Bilancio - Dati Fondamentali A2A

Nome Compagnia:A2A
Descrizione:
Il gruppo A2A è attivo principalmente nei settori della produzione, vendita e distribuzione di energia elettrica, vendita e distribuzione del gas, produzione, distribuzione e vendita di calore tramite reti di teleriscaldamento, gestione dei rifiuti, gestione del ciclo idrico integrato. Tali settori operativi sono a loro volta riconducibili a “Business Units” dedicate.A2A è la più grande multiutility italiana, ai vertici nei settori energia, ambiente, calore e reti. È tra i maggiori produttori nazionali di energia, con un mix produttivo orientato alle fonti rinnovabili, ed è il secondo operatore nelle reti di distribuzione di elettricità; si posiziona inoltre tra i primi nelle reti del gas e del ciclo idrico, mentre è leader italiano nei servizi ambientali e nel teleriscaldamento. In base ai dati operativi il gruppo A2A è leader in Italia nel settore delle local utilities. Nel 2019 A2A ha prodotto 17.972 GWh di energia elettrica, distribuito 11.735 GWh di energia elettrica e 2.783 GWht di energia termica. Ha inoltre distribuito 2.963 milioni di mc di gas e 78 milioni di mc di acqua e trattato 3,6 milioni di tonnellate di rifiuti.
Amm. Delegato:Renato MazzonciniIndirizzo Web:www.a2a.eu
Presidente:Marco Emilio Angelo PatuanoTel:03035531
Indirizzo:Via Lamarmora, 230Fax:0303553204
Comune:BresciaEmail:info@a2a.eu
Nazione:ItaliaISIN:IT0001233417
CAP:25124
 Prezzo Variazione [%] Denaro Lettera Volume Max Min
 1,3085 0,0525 [4,18%] 1,3065 1,307 23.818.589 1,3145 1,2565
 Aper Chiusura Prec. Cap. di mercato Azioni circolanti VWAP ROE (%) Osc 52 Sett
 1,2565 1,256 4.099.406.555 3.132.905.277 1,29 11,83 0,96-1,90

Valori Principali

(alla chiusura precedente)
Chiusura Precedente1,256
Cap. di mercato3.934.929.028
Azioni circolanti3.132.905.277
Azioni Privilegiate circolanti-
Azioni Risparmio circolanti-
Azioni Risparmio Convertibili circolanti-

Andamento prezzo azioni 5 anni

Andamento Prezzo Azione

Periodo MaxMin
1 Settimana1,311,21
4 Settimane1,311,05
12 Settimane1,311,05
1 Anno1,900,96
3 Anni1,900,96
5 Anni1,900,94

Grafico Azionisti

Sintesi di Bilancio (in migliaia di euro)

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Ricavi delle Vendite e delle Prestazioni3.084.0003.610.0007.122.0006.271.000
EBITDA559.000582.0001.234.0001.231.000
EBIT281.000327.000687.000588.000
Risultato di pertinenza del Gruppo154.000166.000389.000344.000
Risultato Netto163.000175.000393.000354.000
Cash Flow----
Patrimonio Netto Complessivo3.582.0003.450.0003.651.0003.523.000
Posizione Finanziaria Netta-3.433.000-3.118.000-3.154.000-3.022.000
Risultati al 30 Giugno 2019 - Scendono ricavi e margini di A2A nel primo semestre 2020, soprattutto a causa dell’impatto dell’emergenza sanitaria Covid-19.
I ricavi delle vendite e prestazioni sono infatti diminuiti del 14,6% a 3.084 milioni e i ricavi totali del 14,3% a 3.181 milioni, in relazione alla contrazione del mercato energetico all’ingrosso per i minori prezzi di energia elettrica e gas e la diminuzione dei volumi venduti del portafoglio industriale gas; le medesime dinamiche sono state osservate anche nei mercati retail gas e teleriscaldamento che hanno risentito anche di una termicità sfavorevole rispetto alla stagione invernale 2019.
In particolare i ricavi della business unit Generazione e Trading sono scesi del 22,5% a 1.742 milioni, quelli della business unit Mercato dell’11,3% a 1.262 milioni e quelli della business unit Reti e Calore dell’11,4% a 523 milioni, mentre quelli della business unit Ambiente sono saliti del 2,5% a 535 milioni.
I costi operativi sono complessivamente diminuiti del 16,2% a 2.622 milioni, per effetto di una riduzione pari al 19,1%, a 2.151 milioni, delle spese per acquisti di materie e servizi, mentre gli altri costi si sono attestati a 116 milioni (+0,9%) ed il costo del lavoro a 355 milioni (+0,3%).
Così l’ebitda è diminuito da 582 a 559 milioni (-4%), ed anche al netto delle partite non ricorrenti (6 milioni nel primo semestre 2020, 7 milioni nello stesso periodo dell’anno prima) l’ebitda è sceso del 4%.
L’ebitda dell’attività di Generazione e Trading è sceso del 16,2% a 98 milioni, quello della business unit Mercato del 2,6% a 113 milioni e quello della business unit Reti e Calore del 3,1% a 220 milioni, mentre quello della business unit Ambiente è salito del 6,7% a 144 milioni, grazie al comparto della Raccolta per i minori costi del personale e per il contenimento delle spese per i consumi e la manutenzione degli automezzi.
Gli ammortamenti e le svalutazioni sono saliti da 255 a 278 milioni per effetto dei maggiori ammortamenti legati agli investimenti oltre al ripristino di valore degli impianti di A2A Gencogas a seguito di impairment test a fine 20189 (19 milioni) e maggiori accantonamenti netti (l’anno precedente ano stati effettuati maggiori rilasci di fondi rischi e crediti eccedenti effettuati nell’anno precedente); di conseguenza l’ebit è passato da 327 a 281 milioni (-14,1%).
Gli oneri finanziari netti sono diminuiti da 65 a 38 milioni, in presenza al 30/6/2020 di un indebitamento finanziario netto pari a 3.433 a fronte di 3.154 milioni a fine 2019; non considerando le variazioni di perimetro avvenute nel primo semestre 2020, l’indebitamento finanziario netto al 30/6/2020 sarebbe stato pari a 3.311 milioni.
Nel periodo sono stati effettuati investimenti per 250 milioni, in linea con il dato del primo semestre 2019.
L’utile ante imposte è nel complesso sceso da 262 a 243 milioni (-7,3%).
Dopo imposte per 78 milioni (tax rate sceso dal 33,2% al 32,1%) e l’imputazione a terzi di una quota di utile di competenza invariata a 9 milioni, l’utile netto è passato da 166 a 154 milioni (-7,2%).
Risultati 2019 - Grazie alla presenza di rivalutazioni, si chiude con risultati in crescita l’esercizio 2019 di A2A.
I ricavi complessivi sono saliti del 12,8%, passando da 6.494 a 7.324 milioni, anche grazie al contributo del gruppo ACSM-AGAM, consolidato da luglio 2018, che ha apportato ricavi per 420 milioni (187 milioni nel solo secondo semestre del 2018).
Inoltre sono salite le vendite sul mercato libero (soprattutto ai grandi clienti), e sono aumentati i volumi intermediati sui mercati all’ingrosso, mentre sono scesi quelli relativi ai mercati ambientali.
I ricavi derivanti dall’attività di Generazione e Trading sono ammontati a 4.399 milioni (+14,1%), quelli della business unit Mercato a 2.724 milioni (+22,2%), quelli della business unit Ambiente a 1.047 milioni (+2,4%), quelli della business unit Reti e Calore a 1.096 milioni (-1,3%), quelli della business unit Estero a 3 milioni (-62,5%) e quelli di A2A Smart City a 63 milioni (+18,9%).
I costi per consumi di materie prime e servizi sono aumentati in misura superiore al fatturato, passando da 4.332 a 5.156 milioni (+19%); il costo del personale è invece salito solo del 5,3% a 700 milioni.
Ne è derivato un Ebitda pressochè stabile (+0,2% a 1.234 milioni).
L’Ebitda dell’attività di Generazione e Trading è significativamente sceso, passando da 370 a 301 milioni (-18,6%), penalizzato dal venir meno del contributo dei certificati verdi e di altri incentivi (100 milioni nel 2018) e dalla riduzione dei servizi ancillari.
Anche su base omogenea l’Ebitda della divisione sarebbe sceso di 72 milioni.
In crescita l’Ebitda delle altre divisioni, e quello del business Mercato è salito dell’11,2% a 229 milioni per i migliori margini sia di gas che di elettricità, nonché per il contributo di ACSM-AGAM al netto dell’uscita di Aspem (17 milioni).
L’Ebitda del business Reti e Calore è salito del 12,4% a 461 milioni grazie all’ampliamento del perimetro e alla performance del teleriscaldamento, nonostante i maggiori oneri ambientali per CO2 e l’assenza dei certificati verdi.
L’Ebitda del business Ambiente è rimasto sostanzialmente stabile (+1,1% a 271 milioni) per effetto dell’incremento dei prezzi dell’energia elettrica prodotta dai termovalorizzatori e di quelli di conferimento (in particolare dei rifiuti assimilabili agli urbani), oltre a maggiori ricavi da conferimento presso la discarica di lotti inertizzati di Corteolona, e nonostante i maggiori costi di smaltimento e i minori ricavi da conferimento alle discariche di Grottaglie, Barengo e Comacchio.
Poco influente, ma comunque positivo per 11 milioni (invariato) anche l’Ebitda di A2A Smart City, mentre quello dell’area Estero è stato negativo per 3 milioni (nullo nel 2018).
Gli ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni nel complesso sono scesi da 643 a 547 milioni, in quanto - pur in presenza di maggiori ammortamenti per asset acquisiti ed investimenti per 39 milioni e di maggiori accantonamenti per 16 milioni derivanti principalmente dal rilascio di fondi rischi e crediti eccedenti effettuato nel 2018 -, le svalutazioni sono ammontate a soli 9 milioni a fronte di 160 milioni nel 2018.
Nel 2019 vi è stata una svalutazione di 48 milioni della discarica di Grottaglie dovuta alle ridotte capacità reddituali future per effetto della sentenza del Consiglio di Stato del 28 agosto 2019 che ha rigettato il ricorso effettuato da Linea Ambiente Srl contro la sentenza del TAR di Lecce n.
143/2019, confermando l’annullamento del DD45/18 che aveva permesso una sostanziale modifica dell’AIA relativa alla discarica.
La centrale di Monfalcone è stata svalutata per 3 milioni (contro ben 116 milioni nel 2018) e la rete elettricità per 85 milioni (contro 44 milioni nel 2018).
Il 2019 ha però beneficiato del ripristino di valore, per ben 127 milioni, dei gruppi da 400 MW di Mincio, Chivasso e Sermide che erano stati interamente svalutati negli anni precedenti a seguito di messa in conservazione, ma sono stati rivalutati in considerazione del loro regolare funzionamento, delle crescenti prospettive di utilizzo connesso al previsto “phase out” del carbone e della remunerazione fornita dal meccanismo del “capacity market” già assegnato per il 2022 e 2023 e previsto per gli esercizi successivi.
Di conseguenza l’Ebit è passato da 588 a 687 milioni (+16,8%).
Gli oneri finanziari netti sono rimasti quasi invariati a 114 milioni; al 31/12/2019 l’indebitamento finanziario netto ammontava a 3.154 milioni a fronte di 3.022 milioni a fine 2018, e include gli effetti derivanti dall’applicazione del principio contabile IFRS 16 (109 milioni) e quelli relativi alle variazioni di perimetro (53 milioni).
Nel 2019 sono stati effettuati investimenti per 627 milioni, il 25,4% in più rispetto ai 500 milioni del 2018.
Così l’utile ante imposte è salito da 490 a 581 milioni (+18,6%).
Dopo imposte per 189 milioni (tax rate in lieve aumento dal 32% al 32,5%) e l’attribuzione della quota ai terzi, l’utile netto è passato da 344 a 389 milioni (+13,1%).
L’impatto della svalutazione della discarica di Grottaglie sull’utile netto è stato pari a 17 milioni e vi sono state svalutazioni da impairment test al netto degli effetti fiscali per 6 milioni.
Al netto di queste voci il risultato netto ordinario sarebbe passato da 438 a 378 milioni (-13,7%).
Il dividendo ammonta a 0,0775 euro per azione posto in pagamento il 20 maggio 2020.

Stato Patrimoniale

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Avviamento374.000446.000374.000444.000
Attività immateriali----
Immobilizzazioni Materiali4.909.0004.718.0004.869.0004.620.000
Investimenti Immobiliari----
Partecipazioni e altre attività finanziarie----
Altre Attività non Correnti----

Totale Attività non Correnti

----
Rimanenze146.000182.000184.000187.000
Crediti Commerciali2.488.0002.188.0001.852.0001.781.000
Altre Attività Correnti----
Liquidità e Disponibilità Finanziarie----

Totale Attività Correnti

----
Attività destinate alla vendita----

Totale Attivo

10.632.00010.442.00010.725.00010.333.000
Capitale Sociale1.629.0001.629.0001.629.0001.629.000
Azioni Proprie12.33512.33512.00012.000
Riserve1.442.3351.274.3351.283.0001.174.000
Utile (Perdite) d'Esercizio154.000166.000389.000344.000

Patrimonio Netto di Gruppo

3.213.0003.057.0003.289.0003.135.000
Patrimonio netto di Terzi369.000393.000362.000388.000

Patrimonio netto Complessivo

3.582.0003.450.0003.651.0003.523.000
Debiti Finanziari a Lungo Termine3.119.0002.949.0003.316.0002.998.000
Fondo TFR e altri fondi del personale287.000322.000307.000314.000
Fondo per rischi e oneri652.000648.000676.000642.000
Altre passività non correnti----

Totale Passività non correnti

----
Debiti Finanziari a Breve Termine561.000752.000304.000694.000
Debiti Commerciali1.086.0001.265.0001.481.0001.413.000
Altre Passività correnti----

Totale Passività correnti

----
Passività correlate ad attività destinate alla vendita----

Totale passivo

10.632.00010.442.00010.725.00010.333.000

Conto Economico - Profit & Loss

30/6/202030/6/201931/12/201931/12/2018
Ricavi delle vendite e delle prestazioni3.084.0003.610.0007.122.0006.271.000
Altri ricavi97.000101.000202.000223.000

Totale ricavi

3.181.0003.711.0007.324.0006.494.000
Costo del venduto----
Utile lordo industriale----
Spese generali e amministrative----
Spese di ricerca e sviluppo----
Spese di vendita----
Altri ricavi (costi) operativi netti----
Altri proventi (oneri) non ricorrenti----
Variazione delle rimanenze----
Consumi di materie prime1.573.0002.082.0004.004.0003.346.000
Costo del personale355.000354.000700.000665.000
Costi per servizi578.000578.0001.152.000986.000
Altri costi operativi116.000115.000234.000266.000
Altri proventi non ricorrenti----
Altri oneri non ricorrenti----
EBITDA559.000582.0001.234.0001.231.000
Ammortamenti264.000245.000502.000463.000
Accantonamenti per rischi, oneri e svalutazioni14.00010.00036.00020.000
EBIT281.000327.000687.000588.000

Saldo gestione finanziaria

-38.000-65.000-110.000-112.000
a) Proventi Finanziari6.0005.00016.00016.000
b) Oneri Finanziari45.00070.000130.000132.000
c) Altri Proventi (Oneri) Finanziari1.000-4.0004.000
Ripristini (svalutazioni) / Plusvalenze (Minusvalenze)--4.00014.000

Risultato prima delle imposte

243.000262.000581.000490.000
Imposte sul reddito78.00087.000189.000157.000
Risultato netto attività di funzionamento----
Risultato attività destinata a cessare----

Risultato netto

163.000175.000393.000354.000
Risultato di pertinenza di terzi9.0009.0004.00010.000
Risultato di pertinenza del Gruppo154.000166.000389.000344.000
La tua Cronologia
BIT
A2A
A2a
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Per accedere al tempo reale push di Borsa è necessario registrarsi.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V:it D:20201127 03:36:15