Lista Discussioni

Crea Discussione

Aggiorna

Utenti Filtrati

Utenti Bannati

Notifiche

Mio Profilo

Cerca

Cementir (CEM)

- 14/5/2017 09:58
GIOLA N° messaggi: 24045 - Iscritto da: 03/9/2014
Grafico Intraday: Cementir HoldingGrafico Storico: Cementir Holding
Grafico IntradayGrafico Storico
Grafico Intraday: CementirGrafico Storico: Cementir
Grafico IntradayGrafico Storico

...





www.cementirholding.it
Lista Commenti
21 Commenti
1 
1 di 21 - 14/5/2017 10:03
GIOLA N° messaggi: 24045 - Iscritto da: 03/9/2014
Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 31 marzo 2017.

Ricavi a 279,9 milioni di Euro (210,4 milioni di Euro nel primo trimestre 2016) in crescita del 33,0% (stabili a perimetro costante)

Margine operativo lordo a 23,0 milioni di Euro (21,3 milioni di Euro nel primo trimestre 2016). A perimetro costante il margine operativo lordo è pari a 20,1 milioni di Euro

Risultato ante imposte negativo per 6,2 milioni di Euro (negativo per 6,0 milioni di Euro nel primo trimestre 2016)

Indebitamento finanziario netto a 646,4 milioni di Euro (562,4 milioni di Euro al 31 dicembre 2016)

Confermati gli obiettivi economici e finanziari per il 2017

Nominato Paolo Zugaro Direttore Generale



Previsioni per l'anno in corso

I risultati del primo trimestre 2017 sono stati complessivamente in linea con le aspettative del management con l'eccezione della Turchia, paese nel quale si è registrata una sostanziale flessione, grazie al buon andamento delle attività nell'area Nordic & Baltic e in Egitto, e al conseguimento degli obiettivi in Egitto e Italia. Proseguono inoltre le attività di consolidamento e integrazione degli asset e delle organizzazioni recentemente acquisite.

Nonostante la persistente incertezza legata all'andamento delle valute estere, soprattutto Lira turca e Sterlina egiziana, e agli eventi geopolitici che continuano ad interessare la Turchia e l'Egitto, il Gruppo ritiene di poter confermare gli obiettivi economici e finanziari per l'anno 2017 ovvero di raggiungere un margine operativo lordo di circa 215 milioni di Euro e un indebitamento finanziario netto di circa 530 milioni di Euro a fine 2017, dopo aver sostenuto investimenti industriali di circa 92 milioni di Euro.

3y8pv
2 di 21 - 17/7/2017 13:47
lillo3 N° messaggi: 257 - Iscritto da: 03/7/2007
Mago. Cementir che target. Dai. ? Grazie
3 di 21 - 12/9/2017 08:44
micio79 N° messaggi: 3650 - Iscritto da: 05/10/2014
.
540p3
4 di 21 - 14/9/2017 10:51
rampani N° messaggi: 68277 - Iscritto da: 03/9/2007
MINKIOLUSSS giokale con la FIG.aaaaahahahah
7,66

https://www.youtube.com/watch?v=XgPkaJXlJE4
5 di 21 - 18/9/2017 10:56
micio79 N° messaggi: 3650 - Iscritto da: 05/10/2014
sbammmmmmmmmm
6 di 21 - 20/9/2017 09:03
micio79 N° messaggi: 3650 - Iscritto da: 05/10/2014
doppio sbammmmmmmmm
7 di 21 - 21/9/2017 08:48
micio79 N° messaggi: 3650 - Iscritto da: 05/10/2014
.
57q4-
8 di 21 - Modificato il 21/9/2017 08:51
rampani N° messaggi: 68277 - Iscritto da: 03/9/2007
7,45 VENDELEEEEEE 50%
9 di 21 - 21/9/2017 16:00
GIOLA N° messaggi: 24045 - Iscritto da: 03/9/2014
Si scalda il risiko del cemento

Dopo la cessione a Italcementi degli asset italiani di Cementir, oggi il gruppo irlandese Crh ha raggiunto un accordo per rilevare la società americana Ash Grove Cement per 3,5 miliardi di dollari (2,9 miliardi di euro)

di Paola Valentini


Il risiko nel settore dei materiali da costruzione si scalda non solo in Italia, ma anche oltre confine. Dopo la cessione a Italcementi degli asset italiani di Cementir annunciata nei giorni scorsi, ora si registra un nuovo deal che peraltro coinvolge Europa e Usa.

Prima dell'apertura dei mercati il gruppo irlandese Crh ha comunicato di aver raggiunto un accordo per rilevare la società americana Ash Grove Cement per 3,5 miliardi di dollari (2,9 miliardi di euro).

L'operazione si concluderà per fine anno una volta ottenuto l'ok dei soci americani e delle competenti autorità di vigilanza. Ash Grove ha registrato profitti per 215 milioni di dollari nel 2016. Il gruppo è nato 135 anni fa ed è un'azienda a conduzione famigliare. La sua gestione è infatti sempre stata nelle mani della famiglia Sunderland.

"Ash Grove è un'eccellente acquisizione per il portafoglio di Crh in America del Nord", ha detto Albert Manifold, direttore generale di Crh. Ash Grove Ash Grove, con sede in Overland Park, Kansas, ha otto impianti per la produzione di cemento in altrettanti Stati Usa.

Le azioni Crh hanno aperto in rialzo del 4% a 2.763 pence.

57ved
https://www.milanofinanza.it/
10 di 21 - 21/9/2017 18:57
GIOLA N° messaggi: 24045 - Iscritto da: 03/9/2014
Cementir, Equita sim alza a 8,6 euro il prezzo obiettivo

Gli analisti di Equita sim hanno ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo su Cementir, portandolo da 8,5 euro a 8,6 euro, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile netto per il biennio 2018/2019. Gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.

57y2w
11 di 21 - Modificato il 22/9/2017 11:55
micio79 N° messaggi: 3650 - Iscritto da: 05/10/2014
Per il momento grana in tasca .584sf
12 di 21 - 28/9/2017 20:52
micio79 N° messaggi: 3650 - Iscritto da: 05/10/2014
h4
5aaq1
13 di 21 - 02/1/2018 14:13
rampani N° messaggi: 68277 - Iscritto da: 03/9/2007
Quotando: rampani - Post #4 - 14/Set/2017 08:51MINKIOLUSSS giokale con la FIG.aaaaahahahah
7,66
https://www.youtube.com/watch?v=XgPkaJXlJE4


ahyahahahah
14 di 21 - 16/1/2018 15:34
GIOLA N° messaggi: 24045 - Iscritto da: 03/9/2014
Cementir, Mediobanca: il mix geografico va bene così

Per la banca d'affari, l'azienda non deve ripensare il suo mix geografico, esponendosi in regioni come il Sud America o l'Africa. Potenziali aree di interesse restano l'Europa centrale e settentrionale. Possibili nuovi investimenti nel cemento bianco. Il titolo però è correttamente valutato: per Mediobanca non vale più di 8,7 euro

di Marco Sasso

I flussi di cassa derivanti dalla cessione degli asset italiani hanno convinto Mediobanca Securities a riavviare la copertura su Cementir . Gli analisti della banca d'affari, che al titolo hanno assegnato la raccomandazione neutral con prezzo obiettivo a 8,7 euro, hanno posto l'accento sull'incasso da 315 milioni di euro dovuto alla vendita delle attività italiane a Italcementi, a fronte dell'acquisizione di Compagnie des Ciments Belges (Ccb) e Sacci per 437 milioni. "Il gruppo ha anticipato nei suoi numeri i potenziali benefici derivanti dalla ristrutturazione del mercato italiano con un ebitda meno volatile proveniente dal Belgio", hanno ricordato gli analisti, che ora prevedono per il 2018 un rapporto debito netto/ebitda 2018 di 0,6 volte, con un free cash flow normalizzato di circa 110 milioni di euro.

Gli esperti giudicano "estremamente difensivo" il mix geografico di Cementir , con il Nord Europa, l'area baltica e il Belgio a rappresentare circa il 75% dell'ebitda del gruppo. "La riallocazione del capitale nel settore del cemento non è un compito facile", hanno spiegato gli analisti, "perché le valutazioni, soprattutto nei paesi sviluppati, non sono a buon mercato". I titoli del comparto, infatti, sono scambiati a un multiplo enterprise value/ebitda medio di 8 volte, superiore a quello di metà ciclo di 7,3 volte. "Non crediamo che l'azienda debba ripensare il suo mix geografico, esponendosi in regioni come il Sud America o l'Africa", hanno proseguito gli analisti, indicando comunque come potenziale aree di interesse l'Europa centrale e settentrionale, viste come una continuazione naturale dell'acquisizione realizzata in Belgio lo scorso anno.

Gli analisti vedono inoltre potenziali nuovi investimenti nel cemento bianco, con l'esplorazione di nuovi mercati in cui esportare i propri prodotti. "Cementir possiede partnership e joint venture nel cemento bianco", hanno sottolineato gli esperti, "e vediamo per il gruppo la possibilità di aumentare ulteriormente il proprio interesse in esse".

Di riflesso, soprattutto alla luce dell'operazione con Italcementi, ciò si è tradotto in un consistente incremento del 20% della stima sull'utile per azione 2018-2019, unito a un rialzo del 4% della previsione sull'ebitda nello stesso periodo. "Dall'annuncio del deal con Italcementi, il titolo ha sovraperformato l'indice Mid Cap dell'8% e Buzzi Unicem del 6%", hanno osservato gli analisti. "Al nostro prezzo obiettivo di 8,7 euro, Cementir scambierebbe a un multiplo enterprise value/ebitda di 7 volte, in linea con Buzzi e con uno sconto del 10% rispetto ai maggiori competitor".

6cvwn
https://www.milanofinanza.it
15 di 21 - 04/2/2018 10:35
GIOLA N° messaggi: 24045 - Iscritto da: 03/9/2014
ATTENZIONE 1-2-3 HIGH JOE ROSS: SHORT DA 7,8 € CON ENTRATA TRADER'S TRICK


6j25d
16 di 21 - 17/2/2018 13:50
GIOLA N° messaggi: 24045 - Iscritto da: 03/9/2014
Cementir, Equita sim alza a 9,1 euro il prezzo obiettivo

Dopo la diffusione dei risultati preliminari del 2017 gli analisti di Equita sim hanno alzato a 9,1 euro il prezzo obiettivo di Cementir, apprezzando la strategia adottata dall’azienda.

Gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.
6o6yo
17 di 21 - Modificato il 20/2/2018 15:36
GIOLA N° messaggi: 24045 - Iscritto da: 03/9/2014
Mediobanca: l'aumento della domanda di cemento favorirà Buzzi e Cementir

Gli analisti prevedono un 2018 positivo per le due società in scia ai conti e alle prospettive rilasciate da HeidelbergCement per quest'anno: è prevista una ripresa della domanda di cemento in Europa. Un contesto di cui potrebbero beneficiare anche Buzzi e Cementir, titoli che resistono alle vendite in borsa

di Marco Sasso

Buzzi Unicem e Cementir possono beneficiare dell'effetto HeidelbergCement. A dirlo sono gli analisti di Mediobanca Securities che vedono un 2018 positivo per il settore del cemento in scia ai risultati pubblicati oggi e alle prospettive fornite per quest'anno dal gruppo tedesco. In particolare, HeidelbergCement ha registrato nel 2017 una crescita dei ricavi dell'1,1% a 17,266 miliardi di euro, in linea con la stima del consenso a 17,317 miliardi, e un ebitda ricorrente di 3,297 miliardi di euro (+4,9% rispetto al 2016), allineato al consenso di 3,267 miliardi.

E per quest'anno, secondo la società tedesca, si dovrebbe assistere a una crescita del 2-4% della domanda in Nord America, accompagnata da una graduale ripresa in Europa: è previsto, infatti, un incremento dell'1% per quanto riguarda la domanda italiana e di circa il 5% in Germania e in Francia, oltre a un +1% per la Russia, un +2% per il Nord Europa e un +3% per la Turchia.

Un'onda che dunque, secondo gli esperti di Mediobanca , potrebbe essere cavalcata anche da Buzzi Unicem e Cementir , titoli che attualmente in borsa resistono alle vendite: la prima scambia in rialzo dello 0,90% a quota 21,24 euro, mentre la seconda avanza dello 0,53% a quota 7,56 euro. E se da un lato i principali rischi per quest'anno sono rappresentati dall'inflazione e da un livello più alto dei prezzi dall'energia, dall'altro HeidelbergCement ha incrementato i target delle sinergie derivanti dall'integrazione del gruppo italiano Italcementi, la cui acquisizione è stata perfezionata a fine gennaio.

La società tedesca ha, infatti, previsto un miglioramento dei risparmi a 550 milioni di euro entro la fine dell'anno contro i 470 milioni precedentemente stimati. "Abbiamo completato con successo il 2017", ha commentato Bernd Scheifele, presidente di HeidelbergCement, "nonostante un contesto di mercato molto impegnativo e abbiamo raggiunto i nostri target".

Inoltre "il costante focus sull'efficienza e sul miglioramento dei margini e la positiva integrazione di Italcementi che ha portato a sinergie superiori alle attese hanno contribuito a questo successo. Complessivamente, il 2017 è stato un anno record per i volumi di vendita, le entrate e il risultato delle operazioni correnti", ha concluso Scheifele, mentre alla borsa di Francoforte il titolo HeidelbergCement sale del 2% a 85,20 euro.

https://www.milanofinanza.it

6p3yd
6p400
18 di 21 - 25/2/2018 12:29
GIOLA N° messaggi: 24045 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #16 - 17/Feb/2018 12:50Cementir, Equita sim alza a 9,1 euro il prezzo obiettivo

Dopo la diffusione dei risultati preliminari del 2017 gli analisti di Equita sim hanno alzato a 9,1 euro il prezzo obiettivo di Cementir, apprezzando la strategia adottata dall’azienda.

Gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.

6o6yo



6q-hd
19 di 21 - Modificato il 11/3/2018 10:38
GIOLA N° messaggi: 24045 - Iscritto da: 03/9/2014
Cementir, per Mediobanca quota troppo a sconto

Il titolo scambia a un multiplo pari a 5,5 volte il rapporto ev/ebitda, il 20% in meno rispetto ai concorrenti, mentre il nuovo perimetro, più difensivo e bilanciato, giustifica un differenziale a singola cifra. La banca d'affari alza così il target price a 8,8 euro e il giudizio a outperform

di Paola Valentini

Il titolo Cementir si mette in luce a Piazza Affari con un rialzo del 2,42% a 7,63 euro, mentre il Ftse Mib cede lo 0,27%. In una nota stamani Mediobanca Securities ha alzato il giudizio da neutral a outperform, aumentando il prezzo obiettivo da 8,7 a 8,8 euro. Ieri la società ha dato le sue previsioni per il 2018 indicando un ebitda di circa 235 milioni e un debito netto attorno ai 260 milioni incorporando le pressioni inflazionistiche e quelle sull'euro.

Cementir ha anche pubblicato i risultati 2017 già resi noti in sede di preliminari ad eccezione proprio del dato sull'utile netto di gruppo che è risultato pari a 71,5 milioni contro i 67,3 milioni del 2016. Mediobanca si concentra però sull'm&a che sta permettendo al gruppo di ridurre il rischio legato all'esposizione geografica. Il riferimento è all'acquisto del 38,75% di Lehigh White Cement Company da Heidelbergcement per 106,6 milioni, un deal, scrive Mediobanca "coerente con la strategia passata del gruppo di ribilanciare il mix geografico e rinforzare la leadership globale nel business del cemento bianco. L'operazione diluisce l'esposizione al rischio legata alla presenza in Turchia e in Egitto, che ora contano insieme meno del 15% dell'ebitda pro-forma".

Mentre i Paesi scandinavi più il Belgio e gli Usa rappresentano l'80% dell'ebitda consolidato. "Chiaramente questo riequilibrio ha un costo: la società ha pagato l'acquisizione negli Usa sulla base di un multiplo di circa 10 volte l'ebitda, anche se il controllo dell'asset, visto che ora Cementir detiene il 63,25% di Lehigh White Cement Company, e un'esposizione crescente verso un mercato meno ciclico come quelle del cemento bianco, possono in parte giustificare il premio pagato", calcola Mediobanca .

Che sulla base del nuovo perimetro e delle nuove previsioni sul tasso di cambio ha alzato le stime di utile per azione 2018-2019 del 7% dopo un incremento dell'ebitda atteso nel biennio del 5% medio. "L'acquisto di Lehigh White Cement Company può aumentare la visibilità degli utili portando il fre cash flow annuale a un livello normalizzato di 110 milioni di euro, ovvero un free cash flow yield del 10%. Considerando il valore del contributo dell'azienda Usa, abbiamo alzato il target price a 8,8 euro. Data la recente volatilità dei mercati, il flottante limitato del titolo resta un elemento di preoccupazione. Ma in ogni caso crediamo che un alto grado di diversificazione geografica accoppiato con una generazione di cassa sostenibile può giustificare un aumento del giudizio ad outperform", sottolinea Mediobanca .

Il broker calcola che Cementir scambia ora a un multiplo pari a 5,5 volte il rapporto ev/ebitda, con uno sconto del 20% rispetto ai concorrenti. "Il nuovo perimetro, più difensivo e bilanciato, giustifica uno sconto a singola cifra", conclude Mediobanca . In linea Equita che ha confermato "la visione positiva sul titolo facendo leva su una valutazione attraente, ovvero 12,9 volte il rapporto p/e atteso per il 2018, che non sconta la diversificazione e la riduzione del profilo di rischio realizzata dal management grazie ad un'attenta politica di M&A". La sim ha però "tagliato le stime di ebitda del -3% e di utile netto del -4% scontando uno scenario operativo più prudente rimanendo comunque al di sopra delle guidance che ci sembrano eccessivamente conservative". Buy e target di 8,7 euro confermati sull'azione.

https://www.milanofinanza.it/

QUESTO E' IL COMUNICATO DELLE 10,35...POTETE VEDERE COME HA CHIUSO IL TITOLO!

6w9a8
20 di 21 - 02/4/2018 09:52
GIOLA N° messaggi: 24045 - Iscritto da: 03/9/2014
Cementir acquista quota controllo lwcc per 106 milioni dollari

L’acquisizione consente a Cementir di entrare nella gestione diretta di asset negli Stati Uniti nel segmento del cemento bianco.

Cementir Holding ha concluso giovedì l’acquisizione di un’ulteriore quota del 38,75% di Lehigh White Cement Company (Lwcc) da Lehigh Cement Company, controllata da HeidelbergCement.

L’acquisizione, già annunciata a febbraio, ha un controvalore complessivo di 106,6 milioni di dollari, interamente corrisposto oggi dall’azienda dalla famiglia Caltagirone.

Per effetto di tale operazione, il gruppo Cementir arriva al controllo di Lwcc con il 63,2% del capitale mentre la restante quota del 36,7% sarà detenuta da Cemex Inc. L’acquisizione consente a Cementir di entrare nella gestione diretta di asset negli Stati Uniti nel segmento del cemento bianco.

L’operazione era stata annunciata dal gruppo cementifero il 14 febbraio, in occasione dell’approvazione del preconsuntivo di bilanncio 2017. L’accordo prevedeva appunto l’acquisizione del 38,75% di Lehigh White Cement Company (“LWCC”), produttore e distributore leader nel settore del cemento bianco negli Stati Uniti, per un corrispettivo pari a 106,6 milioni di dollari, su base cash and debt-free.

“Questa acquisizione ci dà la possibilità di entrare nella gestione diretta di asset negli Stati Uniti in un segmento – quello del cemento bianco – che è il nostro core business, rafforzando la nostra leadership globale in coerenza con la nostra strategia di sviluppo” aveva commentato Francesco Caltagirone Jr., Presidente e Amministratore delegato di Cementir Holding.

LWCC possiede due impianti per la produzione di cemento bianco situati a Waco (Texas) e York (Pennsylvania), con una capacità produttiva complessiva di circa 255.000 tonnellate annue e opera con un network distributivo negli Stati Uniti che consente di commercializzare cemento bianco importato dai propri soci in tutto il Nord America. Nel 2017 LWCC ha ottenuto ricavi pari a circa 149 milioni di dollari e Cementir Holding SpA un margine operativo lordo di 26 milioni di dollari e impiega 140 persone.
71xuf
https://www.firstonline.info/
21 Commenti
1 
Titoli Discussi
CEM 5.05 -4.4%
CEM 6.21 0.0%
La tua Cronologia
BIT
BMPS
Monte Pasc..
BITI
FTSEMIB
FTSE Mib
BIT
UCG
Unicredit
NASDAQ
AAPL
Apple
FX
EURUSD
Euro vs Do..
Le azioni che visualizzerai appariranno in questo riquadro, così potrai facilmente tornare alle quotazioni di tuo interesse.

Registrati ora per creare la tua watchlist personalizzata in tempo reale streaming.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P:40 V: D:20181020 11:51:15