Lista Discussioni

Crea Discussione

Aggiorna

Utenti Filtrati

Utenti Bannati

Notifiche

Mio Profilo

Cerca

Gel (GEL)

- Modificato il 20/12/2017 15:51
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
Grafico Intraday: GelGrafico Storico: Gel
Grafico IntradayGrafico Storico
Grafico Intraday: Warr Gel 2017-2021Grafico Storico: Warr Gel 2017-2021
Grafico IntradayGrafico Storico

 ...





Lista Commenti
35 Commenti
1 
1 di 35 - 20/12/2017 14:23
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
Gel, la prima acquisizione sarà in Germania

La società attiva nel settore del trattamento dell'acqua ha debuttato oggi sull'Aim a 2,712 euro, in rialzo rispetto al prezzo di collocamento a 2,60 euro. Il management conta di acquistare la maggioranza di una piccola azienda in Germania dove il gruppo non è ancora presente

di Marco Sasso

Debutto senza lode sul segmento Aim Italia di Borsa Italiana per Gel , società attiva nel settore del trattamento dell'acqua attraverso la progettazione, la realizzazione e la commercializzazione di attrezzature, componenti e prodotti chimici dedicati al mercato domestico e professionale. Il titolo, che ha aperto la seduta a un prezzo di 2,712 euro, scambia ora a 2,604 euro, in rialzo dello 0,15% rispetto al prezzo di collocamento a 2,60 euro. Ma in mattinata ha anche toccato un minimo a 2,51 euro.

Il controvalore complessivo della raccolta attraverso l'Ipo ammonta a 5,7 milioni di euro e l'ammissione è avvenuta a seguito del collocamento di 2.192.500 azioni di nuova emissione. Il prezzo delle azioni è stato fissato a 2,60 euro, di cui 0,10 euro a titolo di valore nominale e il residuo a titolo di sovrapprezzo, sulla base del quale la capitalizzazione di mercato è pari a 18,7 milioni di euro. Il flottante è pari al 30,49% del capitale.

Gel utilizzerà i proventi della quotazione per crescere all'estero, anche attraverso una possibile acquisizione in Germania. "Sono assolutamente soddisfatto. Siamo riusciti a portare a casa una raccolta interessante", ha spiegato Aroldo Berto, amministratore delegato della società, intervistato dall'agenzia Mf-DowJones, in occasione della cerimonia di quotazione, sottolineando che "la raccolta sarà dedicata a investimenti interni per ottimizzare la marginalità. Abbiamo, quindi, degli investimenti su alcuni macchinari che renderanno meno costoso il nostro prodotto, specialmente su applicazioni in plastica e altri invece che saranno rivolti a conquistare una fetta di mercato estero maggiore".

A livello geografico, ha aggiunto il top manager, "abbiamo individuato in Cina un ottimo punto di sbocco dove stiamo già facendo alcuni interessanti risultati senza aver fatto investimenti, quindi probabilmente prenderemo degli uffici con un paio di persone che gireranno il mercato. Cercheremo di consolidare questa crescita importante in quel mercato. Inoltre la Russia è importantissima e il resto dell'Europa dove dovremmo implementare la nostra quota".

In merito a possibili operazioni di M&A, Berto ha spiegato che "l'acquisizione è assolutamente un pallino che ci siamo dati come obiettivo. Presumiamo che il mercato giusto sia in questo caso la Germania. E' un mercato immenso dove noi non siamo ancora presenti. C'è una barriera, non doganale, ma di fatto hanno messo delle barriere di certificazione di prodotto, quindi contiamo di acquistare la maggioranza di una piccola azienda per poter veicolare attraverso questa tutto il nostro catalogo di prodotti, praticamente parlando la lingua tedesca".

Sulla possibile tempistica, l'ad ha dichiarato che "entro fine 2018 dovremmo aver inquadrato quanto meno chi. Abbiamo già un'idea di chi potrebbe essere avvicinato per fare delle trattative. Abbiamo idee di chi contattare e speriamo di riuscire a farlo presto. La nostra intenzione è di iniziare domani mattina", ha concluso, "ma la conclusione non dipende solo da noi".

Si tratta della 25esima ammissione dell'anno su Aim Italia, il mercato dedicato alle piccole e medie imprese ad alto potenziale. Integrae Sim ha agito in qualità di Nomad, Global Coordinator e Specialist dell'operazione.

https://www.milanofinanza.it
2 di 35 - 21/1/2018 10:47
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #1 - 20/Dic/2017 13:23Gel, la prima acquisizione sarà in Germania

La società attiva nel settore del trattamento dell'acqua ha debuttato oggi sull'Aim a 2,712 euro, in rialzo rispetto al prezzo di collocamento a 2,60 euro. Il management conta di acquistare la maggioranza di una piccola azienda in Germania dove il gruppo non è ancora presente

di Marco Sasso

Debutto senza lode sul segmento Aim Italia di Borsa Italiana per Gel , società attiva nel settore del trattamento dell'acqua attraverso la progettazione, la realizzazione e la commercializzazione di attrezzature, componenti e prodotti chimici dedicati al mercato domestico e professionale. Il titolo, che ha aperto la seduta a un prezzo di 2,712 euro, scambia ora a 2,604 euro, in rialzo dello 0,15% rispetto al prezzo di collocamento a 2,60 euro. Ma in mattinata ha anche toccato un minimo a 2,51 euro.

Il controvalore complessivo della raccolta attraverso l'Ipo ammonta a 5,7 milioni di euro e l'ammissione è avvenuta a seguito del collocamento di 2.192.500 azioni di nuova emissione. Il prezzo delle azioni è stato fissato a 2,60 euro, di cui 0,10 euro a titolo di valore nominale e il residuo a titolo di sovrapprezzo, sulla base del quale la capitalizzazione di mercato è pari a 18,7 milioni di euro. Il flottante è pari al 30,49% del capitale.

Gel utilizzerà i proventi della quotazione per crescere all'estero, anche attraverso una possibile acquisizione in Germania. "Sono assolutamente soddisfatto. Siamo riusciti a portare a casa una raccolta interessante", ha spiegato Aroldo Berto, amministratore delegato della società, intervistato dall'agenzia Mf-DowJones, in occasione della cerimonia di quotazione, sottolineando che "la raccolta sarà dedicata a investimenti interni per ottimizzare la marginalità. Abbiamo, quindi, degli investimenti su alcuni macchinari che renderanno meno costoso il nostro prodotto, specialmente su applicazioni in plastica e altri invece che saranno rivolti a conquistare una fetta di mercato estero maggiore".

A livello geografico, ha aggiunto il top manager, "abbiamo individuato in Cina un ottimo punto di sbocco dove stiamo già facendo alcuni interessanti risultati senza aver fatto investimenti, quindi probabilmente prenderemo degli uffici con un paio di persone che gireranno il mercato. Cercheremo di consolidare questa crescita importante in quel mercato. Inoltre la Russia è importantissima e il resto dell'Europa dove dovremmo implementare la nostra quota".

In merito a possibili operazioni di M&A, Berto ha spiegato che "l'acquisizione è assolutamente un pallino che ci siamo dati come obiettivo. Presumiamo che il mercato giusto sia in questo caso la Germania. E' un mercato immenso dove noi non siamo ancora presenti. C'è una barriera, non doganale, ma di fatto hanno messo delle barriere di certificazione di prodotto, quindi contiamo di acquistare la maggioranza di una piccola azienda per poter veicolare attraverso questa tutto il nostro catalogo di prodotti, praticamente parlando la lingua tedesca".

Sulla possibile tempistica, l'ad ha dichiarato che "entro fine 2018 dovremmo aver inquadrato quanto meno chi. Abbiamo già un'idea di chi potrebbe essere avvicinato per fare delle trattative. Abbiamo idee di chi contattare e speriamo di riuscire a farlo presto. La nostra intenzione è di iniziare domani mattina", ha concluso, "ma la conclusione non dipende solo da noi".

Si tratta della 25esima ammissione dell'anno su Aim Italia, il mercato dedicato alle piccole e medie imprese ad alto potenziale. Integrae Sim ha agito in qualità di Nomad, Global Coordinator e Specialist dell'operazione.

https://www.milanofinanza.it



6eg01
3 di 35 - 23/1/2018 17:39
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
Berto (Gel): In Borsa per crescere e aumentare i margini

È una delle più recenti matricole dell’Aim: controllata dalla famiglia Berto, sbarcata sul mercato delle Pmi italiane lo scorso 20 dicembre, con un flottante di circa il 30,5%. Si tratta di Gel, società marchigiana che produce attrezzature, componenti e prodotti chimici per il trattamento delle acque. “Abbiamo voluto dare un incremento alla crescita strutturandoci per poter arrivare alla Borsa: un target importante per noi per superare il classico finanziamento bancario. Le risorse raccolte con l’aumento di capitale con cui siamo sbarcati all’Aim serviranno proprio per dare spinta ai nuovi progetti della società” ci ha detto l’Ad Aroldo Berto.

Quali sono questi progetti?
Seguiremo due linee di sviluppo: una fatta di internalizzazione di alcuni processi che ci permetteranno di aumentare la marginalità, l’altra per linee esterne.

Ce li spiega in dettaglio?
Rispetto alla crescita per linee interne, l’obiettivo è quello di realizzare internamente i processi di stampaggio, anche alla luce dei grandi volumi di cui ora necessitiamo e che ci permetteranno da una parte di essere autonomi e dall’altra di recuperare ulteriore marginalità. Due linee di stampaggio per un investimento importante che permetterà di migliorare fino al 35-40% il costo dei nostri prodotti lasciando spazio sia a livello di margini per la società, sia di flessibilità sui prezzi di vendita. Un secondo progetto riguarda la produzione di membrane piane utilizzate in alcuni impianti: sono pochissimi i produttori di questi oggetti, e anche in questo caso il recupero a livello di margini è consistente: su un impianto da 100mila euro, queste membrane pesano per 70-80mila euro. Quindi parliamo di cifre importanti. Sappiamo come farle e quindi alla luce dei prezzi abbiamo deciso di produrli internamente, avendone il know how.

E gli altri investimenti?
Sono rivolti verso l’esterno. Prevalentemente per raggiungere una quota di mercato sull’estero: nei prossimi 3-5 anni vorremmo arrivare a raddoppiare la nostra quota di fatturato sull’estero, per incrementare l'incidenza sui ricavi complessivi. E per far questo ci servono investimenti di tipo commerciale. Abbiamo intravisto in Cina buoni spazi di sviluppo con prodotti e soluzioni tecniche che difficilmente potranno duplicare. Una sede in pianta stabile e operatori commerciali che vendano le nostre soluzioni. Un altro Paese su cui ci stimo muovendo è la Germania: qui stiamo cercando una società già operativa sul mercato di cui rilevare il 51% per continuare ad avere l’imprenditore locale come partner. In alternativa la Gran Bretagna con uno schema analogo.

Insomma, operazioni importanti nei prossimi anni…
Se non ci fossimo quotati, dovendo solo basarci sulle nostre forze e sui flussi di cassa generati dalla società, avremmo dovuto scegliere solo uno di questi investimenti e una volta completato passare a quello successivo. La quotazione e la raccolta di capitale, oltre 5,5 milioni di euro, ci consente di far partire quasi contemporaneamente tutte queste operazioni.

Quali sono le dimensioni del mercato di riferimento?
In Italia di circa 130-150 milioni di euro. Il primo attore è l’austriaca BWT che fattura circa 550 milioni di euro, di cui circa 24-25 in Italia, noi siamo i secondi in Italia. Poi ci sono molte piccole società che operano in ambito locale e si limitano a pochi prodotti. Ma anche in questo settore lo scenario va verso un consolidamento progressivo.

Come si può crescere in Italia?
Le nuove normative sui trattamenti delle acque aggiornate un paio di anni fa rappresentano un canale importante. Un secondo è rappresentato dagli studi e società di progettazione: stiamo terminando lo sviluppo di un software che consente loro di progettare soluzioni di trattamento acque e produrre i relativi capitolati. Una parte del fatturato aggiuntivo dovrebbe venire quindi anche da qui.

E all’estero, a parte Cina e Germania?
Il mercato russo è interessante, avevamo già dei contatti, poi la caduta del rublo ha fermato il tutto. Ma ora sembra che sia pronto per ripartire. Anche in questo caso si tratterebbe comunque di accordi puramente commerciali.

Nessun insediamento produttivo all’estero?
Il costo del lavoro pesa per meno del 5% sul valore del prodotto finito. Quindi per ora non è assolutamente significativo produrre all’estero, ma tutto rimane in Italia.

© Copyright AIMnews.it

Aroldo-Berto-amministratore-delegato-157
4 di 35 - 15/2/2018 17:38
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #1 - 20/Dic/2017 13:23Gel, la prima acquisizione sarà in Germania

La società attiva nel settore del trattamento dell'acqua ha debuttato oggi sull'Aim a 2,712 euro, in rialzo rispetto al prezzo di collocamento a 2,60 euro. Il management conta di acquistare la maggioranza di una piccola azienda in Germania dove il gruppo non è ancora presente

di Marco Sasso

Debutto senza lode sul segmento Aim Italia di Borsa Italiana per Gel , società attiva nel settore del trattamento dell'acqua attraverso la progettazione, la realizzazione e la commercializzazione di attrezzature, componenti e prodotti chimici dedicati al mercato domestico e professionale. Il titolo, che ha aperto la seduta a un prezzo di 2,712 euro, scambia ora a 2,604 euro, in rialzo dello 0,15% rispetto al prezzo di collocamento a 2,60 euro. Ma in mattinata ha anche toccato un minimo a 2,51 euro.

Il controvalore complessivo della raccolta attraverso l'Ipo ammonta a 5,7 milioni di euro e l'ammissione è avvenuta a seguito del collocamento di 2.192.500 azioni di nuova emissione. Il prezzo delle azioni è stato fissato a 2,60 euro, di cui 0,10 euro a titolo di valore nominale e il residuo a titolo di sovrapprezzo, sulla base del quale la capitalizzazione di mercato è pari a 18,7 milioni di euro. Il flottante è pari al 30,49% del capitale.

Gel utilizzerà i proventi della quotazione per crescere all'estero, anche attraverso una possibile acquisizione in Germania. "Sono assolutamente soddisfatto. Siamo riusciti a portare a casa una raccolta interessante", ha spiegato Aroldo Berto, amministratore delegato della società, intervistato dall'agenzia Mf-DowJones, in occasione della cerimonia di quotazione, sottolineando che "la raccolta sarà dedicata a investimenti interni per ottimizzare la marginalità. Abbiamo, quindi, degli investimenti su alcuni macchinari che renderanno meno costoso il nostro prodotto, specialmente su applicazioni in plastica e altri invece che saranno rivolti a conquistare una fetta di mercato estero maggiore".

A livello geografico, ha aggiunto il top manager, "abbiamo individuato in Cina un ottimo punto di sbocco dove stiamo già facendo alcuni interessanti risultati senza aver fatto investimenti, quindi probabilmente prenderemo degli uffici con un paio di persone che gireranno il mercato. Cercheremo di consolidare questa crescita importante in quel mercato. Inoltre la Russia è importantissima e il resto dell'Europa dove dovremmo implementare la nostra quota".

In merito a possibili operazioni di M&A, Berto ha spiegato che "l'acquisizione è assolutamente un pallino che ci siamo dati come obiettivo. Presumiamo che il mercato giusto sia in questo caso la Germania. E' un mercato immenso dove noi non siamo ancora presenti. C'è una barriera, non doganale, ma di fatto hanno messo delle barriere di certificazione di prodotto, quindi contiamo di acquistare la maggioranza di una piccola azienda per poter veicolare attraverso questa tutto il nostro catalogo di prodotti, praticamente parlando la lingua tedesca".

Sulla possibile tempistica, l'ad ha dichiarato che "entro fine 2018 dovremmo aver inquadrato quanto meno chi. Abbiamo già un'idea di chi potrebbe essere avvicinato per fare delle trattative. Abbiamo idee di chi contattare e speriamo di riuscire a farlo presto. La nostra intenzione è di iniziare domani mattina", ha concluso, "ma la conclusione non dipende solo da noi".

Si tratta della 25esima ammissione dell'anno su Aim Italia, il mercato dedicato alle piccole e medie imprese ad alto potenziale. Integrae Sim ha agito in qualità di Nomad, Global Coordinator e Specialist dell'operazione.

https://www.milanofinanza.it



6njcj
5 di 35 - 18/3/2018 15:15
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
REGOLAMENTO WARRANT GEL 2017-20121

RAPPORTO D'ESERCIZIO: 1 AZIONE PER 10 WARRANT;

PERIODI D'ESERCIZIO:

3/6/2019 - 28/6/2019 AL PREZZO DI 2,86 €
1/6/2020 - 30/6/2020 AL PREZZO DI 3,15 €
1/6/2021 - 30/6/2021 AL PREZZO DI 3,46 €
6ygrh
6 di 35 - 26/12/2018 14:43
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #2 - 21/Gen/2018 09:47
Quotando: giola - Post #1 - 20/Dic/2017 13:23Gel, la prima acquisizione sarà in Germania

La società attiva nel settore del trattamento dell'acqua ha debuttato oggi sull'Aim a 2,712 euro, in rialzo rispetto al prezzo di collocamento a 2,60 euro. Il management conta di acquistare la maggioranza di una piccola azienda in Germania dove il gruppo non è ancora presente

di Marco Sasso

Debutto senza lode sul segmento Aim Italia di Borsa Italiana per Gel , società attiva nel settore del trattamento dell'acqua attraverso la progettazione, la realizzazione e la commercializzazione di attrezzature, componenti e prodotti chimici dedicati al mercato domestico e professionale. Il titolo, che ha aperto la seduta a un prezzo di 2,712 euro, scambia ora a 2,604 euro, in rialzo dello 0,15% rispetto al prezzo di collocamento a 2,60 euro. Ma in mattinata ha anche toccato un minimo a 2,51 euro.

Il controvalore complessivo della raccolta attraverso l'Ipo ammonta a 5,7 milioni di euro e l'ammissione è avvenuta a seguito del collocamento di 2.192.500 azioni di nuova emissione. Il prezzo delle azioni è stato fissato a 2,60 euro, di cui 0,10 euro a titolo di valore nominale e il residuo a titolo di sovrapprezzo, sulla base del quale la capitalizzazione di mercato è pari a 18,7 milioni di euro. Il flottante è pari al 30,49% del capitale.

Gel utilizzerà i proventi della quotazione per crescere all'estero, anche attraverso una possibile acquisizione in Germania. "Sono assolutamente soddisfatto. Siamo riusciti a portare a casa una raccolta interessante", ha spiegato Aroldo Berto, amministratore delegato della società, intervistato dall'agenzia Mf-DowJones, in occasione della cerimonia di quotazione, sottolineando che "la raccolta sarà dedicata a investimenti interni per ottimizzare la marginalità. Abbiamo, quindi, degli investimenti su alcuni macchinari che renderanno meno costoso il nostro prodotto, specialmente su applicazioni in plastica e altri invece che saranno rivolti a conquistare una fetta di mercato estero maggiore".

A livello geografico, ha aggiunto il top manager, "abbiamo individuato in Cina un ottimo punto di sbocco dove stiamo già facendo alcuni interessanti risultati senza aver fatto investimenti, quindi probabilmente prenderemo degli uffici con un paio di persone che gireranno il mercato. Cercheremo di consolidare questa crescita importante in quel mercato. Inoltre la Russia è importantissima e il resto dell'Europa dove dovremmo implementare la nostra quota".

In merito a possibili operazioni di M&A, Berto ha spiegato che "l'acquisizione è assolutamente un pallino che ci siamo dati come obiettivo. Presumiamo che il mercato giusto sia in questo caso la Germania. E' un mercato immenso dove noi non siamo ancora presenti. C'è una barriera, non doganale, ma di fatto hanno messo delle barriere di certificazione di prodotto, quindi contiamo di acquistare la maggioranza di una piccola azienda per poter veicolare attraverso questa tutto il nostro catalogo di prodotti, praticamente parlando la lingua tedesca".

Sulla possibile tempistica, l'ad ha dichiarato che "entro fine 2018 dovremmo aver inquadrato quanto meno chi. Abbiamo già un'idea di chi potrebbe essere avvicinato per fare delle trattative. Abbiamo idee di chi contattare e speriamo di riuscire a farlo presto. La nostra intenzione è di iniziare domani mattina", ha concluso, "ma la conclusione non dipende solo da noi".

Si tratta della 25esima ammissione dell'anno su Aim Italia, il mercato dedicato alle piccole e medie imprese ad alto potenziale. Integrae Sim ha agito in qualità di Nomad, Global Coordinator e Specialist dell'operazione.

https://www.milanofinanza.it


6eg01



9mb42
7 di 35 - 10/2/2019 11:45
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
GEL: NEL 2018 RICAVI IN CRESCITA DEL + 9,5% a 17,3 MILIONI DI EURO

GEL, azienda quotata su AIM Italia e attiva dal 1979 nel settore del trattamento delle acque in ambito domestico-residenziale e industriale, rende noto che i ricavi netti al 2018, si attestano a Euro 17,3 milioni, in crescita del 9,5% rispetto a Euro 15,8 milioni registrati al 31 dicembre 2017.

Aroldo Berto, Amministratore Delegato di GEL ha dichiarato: “Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti nel 2018 che mostrano il proseguimento del trend di crescita registrato anche nell’anno precedente e premiano la nostra strategia. L’incremento delle vendite ha riguardato sia la Divisione Domestica sia la Divisione Industriale che hanno fatto segnare rispettivamente un +4,4% e un +25,7%”.

INTANTO IL PIAVE HA MORMORATO!


9-w9w
9 di 35 - 06/10/2019 14:01
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
GEL: PRIMO SEMESTRE 2019 CON RICAVI PARI A 8,2 MILIONI, CONFERMATA LA FORTE
PATRIMONIALIZZAZIONE DELLA SOCIETÀ


 Ricavi: Euro 8,2 milioni (1H2018: Euro 8,6 milioni)
 EBITDA: Euro 0,8 milioni con EBITDA margin del 9,2%
 PFN: Euro 6,3 milioni (FY2018: Euro 8,3 milioni)

Aroldo Berto, Amministratore Delegato di GEL: “La flessione del fatturato è stata causata principalmente dallo slittamento di una importante commessa nel secondo semestre. Dal punto di vista della marginalità hanno avuto un rilevante impatto le spese straordinarie per l’avviamento della filiale cinese, oltre che alcuni importanti investimenti in ricerca e sviluppo coerentemente con le linee guida strategiche previste dal piano industriale”.
hruvo
10 di 35 - 08/12/2019 15:09
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #9 - 06/Ott/2019 12:01GEL: PRIMO SEMESTRE 2019 CON RICAVI PARI A 8,2 MILIONI, CONFERMATA LA FORTE PATRIMONIALIZZAZIONE DELLA SOCIETÀ

 Ricavi: Euro 8,2 milioni (1H2018: Euro 8,6 milioni)
 EBITDA: Euro 0,8 milioni con EBITDA margin del 9,2%
 PFN: Euro 6,3 milioni (FY2018: Euro 8,3 milioni)

Aroldo Berto, Amministratore Delegato di GEL: “La flessione del fatturato è stata causata principalmente dallo slittamento di una importante commessa nel secondo semestre. Dal punto di vista della marginalità hanno avuto un rilevante impatto le spese straordinarie per l’avviamento della filiale cinese, oltre che alcuni importanti investimenti in ricerca e sviluppo coerentemente con le linee guida strategiche previste dal piano industriale”.

hruvo



ozqkj
11 di 35 - 27/12/2019 11:26
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #9 - 06/Ott/2019 12:01GEL: PRIMO SEMESTRE 2019 CON RICAVI PARI A 8,2 MILIONI, CONFERMATA LA FORTE PATRIMONIALIZZAZIONE DELLA SOCIETÀ

 Ricavi: Euro 8,2 milioni (1H2018: Euro 8,6 milioni)
 EBITDA: Euro 0,8 milioni con EBITDA margin del 9,2%
 PFN: Euro 6,3 milioni (FY2018: Euro 8,3 milioni)

Aroldo Berto, Amministratore Delegato di GEL: “La flessione del fatturato è stata causata principalmente dallo slittamento di una importante commessa nel secondo semestre. Dal punto di vista della marginalità hanno avuto un rilevante impatto le spese straordinarie per l’avviamento della filiale cinese, oltre che alcuni importanti investimenti in ricerca e sviluppo coerentemente con le linee guida strategiche previste dal piano industriale”.

hruvo



MASSIMA ATTENZIONE!


p9an0
12 di 35 - 06/1/2020 13:47
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
GEL: 1-2-3 LOW JOE ROSS (SMACK MY BITCH UP)

pe7wr
13 di 35 - 12/1/2020 13:53
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #12 - 06/Gen/2020 12:47GEL: 1-2-3 LOW JOE ROSS (SMACK MY BITCH UP)

pe7wr



pgzng
14 di 35 - Modificato il 12/1/2020 14:08
rampani N° messaggi: 71460 - Iscritto da: 03/9/2007
Se CINES dile bugie...
diventale linguaLUNGAAAAA da 0,77 epoiiiisu fino a tokkale punta di paltenza ah ah ah
tumblr_oodcpkaNQ01qbx6lvo1_400.gif
15 di 35 - 14/1/2020 20:02
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #12 - 06/Gen/2020 12:47GEL: 1-2-3 LOW JOE ROSS (SMACK MY BITCH UP)

pe7wr



phzz9
16 di 35 - 15/1/2020 08:38
mauri1972 N° messaggi: 69 - Iscritto da: 03/2/2015
Quotando: giola - Post #15 - 14/Gen/2020 19:02
Quotando: giola - Post #12 - 06/Gen/2020 12:47GEL: 1-2-3 LOW JOE ROSS (SMACK MY BITCH UP)
pe7wr


phzz9



compriamo?
17 di 35 - 16/1/2020 10:14
70zorro N° messaggi: 37 - Iscritto da: 03/6/2011
Buongiorno In Speriamo bene Saluti
18 di 35 - 19/1/2020 14:14
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #12 - 06/Gen/2020 12:47GEL: 1-2-3 LOW JOE ROSS (SMACK MY BITCH UP)

pe7wr



pjxvc
19 di 35 - 19/1/2020 21:57
rampani N° messaggi: 71460 - Iscritto da: 03/9/2007
Quotando: rampani - Post #14 - 12/Gen/2020 13:08Se CINES dile bugie...
diventale linguaLUNGAAAAA da 0,77 epoiiiisu fino a tokkale punta di paltenza ah ah ahtumblr_oodcpkaNQ01qbx6lvo1_400.gif



Teloaappoggio…



pk0z-
20 di 35 - 20/1/2020 16:29
GIOLA N° messaggi: 26125 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #12 - 06/Gen/2020 12:47GEL: 1-2-3 LOW JOE ROSS (SMACK MY BITCH UP)

pe7wr



COMPRESSIONE DELLA VOLATILITA'...MASSIMA ATTENZIONE!

pkdv3
35 Commenti
1 
Titoli Discussi
BIT:GEL 0.92 -1.6%
BIT:WGEL21 0.04 0.0%
La tua Cronologia
BIT
GEL
Gel
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V: D:20200222 14:34:02