Bilancio - Dati Fondamentali Monnalisa

Nome Compagnia:Monnalisa
Descrizione:
Monnalisa è la holding di un gruppo attivo nel design, realizzazione e distribuzione di abbigliamento di alta gamma e accessori per bambini.La società è stata fondata nel 1968 da Piero Iacomoni e Barbara Petrocci e distribuisce i propri prodotti in oltre 60 paesi tramite flagship store diretti, department store e oltre 750 punti vendita multibrand. A fine 2018 il gruppo possiede complessivamente 42 punti vendita diretti, tra DOS e DOO.
Amm. Delegato:Christian SimoniIndirizzo Web:www.monnalisa.eu
Presidente:Piero IacomoniTel:0575 98501
Indirizzo:Via Madame Curie, 7Fax:
Comune:ArezzoEmail:info@monnalisa.eu
Nazione:ItaliaISIN:IT0005338139
CAP:52100
 Prezzo Variazione [%] Denaro Lettera Volume Max Min
 2,46 0 [0%] 2,46 2,56 292 2,46 2,44
 Aper Chiusura Prec. Cap. di mercato Azioni circolanti VWAP ROE (%) Osc 52 Sett
 2,44 2,46 12.881.298 5.236.300 2,45 2,72 2,42-8,30

Valori Principali

(alla chiusura precedente)
Chiusura Precedente2,46
Cap. di mercato12.881.298
Azioni circolanti5.236.300
Azioni Privilegiate circolanti-
Azioni Risparmio circolanti-
Azioni Risparmio Convertibili circolanti-

Andamento prezzo azioni 5 anni

Andamento Prezzo Azione

Periodo MaxMin
1 Settimana2,662,42
4 Settimane2,922,42
12 Settimane3,382,42
1 Anno8,302,42
3 Anni14,492,42
5 Anni14,492,42

Grafico Azionisti

Sintesi di Bilancio (in migliaia di euro)

30/6/201930/6/201831/12/201831/12/2017
Ricavi delle Vendite e delle Prestazioni24.56024.93949.12947.011
EBITDA1.9382.3205.3436.826
EBIT2711.0422.1404.061
Risultato di pertinenza del Gruppo-1226421.2912.248
Risultato Netto-1246401.2922.253
Cash Flow----
Patrimonio Netto Complessivo47.22729.79447.39729.203
Posizione Finanziaria Netta-127-12.7392.503-8.265
RISULTATI AL 30 GIUGNO 2019 – I costi per l’apertura di nuovi negozi diretti pesano sui margini reddituali del primo semestre 2019 di Monnalisa che chiude in rosso.
La società ha proseguito il progetto di espansione della rete retail e al 30 giugno 2019 il gruppo contava 47 punti vendita diretti (erano 42 a fine 2018); inoltre ha formalizzato accordi per l’apertura di ulteriori 8 negozi entro il 2019.
Le vendite della prima parte dell’anno si sono confermate sostanzialmente stabili a 24,6 milioni (-1,5%), ma con un trend differente dei canali Retail e Wholesale.
In particolare i ricavi da canale Retail sono incrementati del 28% a 7,1 milioni (+29% a cambi costanti), mentre le vendite del canale Wholesale risultano in calo a 16,7 milioni (-10%) a causa dell’interruzione del rapporto con l’importatore del Giappone, un mercato dove il gruppo intendente entrare direttamente, e al passaggio a concession del cliente Harrods e che ora rientra nel canale retail.
Inoltre sul Wholesale ha inciso l’anticipo a dicembre 2018 delle consegne estive.
La dinamica dei costi operativi risente della maggiore incidenza dei costi di struttura (personale e affitti), riconducibile alla fase di start up dei nuovi negozi di recente apertura.
Così l’Ebitda si attesta a 1,9 milioni (-16,5%), con una marginalità pari all’8% delle vendite; in termini normalizzati, ovvero al netto delle spese di apertura e chiusura negozi e dei costi one-off sostenuti, l’Ebitda adjusted si porterebbe a 2,8 milioni, rispetto ai 3,3 milioni del corrisponde al 30/6/2018.
Dopo aver contabilizzato ammortamenti incrementati da 1,2 a 1,6 milioni, l’Ebit passa da oltre un milione a circa a 0,3 milioni.
Poco variato il saldo negativo della gestione finanziaria, passato da 169mila a 147mila euro, e l’utile ante imposte è quindi sceso da 0,9 a 0,1 milioni.
Dopo imposte per 239mila euro (-2,5%), si giunge alla perdita netta di 122mila euro, che si confronta con l’utile netto di 642mila euro al 30/6/2018.
Nel semestre il gruppo ha realizzato investimenti per 2,5 milioni, di cui 0,9 milioni sostenuti su beni di terzi per l’apertura dei nuovi negozi e per la parte restante per il completamento degli uffici del nuovo stabile e per la realizzazione del nuovo showroom ad Arezzo.
La posizione finanziaria netta al 30/6/2019 risulta negativa per 127mila euro, rispetto ai 2,5 milioni di risorse disponibili a fine 2018.RISULTATI 2018 - Scendono nel 2018, primo anno di quotazione all’Aim Italia, i risultati di Monnalisa.
I ricavi caratteristici sono passati da 47 a 49,1 milioni (+4,5%, e +6% a cambi costanti); includendo i ricavi dell’area accessoria che sono balzati da 0,7 a 1,9 milioni, il giro d’affari sarebbe passato da 47,7 a 51,1 milioni (+6,9%, e +9% a cambi costanti).
In tale ambito i ricavi dell’area Retail sono balzati del 39% (+43% a cambi costanti) a 12,3 milioni in coerenza con la strategia del gruppo che prevede l’apertura di punti vendita diretti prevalentemente all’estero; anche i ricavi B2C sono aumentati del 17% a quasi 1,5 milioni, mentre i ricavi Wholesale sono scesi del 4% (-3% a cambi costanti) a 35,3 milioni a seguito dell’interruzione del rapporto con un cliente russo che gestiva 4 TPOS (Third Party Operated Stores), di cui 3 già riaperti come punti vendita diretti (DOS), oltre all’acquisto da un cliente statunitense di un ramo d’azienda consistente in 2 punti vendita monomarca.
Per quanto riguarda l’andamento nelle diverse aree geografiche, le vendite in Italia sono salite del 9% a 16,9 milioni e quelle in Europa del 6% a 12,3 milioni, mentre nel resto del mondo sono rimaste invariate (ma +4% a cambi costanti) per effetto dei cambi e del calo del canale Wholesale, compensato da quello Retail.
I costi per consumi di materie prime sono scesi del 7,5% a 14,4 milioni ed i costi per servizi sono rimasti pressochè invariati (-0,2% a 16,2 milioni).
Però le nuove aperture hanno portato a un forte incremento del costo del personale (+21,7% a 10,6 milioni, del resto in presenza di un numero di dipendenti passato da 264 a 314 unità), e soprattutto degli altri costi operativi, balzati del 51,3% a 6,2 milioni soprattutto in conseguenza dei maggiori costi per affitti determinati dall’apertura di nuovi punti vendita DOS.
Nel è derivato un ebitda in flessione da 6,8 a 5,3 milioni (-21,7%); su base rettificata sarebbe ammontato a 7,3 milioni.
Dopo ammortamenti in crescita da 2,3 a 3,1 milioni (per gli investimenti effettuati negli ultimi esercizi; in particolare nel 2018 sono stati investiti 7,6 milioni), mentre gli accantonamenti sono scesi da 0,5 a 0,1 milioni, l’ebit si è attestato a 2,1 milioni (-47,3%).
Su base rettificata l’ebit sarebbe ammontato a 5,3 milioni.
Il saldo negativo della gestione finanziaria è migliorato, scendendo da 939.000 a 444.000 euro in presenza, al 31/12/2018, di una liquidità netta pari a 2,5 milioni (grazie agli introiti dell’IPO), a fronte di un indebitamento finanziario netto pari a 8,3 milioni a fine 2017.
In ogni caso l’utile ante imposte è passato da 3,1 a 1,7 milioni (-45,6%) e, dopo imposte per 419.000 euro (tax rate sceso dal 28,4% al 24,5%), l’utile netto è ammontato a 1,3 milioni, il 42,6% in meno rispetto ai 2,2 milioni al 31/12/2017.
Nessun dividendo.

Stato Patrimoniale

30/6/201930/6/201831/12/201831/12/2017
Avviamento2.0112.3062.146698
Attività immateriali----
Immobilizzazioni Materiali18.18016.32018.13715.352
Investimenti Immobiliari----
Partecipazioni e altre attività finanziarie----
Altre Attività non Correnti----

Totale Attività non Correnti

----
Rimanenze19.99316.54117.82716.775
Crediti Commerciali8.60610.5068.82011.108
Altre Attività Correnti----
Liquidità e Disponibilità Finanziarie----

Totale Attività Correnti

----
Attività destinate alla vendita----

Totale Attivo

76.62760.43674.88456.856
Capitale Sociale10.0002.06410.0002.064
Azioni Proprie----
Riserve37.33927.08136.09624.881
Utile (Perdite) d'Esercizio-1226421.2912.248

Patrimonio Netto di Gruppo

47.21729.78747.38729.193
Patrimonio netto di Terzi1061010

Patrimonio netto Complessivo

47.22729.79447.39729.203
Debiti Finanziari a Lungo Termine8.3023.5507.7794.199
Fondo TFR e altri fondi del personale1.7581.5811.6611.487
Fondo per rischi e oneri277257421411
Altre passività non correnti----

Totale Passività non correnti

----
Debiti Finanziari a Breve Termine6.21313.1655.7348.278
Debiti Commerciali8.6577.8487.7599.546
Altre Passività correnti----

Totale Passività correnti

----
Passività correlate ad attività destinate alla vendita----

Totale passivo

76.62760.43674.88456.856

Conto Economico - Profit & Loss

30/6/201930/6/201831/12/201831/12/2017
Ricavi delle vendite e delle prestazioni24.56024.93949.12947.011
Altri ricavi7261.0083.0361.785

Totale ricavi

25.28625.94752.16548.796
Costo del venduto----
Utile lordo industriale----
Spese generali e amministrative----
Spese di ricerca e sviluppo----
Spese di vendita----
Altri ricavi (costi) operativi netti----
Altri proventi (oneri) non ricorrenti----
Variazione delle rimanenze1.824-4495462.577
Consumi di materie prime6.6147.16214.41115.574
Costo del personale5.8244.95610.6148.721
Costi per servizi9.2698.12716.15416.187
Altri costi operativi3.5662.9456.2204.112
Altri proventi non ricorrenti101123147
Altri oneri non ricorrenti----
EBITDA1.9382.3205.3436.826
Ammortamenti1.6181.2303.0812.258
Accantonamenti per rischi, oneri e svalutazioni4948122507
EBIT2711.0422.1404.061

Saldo gestione finanziaria

-147-169-444-939
a) Proventi Finanziari19255547
b) Oneri Finanziari222244424421
c) Altri Proventi (Oneri) Finanziari5650-75-565
Ripristini (svalutazioni) / Plusvalenze (Minusvalenze)-9121523

Risultato prima delle imposte

1158851.7113.145
Imposte sul reddito239245419892
Risultato netto attività di funzionamento----
Risultato attività destinata a cessare----

Risultato netto

-1246401.2922.253
Risultato di pertinenza di terzi-2-315
Risultato di pertinenza del Gruppo-1226421.2912.248
La tua Cronologia
BIT
MNL
Monnalisa
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Per accedere al tempo reale push di Borsa è necessario registrarsi.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V:it D:20200811 00:23:55