Il miglioramento del terzo trimestre (-23,7%) sostiene l'andamento di Geox nei nove mesi 2020. Il gruppo calzaturiero ha archiviato il periodo terminato lo scorso 30 settembre con ricavi consolidati in calo del 33,2% a 429,8 milioni di euro, impattati principalmente dalla diffusione della pandemia nel secondo trimestre dell'esercizio. Gli ultimi tre mesi, con il progressivo ritorno alla piena operatività dei negozi in tutto il mondo, ha evidenziato invece una costante ripresa delle performance culminata ad agosto con un andamento positivo delle vendite durante i saldi estivi.

Le entrate dal canale multimarca, che corrispondono al 51,5% del totale, si sono attestate a 221,5 milioni di euro (-29,9%), mentre il franchising, pari al 7,8%, ha generato 33,5 milioni riportando una diminuzione del 50,4%. I ricavi dei negozi a gestione diretta, che rappresentano il 40,7% del totale di gruppo, sono ammontati a 174,8 milioni (-32,8%), con vendite comparabili in diminuzione del 32% che riflettono l'elevata percentuale di negozi rimasta temporaneamente chiusa nei nove mesi.

Il business online diretto continua invece a evidenziare trend di crescita rilevanti, con un incremento del 40% rispetto a fine settembre 2019 e del 37% nel solo terzo trimestre. Particolarmente positivi i mesi di aprile (+102%) e maggio (+167%), caratterizzati dalla fase più acuta del lockdown, oltre al mese di ottobre (+84%) poiché interessato dall'introduzione di nuove misure restrittive. Tra le categorie merceologiche, le calzature hanno rappresentato l'89,7% dei ricavi consolidati attestandosi a 385,6 milioni di euro (-33,6%), mentre il fatturato dell'abbigliamento e` ammontato a 44,2 milioni (-29,7%).

A livello di mercati quello domestico, che rappresenta il 23,8%, ha generato nei nove mesi 102,2 milioni di euro (-44,4%), mentre il resto d'Europa ha riportato un decremento del 25,5% a 205,9 milioni dopo un inizio anno a +5%. Il Nord America ha registrato un fatturato di 18,3 milioni di euro (-46,4%). Gli altri Paesi hanno infine evidenziato una decrescita del 30,6% con un trend particolarmente diverso tra Asia Pacifico (-44%) ed Europa dell'Est (-24,8%).

Le azioni di razionalizzazione intraprese, un andamento delle vendite del canale diretto migliore delle attese e la riduzione degli acquisti della collezione fall-winter 2020/21 hanno permesso alla società di mantenere sotto controllo la posizione finanziaria netta che a fine settembre si è attestata a -84,3 milioni di euro.

«La seconda ondata di contagi sta purtroppo determinando, a seguito della reintroduzione di nuovi lockdown in molti Paesi, nuove temporanee sospensioni delle attività dei negozi, una generalizzata riduzione della mobilità delle persone e un sostanziale azzeramento dei flussi turistici», ha infine affermato Geox mettendo però in evidenza come, in questo contesto, il canale online diretto stia ulteriormente accelerando la propria crescita, risultata del +72% da inizio ottobre.

«Tale trend, oltre a consentirci di assorbire almeno in parte il calo di fatturato determinato dalla chiusura dei punti vendita fisici, ci spinge a proseguire nella definizione di un modello di business snello, ispirato dalle esigenze della clientela e basato sull'integrazione tra canale fisico e digitale. Stiamo investendo nell'omnicanalità, in nuove campagne pubblicitarie televisive, in nuove aperture di negozi nei mercati a maggiore crescita e, come sempre, in ricerca e sviluppo per garantire il massimo benessere alla clientela», ha concluso il management.

L'ultima seduta a Piazza Affari si è conclusa con un rialzo di 3,9 punti percentuali del titolo Geox, le cui quotazioni si sono fermate a 0,58 euro per azione.

red/lde

fine

MF-DJ NEWS

1308:38 nov 2020

 

(END) Dow Jones Newswires

November 13, 2020 02:39 ET (07:39 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Geox (BIT:GEO)
Storico
Da Dic 2020 a Gen 2021 Clicca qui per i Grafici di Geox
Grafico Azioni Geox (BIT:GEO)
Storico
Da Gen 2020 a Gen 2021 Clicca qui per i Grafici di Geox