MILANO (MF-NW)--L'attenzione degli investitori rimane focalizzata sulla possibilitá di una recessione nelle principali economie sviluppate, sulle dinamiche di inflazione, su quelle dei tassi di interesse, sullo stato di salute del comparto bancario e sui conflitti in Ucraina e Medio Oriente.

Sul fronte macroeconomico faro sull'inflazione della Germania, sulle vendite al dettaglio in Italia e nell'Eurozona, sul sondaggio della Bce sulle aspettative di inflazione dei consumatori, sull'Eurogruppo e sui discorsi dei banchieri centrali. Sul fronte societario, infine, focus su Bayer, Telecom Italia, Telefonica, Continental, Airbus, Abn Amro, Credit Agricole, Marks & Spencer Group, Legrand, Munich Re Group, Siemens Healthineers, Commerzbank, Adidas, E.ON, Nexi, Euronext, Ahold Delhaize, Pandora, Hiscox e Itv.

Azioni

E' previsto un avvio debole sui listini azionari europei, con la striscia negativa che dovrebbe quindi proseguire. Si prospetta un'altra intensa giornata di trimestrali, con Commerzbank, Credit Agricole, Marks and Spencer, Telefonica e Abn Amro che pubblicheranno i conti. Sul fronte dei dati macroeconomici, sono previste le vendite al dettaglio dell'Eurozona per il mese di settembre.

Valute

Il dollaro ha riguadagnato terreno dopo che una serie di membri della Federal Reserve ha lasciato aperta la porta a ulteriori rialzi dei tassi, mentre gli operatori attendono il discorso del presidente Jerome Powell sul futuro della politica monetaria. Il biglietto verde, che la scorsa settimana è crollato sulla scia della decisione della Fed di mantenere i tassi di riferimento fermi e dei dati che hanno segnalato un raffreddamento del mercato del lavoro statunitense, ha trovato un punto di appoggio mentre i mercati rimangono in disaccordo sul raggiungimento del picco dei tassi e sul possibile taglio del costo del denaro. "Abbiamo assistito a una leggera ripresa del dollaro, ma era prevedibile dopo un crollo così netto", afferma Matt Simpson, analista senior di City Index. "Questa settimana stiamo anche assistendo all'obbligatorio ritorno dei falchi della Fed, che cercano di allontanare le aspettative del mercato da un taglio dei tassi di interesse".

Obbligazioni

I rendimenti dei Treasury sono saliti mentre gli investitori monitorano i discorsi dei membri della Federal Reserve e le aste di Treasury di questa settimana in cerca di indicazioni sulla politica monetaria e sulla domanda di debito pubblico. Chiusura in calo invece per i rendimenti dei titoli di Stato dell'Eurozona, con il costo di finanziamento del Bund decennale in discesa di 5 punti base al 2,67%.

Energia

Petrolio debole a causa dei timori degli investitori sul rallentamento della domanda di energia. Il mercato "sta tornando a fissare i fondamentali e vede la Russia spingere più petrolio sul mercato globale e l'appetito cinese per il greggio che si sta esaurendo con il calo dei margini di raffinazione e l'esaurimento delle quote di esportazione dei prodotti", sottolinea Troy Vincent, analista di mercato senior di Dtn. Anche se è probabile che l'Opec continui a estendere i tagli all'offerta fino al 2024, questo dovrebbe "essere assunto come lo scenario di base e probabilmente non offre grandi possibilità di rialzo per i prezzi", conclude l'esperto.

Oro

Il prezzo spot tratta a 1.972,85 dollari l'oncia.

alb

alberto.chimenti@mfnewswires.it

 

(END) Dow Jones Newswires

November 08, 2023 02:07 ET (07:07 GMT)

Copyright (c) 2023 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Telefonica (NYSE:TEF)
Storico
Da Feb 2024 a Mar 2024 Clicca qui per i Grafici di Telefonica
Grafico Azioni Telefonica (NYSE:TEF)
Storico
Da Mar 2023 a Mar 2024 Clicca qui per i Grafici di Telefonica