(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 11 nov - Secondo il 56% dei milanesi intervistati nella ricerca Unipol, l'aumento dell'età media per generare il primo figlio dipende da motivazioni socioculturali. Nello specifico, la motivazione principale è l'ingresso ritardato nel mondo del lavoro, dovuto all'innalzarsi del livello medio di istruzione (per il 18%). La scarsa parità di genere viene giudicata rilevante solo dal 7% dei meneghini, la quota più bassa in Italia. Tra gli abitanti del capoluogo lombardo che non intendono avere figli solo il 14% afferma di essere bloccato da motivazioni riguardanti il lavoro, con l'1% che dichiara inconciliabili carriera professionale e famiglia. A prevalere sono invece le ragioni economiche personali - indicate dal 45% dei rispondenti, contro il 34% nazionale. Tra queste compaiono la mancanza di una casa di proprietà (18%, la maggiore percentuale in Italia) e la presenza di spese troppo elevate(15%). Molti si dicono preoccupati per gli impatti della natalità sul sistema pensionistico, con il 33% che lo indica come area più colpita. Pochi invece hanno timore per la crescita del Pil (18%), per la gratuità e universalità del Sistema Sanitario Nazionale (19%) e per il crollo del mercato immobiliare (10%).

Com - Cog

(RADIOCOR) 11-11-23 13:15:44 (0209) 5 NNNN

 

(END) Dow Jones Newswires

November 11, 2023 07:15 ET (12:15 GMT)

Copyright (c) 2023 Dow Jones-Radiocor
Grafico Azioni UnipolSai (BIT:US)
Storico
Da Feb 2024 a Mar 2024 Clicca qui per i Grafici di UnipolSai
Grafico Azioni UnipolSai (BIT:US)
Storico
Da Mar 2023 a Mar 2024 Clicca qui per i Grafici di UnipolSai