MILANO (MF-NW)--Il Ftse Mib segna un progresso dello 0,81% a 28.651 punti, mentre gli investitori soppesano l'evoluzione del conflitto mediorientale e restano in attesa dei prezzi al consumo statunitensi (in agenda per le 14h30) per prevedere le mosse del Fomc di novembre.

Occhi puntati anche sul prezzo del greggio, in rialzo dopo i cali di ieri. Il Brent europeo tratta a 86,61 usd al barile (+0,92%) e il Wti americano a 84,12 usd al barile (+0,75%). Ieri il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che, nonostante gli sforzi dell'Opec+ di contenere la volatilità della commodity, i tagli alla fornitura sono confermati fino a dicembre 2024.

A Piazza Affari, Ferrari svetta sulle blue chip a +2,33% dopo aver scambiato azioni per circa 125 mln euro. In attesa dei risultati del terzo trimestre a inizio novembre, lunedì gli analisti di Ubs hanno ipotizzato una revisione al rialzo della guidance di fine anno, grazie al mix di prezzo e ai volumi di vendita favorevoli.

Bene anche Tenaris (+2,29%) e, più in generale, i titoli del segmento Oil quali Eni (+1,47% con controvalore di circa 167 mln euro) e Saipem (+0,27%), in scia ai già menzionati rialzi del petrolio.

Da monitorare Leonardo Spa (+1,36% a 14,14 euro) in scia al rialzo del prezzo obiettivo sul titolo a 15,1 euro dai precedenti 13,7 di Deutsche Bank, che ha confermato il rating buy.

Infine, Pierrel corre a +8,33% opo che il socio di riferimento Fin Posillipo in accordo con Bootes ha lanciato un'Opa totalitaria finalizzata al delisting. FinPo, infatti, ritiene che gli obiettivi di crescita e rafforzamento possano essere piú agevolmente ed efficacemente perseguiti in una societá non quotata interamente partecipata.

bon

 

(END) Dow Jones Newswires

October 12, 2023 04:56 ET (08:56 GMT)

Copyright (c) 2023 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Pierrel (BIT:PRL)
Storico
Da Gen 2024 a Feb 2024 Clicca qui per i Grafici di Pierrel
Grafico Azioni Pierrel (BIT:PRL)
Storico
Da Mar 2023 a Feb 2024 Clicca qui per i Grafici di Pierrel