Lista Discussioni

Crea Discussione

Aggiorna

Utenti Filtrati

Utenti Bannati

Notifiche

Mio Profilo

Cerca

Interpump (IP)

- 17/1/2007 18:42
agiro N° messaggi: 14334 - Iscritto da: 29/8/2006
Grafico Intraday: Interpump GroupGrafico Storico: Interpump Group
Grafico IntradayGrafico Storico
News n. 1084839.0 del 17/01/07 17:56 Agenzia MF DJ News
Interpump: acquisisce 80% Nlb per 62,4 mln usd
S. ILARIO D'ENZA (MF-DJ)--Interpump Group ha raggiunto un accordo per l'acquisto di Nlb, uno dei principali produttori mondiali di sistemi e di pompe ad altissima pressione, per 62,4 mln di usd. L'operazione, si legge in una nota, prevede l'acquisto di due societa', Nlb Corporation e Nlb Leasing, entrambe con sede a Detroit. Il closing dell'operazione e' previsto nelle prossime settimane. Nei primi 10 mesi del 2006 (ultimo dato disponibile), il fatturato di Nlb e' stato pari a 46,3 mln di usd (19,5% a/a) e l'Ebitda a 7,2 mln, superiore di 0,5 mln rispetto a quello di tutto l'esercizio 2005. E' previsto inoltre che Interpump acquisisca il residuo 20% nei prossimi tre anni sulla base di un multiplo dell'Ebitda dei prossimi esercizi. Ilvalore dell'acquisizione dell'80% di Nlb, pari a 62,4 mln, verra' pagata in contanti, sulla base di una posizione finanziaria netta pari a zero alla data del closing. L'importo sara' pertanto rettificato in funzione della reale posizione finanziaria netta alla data del closing. Il pagamento sara' effettuato utilizzando in parte il finanziamento a medio termine di 100 mln di euro concesso a Interpump nel gennaio 2006 dal gruppo Bpvn. Com/mcn (fine) MF-DJ NEWS 1717:56 gen 2007

OKKIO CMQ CHE GLI INDICI SONO SUI MASSIMI ..MA L'AZIENDA E' BUONA

Lista Commenti
129 Commenti
  3    
41 di 129 - 17/2/2015 19:37
thaiboxe N° messaggi: 766 - Iscritto da: 06/5/2013
Ottimo non ha sbagliato una trauettoria. Fenomenale
42 di 129 - 23/2/2015 08:42
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Dopo la diffusione dei risultati del quarto trimestre del 2014, gli analisti di Banca Aletti hanno alzato da 14 euro a 15 euro il target price su Interpump, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per azione per il triennio 2016/2018 e alla revisione dei parametri di valutazione dell’azienda.
Per l’esercizio in corso gli esperti stimano un fatturato in aumento a 865,5 milioni di euro, dai 672 milioni contabilizzati lo scorso anno. L’utile netto, invece, dovrebbe salire a 78,2 milioni di euro, pari a 0,73 euro per azione. Banca Aletti prevede che Interpump distribuisca un dividendo di 0,18 euro con riferimento all’esercizio 2014, in leggero aumento rispetto agli 0,17 euro assegnati lo scorso 19 maggio. La cedola dovrebbe aumentare rispettivamente a 0,23 euro e a 0,27 euro nei due esercizi successivi. Gli analisti hanno confermato il giudizio “Outperform” (farà meglio del mercato).



p.php?pid=chartscreenshot&u=6WQUoKj8iXqr83CsJgs%2FwVBZlp0SpKdN&kslash=s
43 di 129 - 25/2/2015 11:16
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Interpump archivia l' anno 2014 con ricavi a 672 milioni, un incremento a doppia cifra sul pari periodo 2013 (+20,8% a/a). Bene la gestione caratteristica con l' Ebitda e l' Ebit saliti rispettivamente del 29,4% e del 31,6 per cento. Il 2014 ha risentito positivamente del consolidamento del Gruppo Hydrocontrol e del Gruppo IMM Hydraulics non inclusi nel 2013. L' anno chiude, dunque, con l' utile netto che sale a 57,7 milioni (+31% a/a). L' indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2014 e' aumentato a 152 milioni dai 91,6 milioni del 2013 da imputare alle acquisizioni e agli acquisti di azioni proprie rispettivamente per 53 e 38 milioni.
44 di 129 - 03/3/2015 08:48
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Interpump, nell’ambito dell’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie, ha comunicato che nelle sedute comprese tra il 23 e il 27 febbraio ha acquistato 205.324 azioni proprie (pari allo 0,1886% del capitale) al prezzo unitario medio di 13,439 euro, per un controvalore complessivo di circa 2,76 milioni di euro.
Attualmente Interpump detiene un totale di 2.301.561 azioni proprie, pari al 2,1139% del capitale.

p.php?pid=chartscreenshot&u=83pVWcyYXPxFKSBNFj7qZHZq8QBYqqu8&kslash=s
45 di 129 - 19/3/2015 10:27
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Non accenna ad arrestarsi la cavalcata di Interpump , che anche nella mattinata odierna ha trovato lo spazio per un nuovo allungo, confermando il breakout della soglia psicologica a 14 euro e ritoccando così ulteriormente i massimi storici. Il quadro tecnico è decisamente solido e non si intravedono segnali di rallentamento. Nelle ultime due settimane il titolo ha disegnato un’utile pausa di consolidamento sopra 13,50-13,35 euro e proprio su questa base sta ora costruendo una nuova accelerazione positiva. Il Parabolic Sar si è girato ieri in posizione long confermando una ritrovata propensione rialzista e convalidando il segnale grafico. Al ribasso, solo una discesa sotto 13,35 potrà invece indebolire la dinamica di breve.

(MILANO FINANZA)

img633895.jpg
46 di 129 - 28/4/2015 09:44
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Interpump, nell’ambito dell’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie, ha comunicato che nelle sedute comprese tra il 20 e il 22 aprile ha acquistato 77.844 azioni proprie (pari allo 0,0715% del capitale) al prezzo unitario medio di 14,9626 euro, per un controvalore complessivo di oltre 1,16 milioni di euro. Attualmente Interpump detiene un totale di 2.568.989 azioni proprie, pari al 2,3595% del capitale.


p.php?pid=chartscreenshot&u=Wfg3I8Oyed0ak4Dn%2By5bgFNymLUH%2FBgL&kslash=s
47 di 129 - 18/5/2015 10:47
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
INTERPUMP - Piccola acquisizione nelle pompe ad alta pressione

Interpump ha annunciato di aver firmato il contratto preliminare per l'acquisizione del 100% della Bertoli (Parma), società che progetta e costruisce omogeneizzatori ad alta pressione con pompe a pistoni principalmente per l'industria alimentare, ma anche per la chimica e la cosmesi.

Bertoli ha fatturato nel 2014 11,2 milioni, con un EBITDA di 2,3 milioni pari a un margine sulle vendite del 20,7%. Nei primi quattro mesi del 2015, le vendite sono cresciute di oltre il 30%.

Il prezzo pattuito è pari a 7,3 milioni di euro.


Notizia marginalmente positiva: Interpump entra nel mercato delle pompe per il settore alimentare. L'acquisizione è il presupposto per importanti sinergie produttive e commerciali.

Confermiamo la raccomandazione NEUTRALE e il target price di 14,00 euro.

(WEBSIM)
48 di 129 - 20/5/2015 19:27
thaiboxe N° messaggi: 766 - Iscritto da: 06/5/2013
Hanno spedito anche la "lettera agli azionisti" è un bel gesto con i risutati 2014. Apprezzato. Mi ha sempre dato soddisfazioni....
49 di 129 - 27/5/2015 11:16
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Interpump: positivo il breakout di 15,70 euro

Nelle ultime settimane Interpump ha offerto una chiara dimostrazione di forza, con il titolo che ha trovato un valido supporto in area 14,55-14,50 euro e da questo livello ha poi iniziato un veloce recupero verso i massimi a quota 15,65-15,70. Il quadro tecnico è decisamente promettente e proprio il breakout di quest’ultimo livello potrà dare un nuovo slancio ai prezzi, aprendo la strada a un possibile allungo verso 15,85 prima e a ridosso dei 16 euro in un secondo momento. Gli indicatori di tendenza sono allineati in posizione long, mentre gli oscillatori di forza relativa stanno accelerando verso le rispettive aree d’ipercomprato. Al ribasso, un primo supporto utile può essere individuato attorno a 15,20 euro.

(MILANO FINANZA)

img599947.jpg
50 di 129 - 05/6/2015 09:48
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
NTERPUMP - Sale al 100% della controllata IMM

Interpump è salita al 100% del capitale di IMM, un produttore di di tubi e raccordi oleodinamici di cui aveva giù il 60%. Nel 2014, IMM ha registrato vendite per 62 milioni, un EBITDA di 11 milioni.
Interpump ha pagato 22,6 milioni di euro il 40% di IMM, il 60% era stato comprato per 10,3 milioni.
Il multiplo EV/EBITDA per l'acquisizione del 100% di IMM risulta pari a 5,2.

La notizia è marginalmente positiva: l'acquisizione delle quote minoritarie di IMM, unitamente a quelle di Hydrocontrol, permetterà a Interpump di semplificare la struttura e di realizzare sinergie commerciali.

Confermiamo la raccomandazione NEUTRALE con target price a 14 euro.

(WEBSIM)


p.php?pid=chartscreenshot&u=qDqMp6FAhwLO
51 di 129 - Modificato il 15/6/2015 11:18
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
INTERPUMP-OUTLOOK

Aumento della marginalita' nel settore idraulico dal 17% al 20% tramite una riorganizzazione settoriale e potenziamento della capacita' produttiva in Nord America: sono questi i principali driver che guideranno Interpump nella seconda parte del 2015. In particolare l’obiettivo di incrementare la produzione nel Nord America deriva dalla necessita' di contrastare l’andamento sfavorevole del cambio euro/dollaro che comporta perdita di quote di mercato a favore dei produttori locali e dall’esigenza di sfruttare maggiormente il principale mercato in cui Interpump opera. Interpump continuera' anche nel 2015 a focalizzare le mire espansionistiche sulla crescita organica senza tralasciare la crescita per vie esterne attraverso ulteriori acquisizioni di realta' attive in aree complementari a quelle del gruppo. Ma andiamo con ordine ripartendo dalla struttura e dalle attuali divisioni della compagnia. Attualmente la societa' italiana risulta essere il maggiore produttore mondiale di pompe a pistoni professionali ad alta pressione, fra i principali gruppi operanti sui mercati internazionali nel settore dell’oleodinamica. Interpump e' leader mondiale nel comparto water jetting , un mercato di nicchia molto frammentato all’interno del quale e' presente con una quota che si aggira intorno al 50%. Inoltre,nel settore idraulico, Interpump e' un player di riferimento in continua espansione: nel dettaglio, i ricavi consolidati di questa area di business, che nel 2014 esprimevano il 59% del giro d’affari complessivo, hanno messo a segno una crescita del 34,7% rispetto al 2013. Anche nei primi mesi del 2015 Interpump ha mostrato segnali positivi sia in termini di fatturato, in crescita del 39% a 222,6 milioni a fine marzo 2015, che di Ebitda, risultato pari a 43,5 milioni (+35,8%), che di utile netto salito del 115% a 29, 2 milioni. Geograficamente Interpump e' presente nei principali mercati mondiali quali l’Europa, area dove realizza il 34% del fatturato, seguita dal Nord America (30%) e Cina (18%). Si segnala inoltre che il gruppo attualmente e' ben diversificato nei paesi emergenti con una capillarita' equidistribuita in ogni paese, con possibili opportunita' di crescita in Brasile,India,Cina e Corea del Sud. Interpump ha da sempre finanziato internamente la crescita facendo ricorso alla florida generazione di cassa, capace di coprire le esigenze del capitale circolante e degli investimenti e disponendo a fine marzo 2015 di una liquidita' netta di oltre 88 milioni. Attualmente il consensus stima una crescita degli utili nell’anno in corso pari a circa il 35% con un PEG(price to earnings growth) ratio a 0,57 volte. La societa' tratta a multipli P/E pari a 20 volte e ed Ev/Ebitda a 10,3, non certamente a sconto, ma la crescita attesa, se confermata, potrebbe anche giustificare ulteriore possibilita' di rivalutazione.

p.php?pid=chartscreenshot&u=OY6WOXQshHP1
52 di 129 - 18/6/2015 10:41
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Interpump: nuovo segnale ribassista sotto 13,85 euro

Nelle ultime due settimane il quadro tecnico di Interpump si è indebolito: il titolo non ha saputo infatti confermare il breakout di 15,70 euro, disegnando una brusca inversione di tendenza. La dinamica correttiva è stata inoltre accompagnata da un aumento della volatilità, che rende l’attuale scenario ancora più precario. Il cedimento di 13,90-13,85 euro potrà dare un nuovo impulso alla discesa, favorendo un’ulteriore correzione verso 13,40-13,35. Gli indicatori di tendenza sono saldamente allineati in posizione short, mentre gli oscillatori di forza relativa stazionano a ridosso delle rispettive soglie d’ipervenduto. Quest’ultima evidenza potrebbe favorire un tentativo di rimbalzo tecnico, ma solo il recupero di 14,35 potrà allentare la pressione negativa.

(MILANO FINANZA)

img697426.jpg
53 di 129 - 02/7/2015 10:45
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Interpump: nuovo segnale di forza sopra 15 euro

Mattinata di consolidamento per Interpump , che ha testato ieri la resistenza di breve a 15 euro, senza però trovare un immediato sbocco rialzista. Il quadro tecnico rimane costruttivo, anche se la volatilità delle ultime sedute ha reso lo scenario di breve piuttosto incerto. Proprio il breakout di quota 15 potrà dare uno slancio decisivo alle quotazioni, favorendo un’ambiziosa accelerazione verso l’area 15,60-15,70 euro, con uno step intermedio posto a quota 15,30-15,35. I principali indicatori di tendenza sono allineati in posizione long, così come gli oscillatori di forza relativa stazionano al di sopra delle rispettive soglie di equilibrio e confermano la solidità della dinamica di breve. Al ribasso, un primo supporto utile si colloca attorno a 14,55-14,50 euro, ma sarà solo una discesa sotto 14-13,95 a fornire un concreto segnale di debolezza.

(MILANO FINANZA)

img979640.jpg
54 di 129 - 09/9/2015 11:29
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Interpump: positivo un allungo oltre 13,05 euro

Nuovo tentativo di recupero per Interpump , che da un paio di settimane sta provando a rilanciarsi dopo la brusca battuta d’arresto del mese scorso. Nella mattinata odierna il titolo ha raggiunto la resistenza di breve a 12,90-13,05 euro e proprio il breakout di questo livello potrà ora contribuire a estendere la dinamica positiva, con un target ambizioso posto a ridosso dell’area 13,75-13,80. L’analisi quantitativa descrive uno scenario ancora contrastato, con gli indicatori di tendenza allineati in posizione long, mentre gli oscillatori di momentum descrivono una forza relativa ancora non convincente. Al ribasso, un primo supporto utile può essere individuato attorno a 12,35-12,30 euro: in caso di pullback, fondamentale quindi una sua tenuta.

(MILANO FINANZA)

img160849.jpg
55 di 129 - 29/9/2015 12:09
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Interpump ha acquistato 115.334 azioni proprie

Interpump, nell’ambito dell’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie, ha comunicato che nelle sedute comprese tra il 21 e il 25 settembre ha acquistato 115.334 azioni proprie (pari allo 0,1059% del capitale) al prezzo unitario medio di 12,3773euro, per un controvalore complessivo di quasi 1,43 milioni di euro. Attualmente Interpump detiene un totale di 1.913.606 azioni proprie, pari all'1,7575% del capitale.

p.php?pid=chartscreenshot&u=3Vl5qFdsrkRr
56 di 129 - 14/10/2015 12:46
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Interpump, Norges Bank scende all'1,983%

Dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 5 ottobre Norges Bank ha ridotto la quota detenuta nel capitale di Interpump, portandola dal 2,46% all’1,983%.



p.php?pid=chartscreenshot&u=JKDC7P%2BGTM
57 di 129 - 14/12/2015 16:32
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Interpump: pericolosa una discesa sotto 13,80-13,75 euro

Nelle ultime sedute il quadro tecnico di Interpump si è parzialmente deteriorato, con il titolo che ha mancato l’atteso appuntamento con la soglia psicologica dei 15 euro, scivolando rapidamente a ridosso del supporto a 13,80-13,75: proprio l’esito del test di quest’ultimo livello diventa ora decisivo, in quando un suo breakout potrebbe favorire un’ulteriore accelerazione negativa, che potrebbe estendersi verso 13,50 prima, ma probabilmente anche fino a quota 13-12,90. Gli indicatori di tendenza si sono girati in posizione short, così come gli oscillatori di forza relativa stanno scivolando verso le rispettive aree d’ipervenduto. Al rialzo, un primo segnale di ripresa si avrebbe sul recupero di 14,20 euro.

(MILANO FINANZA)


interpump-727030.jpg
58 di 129 - 28/12/2015 15:39
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Interpump, Seragnoli esce da Ipg Holding, ha 6,610% capitale


Isabella Seragnoli è uscita dalla 'scatola' Ipg Holding, parcheggiando nella sua società Mais il 6,610% del capitale di Interpump .

E' quanto emerge dalle comunicazioni Consob sulle partecipazioni rilevanti.

L'operazione è datata 22 dicembre scorso. Lo stesso giorno, dunque, Ipg Holding ha ridotto la partecipazione nel produttore di pompe al 19,114% dal 26,294% del capitale che deteneva dal 24 aprile 2009.

Con l'uscita di Seragnoli, dunque, il capitale di Ipg (che vedeva Seragnoli al 25%) è suddiviso fra Fulvio Montipò, fondatore e presidente di Interpump, forte di una quota del 66% circa, e Tamburi Investment Partners, a cui fa capo il restante 33% circa.

Il giorno successivo all'uscita di Seragnoli, Ipg Holding ha rafforzato la partecipazione nel gruppo di Reggio Emilia, salendo al 20,230%.

Da notare che in precedenza, il 21 dicembre, Interpump aveva ridotto le azioni proprie in portafoglio all'1,034% dal2,017% che risultava al 12 ottobre precedente.
59 di 129 - 11/1/2016 10:46
GIOLA N° messaggi: 27373 - Iscritto da: 03/9/2014
Interpump: nuovo breakout ribassista con target a 12,25

Nuova battuta d’arresto per Interpump , che ha ceduto anche il supporto in area 13-12,90 euro, trovando un ampio spazio di caduta verso quota 12,50: il quadro tecnico si è ulteriormente deteriorato e ora è possibile un’estensione della discesa verso 12,25-12,15 euro prima e 11,80-11,70 in un secondo momento. Anche l’analisi algoritmica descrive uno scenario fragile, con gli indicatori di tendenza allineati in posizione short e gli oscillatori di momentum ormai a ridosso delle rispettive aree d’ipervenduto. Difficile ipotizzare un’inversione della dinamica correttiva: solo il recupero di 13,75-13,80 euro potrà fornire un concreto segnale di forza.

(MILANO FINANZA)

interpump-285128.jpg
60 di 129 - 12/2/2016 15:56
dibbo1 N° messaggi: 2125 - Iscritto da: 08/10/2013
Lauro, la segui ???
129 Commenti
  3    
Titoli Discussi
BIT:IP 41.04 1.8%
Interpump Group
Interpump Group
Interpump Group
Indici Internazionali
Australia 0.0%
Brazil 0.8%
Canada 0.3%
France 0.1%
Germany 0.4%
Greece -0.4%
Holland -0.2%
Italy 0.5%
Portugal 0.4%
US (DowJones) -0.6%
US (NASDAQ) -0.9%
United Kingdom -0.2%
Rialzo (%)
BIT:VE 10.64 9,569.1%
BIT:FAR 23.00 13.9%
BIT:OSA 3.70 13.8%
BIT:PITE 10.80 10.0%
BIT:ARN 13.60 9.7%
BIT:TKA 9.86 7.2%
BIT:RM 1.06 6.0%
BIT:POR 14.15 5.6%
BIT:OS 8.44 5.5%
BIT:GIS 2.87 5.3%
La tua Cronologia
BIT
IP
Interpump
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V: D:20210118 20:24:21