contro le vendite nelle Americhe sono salite del 6,8% a 50,6 milioni, ma a cambi costanti sarebbero rimaste pressochè invariate.
L’area APAC ha visto un lieve incremento (+0,8% a 30,6 milioni, in presenza comunque di una crescita nel mercato cinese che ha raggiunto l’11,9% dei ricavi consolidati anche grazie al rafforzamento della collaborazione con Lead Laser che consente di raggiungere sinergie di costo sulla gamma mid-level delle macchine laser del gruppo.
Il costo del venduto è salito dello 0,6% a 164,5 milioni, e ne è così derivato un utile lordo industriale in diminuzione del 5,5% (da circa 53 a 50,1 milioni).
Le spese generali e amministrative sono salite solo dell’1% a 14,4 milioni, ma quelle di ricerca e sviluppo sono aumentate del 5,8% a 13,8 milioni be le spese di vendita del 3,7% a 15,3 milioni.
Nel primo semestre 2019 sono stati sostenuti costi non ricorrenti per 1,2 milioni (nello stesso periodo erano ammontati a 1,3 milioni).
L’ebit del gruppo è passato da 10,8 a 6,5 milioni (-40,1%), mentre su base rettificata degli oneri non ricorrenti sarebbe stato pari a 8,8 milioni (12,2 milioni nel primo semestre 2018).
Nell’ebit del primo semestre 2019 sono inclusi 5,9 milioni di ammortamenti di immobilizzazioni immateriali (4,9 per costi di sviluppo e 0,9 relativi al marchio iscritto nell’ambito dell’aggregazione aziendale del gruppo FINN-POWER), 5,1 milioni di ammortamenti di immobilizzazioni materiali (di cui 2,6 per diritti d’uso legati all’applicazione del principio contabile IFRS 16), l’impairment del goodwill del business laser di Prima Electro per 1 milione e quello di un progetto di sviluppo di FINN-POWER OY precedentemente capitalizzato per 135.000 euro.
L’ebitda è rimasto quasi invariato a 18,6 milioni, e su base rettificat avrebbe raggiunto 19,7 milioni.
Il saldo negativo della gestione finanziaria è migliorato, scendendo da 5,8 a 3,3 milioni, ma il primo semestre 2018 includeva circa 1,9 milioni relativi all’estinzione anticipata del bond e del finanziamento “Club Deal” avvenuta nell’ambito del rifinanziamento del debito a medio-lungo termine.
Al 30/6/2019 l’indebitamento finanziario netto ammontava a 137,1 milioni, in aumento rispetto ai 74,6 milioni di fine 2018 per effetto di un incremento del capitale circolante dovuto all’aumento dei magazzini causato dall’inatteso calo degli ordini che non ha permesso al gruppo di rallentare altrettanto prontamente gli approvvigionamenti dai fornitori.
Oltre a questo l’IFRS 16 ha dato luogo a un incremento del debito di ben 26,1 milioni (senza tale principio, al 30/6/2019 sarebbe ammontato a 106,7 milioni).
Come si è detto il gruppo aveva beneficiato, nel primo semestre 2018, di 7,2 milioni di proventi riferiti alla plusvalenza derivante dalla cessione dell’intera partecipazione detenuta in EPS Sa.
E così l’utile ante imposte si è ridotto da 12,2 a 3,2 milioni (-74%); dopo imposte per 1,4 milioni (tax rate in forte aumento dall’8,9% al 42,8%), l’utile netto si è attestato a 1,8 milioni, l’83,8% in meno rispetto agli 11,1 al 30/6/2018.
Non considerando gli effetti del principio contabile IFRS 16, l’utile netto al 30/6/2019 sarebbe stato pari a 2,1 milioni.
RISULTATI 2018 - Anche l’esercizio 2018 si è chiuso con risultati in crescita per Prima Industrie.
Il giro d’affari è infatti salito del 3,9% (+6% a cambi costanti), passando da 449,5 a 466,9 milioni.
In tale ambito la divisione Prima Power ha visto crescere i ricavi del 2,7% a 434,6 milioni e la divisione Prima Electro ben del 12,5% a 58,9 milioni, trainata dalle vendite dei prodotti DOTS (e soprattutto dalle forniture di sistemi di saldatura orbitale destinati al settore Oil e Gas).
Per quanto riguarda l’andamento delle diverse aree geografiche, nell’area EMEA i ricavi sono balzati del 21% a 293,1 milioni, trainati dall’Italia, dai Paesi del Nord Europa, dalla Russia ed Europa orientale, dalla Spagna e dalla Germania.
Invece nelle Americhe il fatturato è sceso del 10,2% a 105,9 milioni (-5,9% a cambi costanti), riduzione interamente addebitabile al settore Automotive, mentre lo Sheet Metal Fabrication ha continuato a crescere.
Nell’area APAC la contrazione è stata ben del 24% a 67,8 milioni, prevalentemente attribuibile alla Cina (sempre con riferimento al settore Automotive) i cui ricavi sono scesi del 28,8% a 63,9 milioni.
Il costo del venduto è aumentato in misura lievemente inferiore al fatturato (+3,5% a 354,8 milioni), dando luogo a un utile lordo industriale in aumento del 5,2% a 112,1 milioni, di cui 99,6 riferiti alla divisione Prima Power (+2,6%) e 13,1 alla divisione Prima Electro (+33,5%).
Stabili a 28,4 milioni le spese generali e amministrative, mentre quelle di ricerca e sviluppo sono salite del 10,1% a 24,2 milioni e le spese di vendita del 5,2% a 31,5 milioni.
Ne è derivato un ebit in aumento da 26,3 a 28 milioni (+6,6%); in tale ambito quello di Prima Power è rimasto pressochè invariato a 27,3 milioni mentre quello di Prima Electro è passato da un valore negativo per 1,2 milioni a uno positivo per 1,3 milioni.
Va rilevato che l’ebit del gruppo nel 2018 è stato penalizzato dall’impairment di un immobile e dall’imputazione di spese di sviluppo precedentemente capitalizzate per complessivi 1,3 milioni, non considerando i quali l’ebit avrebbe raggiunto 32,2 milioni.
Quanto all’ebitda del gruppo, è aumentato del 4,4% a 45,1 milioni, con una lieve flessione (-2% a 40,3 milioni) per Prima Power, mentre l’ebitda di Prima Electro è balzato da 2,2 a 5,3 milioni.
Sull’ebitda, oltre agli oneri non ricorrenti già indicati, hanno inciso anche consulenze professionali riferite a eventi straordinari, costi di rilocalizzazione dello stabilimento finlandese e di ristrutturazione della filiale tedesce, il tutto pari a circa 2,8 milioni.
Il saldo negativo della gestione finanziaria è peggiorato, passando da 7 a 8,7 milioni; ciò in relazione in gran parte a 1,9 milioni di oneri correlati all’estinzione anticipata del bond e del finanziamento Club Deal nell’ambito del rifinanziamento del debito a medio-lungo termine.
Al 31/12/2018 il gruppo evidenziava un indebitamento finanziario netto di 79,5 milioni, in crescita rispetto ai 69,6 milioni di fine 2017.
Il 2018 ha però beneficiato di proventi da partecipazioni per 7,2 milioni (2,6 milioni nell’esercizio precedente), relativi alla plusvalenza da cessione dell’integrale partecipazione detenuta da Prima Electro in EPS SA.
Così l’utile ante imposte è balzato da 21,9 a 26,6 milioni (+21,8%).
Dopo imposte per 2,6 milioni (tax rate in diminuzione dal 14,6% al 9,6%) si è giunti a un utile netto di 24,1 milioni, il 29,9% in più rispetto ai 18,5 milioni al 31/12/2017.
Di questi, 16,6 milioni sono riferiti a Prima Power (-8,1%), mentre l’utile netto di Prima Electro è balzato da 0,8 a 7,9 milioni.
Il dividendo ammonta a 0,44 euro per azione, in pagamento dal 22 maggio 2019.

Stato Patrimoniale

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Avviamento-102.03497.894103.032
Attività immateriali----
Immobilizzazioni Materiali-63.71769.17936.748
Investimenti Immobiliari----
Partecipazioni e altre attività finanziarie----
Altre Attività non Correnti----

Totale Attività non Correnti

----
Rimanenze-148.921127.818135.863
Crediti Commerciali-94.96485.406110.757
Altre Attività Correnti----
Liquidità e Disponibilità Finanziarie----

Totale Attività Correnti

----
Attività destinate alla vendita----

Totale Attivo

-523.676520.127543.106
Capitale Sociale-26.20826.20826.208
Azioni Proprie----
Riserve-136.047136.727116.174
Utile (Perdite) d'Esercizio-1.8069.04624.056

Patrimonio Netto di Gruppo

-164.061171.981166.438
Patrimonio netto di Terzi-3.3673.1323.334

Patrimonio netto Complessivo

-167.428175.113169.772
Debiti Finanziari a Lungo Termine-126.988118.340113.816
Fondo TFR e altri fondi del personale-7.5617.0177.570
Fondo per rischi e oneri-197222198
Altre passività non correnti----

Totale Passività non correnti

----
Debiti Finanziari a Breve Termine-41.60248.91437.144
Debiti Commerciali-94.76481.290115.141
Altre Passività correnti----

Totale Passività correnti

----
Passività correlate ad attività destinate alla vendita----

Totale passivo

-523.676520.127543.106

Conto Economico - Profit & Loss

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Ricavi delle vendite e delle prestazioni----
Altri ricavi----

Totale ricavi

-214.757427.582466.932
Costo del venduto-164.697329.761354.795
Utile lordo industriale-50.06097.821112.137
Spese generali e amministrative-14.40927.17228.417
Spese di ricerca e sviluppo-13.84825.00324.174
Spese di vendita-15.32331.25531.505
Altri ricavi (costi) operativi netti----
Altri proventi (oneri) non ricorrenti----
Variazione delle rimanenze----
Consumi di materie prime----
Costo del personale----
Costi per servizi----
Altri costi operativi----
Altri proventi non ricorrenti----
Altri oneri non ricorrenti----
EBITDA----
Ammortamenti----
Accantonamenti per rischi, oneri e svalutazioni----
EBIT-6.48014.39128.041

Saldo gestione finanziaria

--3.285-6.540-8.653
a) Proventi Finanziari-2.0722.2414.452
b) Oneri Finanziari-5.1578.34912.863
c) Altri Proventi (Oneri) Finanziari--200-432-242
Ripristini (svalutazioni) / Plusvalenze (Minusvalenze)--232.6057.233

Risultato prima delle imposte

-3.17210.45626.621
Imposte sul reddito-1.3571.6382.563
Risultato netto attività di funzionamento----
Risultato attività destinata a cessare----

Risultato netto

-1.8158.81824.058
Risultato di pertinenza di terzi-9-2282
Risultato di pertinenza del Gruppo-1.8069.04624.056
La tua Cronologia
BIT
PRI
Prima Indu..
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Per accedere al tempo reale push di Borsa è necessario registrarsi.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V:it D:20201128 19:31:14