Il magnate texano Dan Friedkin ha riacceso, come ha spiegato l'altro ieri questo giornale, il suo interesse per la Roma. E sulla base di hanno raccontato a Mf-Milano Finanza fonti finanziarie vicine al dossier, l'imprenditore americano valuterebbe ora la Roma sui 500 milioni, una cifra di circa 100 milioni inferiore rispetto a quanto sarebbe la somma tra debito netto e quanto investito dall'attuale proprietario James Pallotta sinora.

Infatti il finanziere di Boston e i suoi soci in nove anni di gestione hanno investito nella Roma (compresi gli 89 milioni recenti) una cifra compresa vicina a 280 milioni. A questo però vanno aggiunti i 275 milioni del bond in essere oltre a 25 di milioni di debiti di varia natura. Numeri che portano il debito netto a una cifra di 300 milioni. Infine c'è da calcolare le quota di capitale degli azionisti di minoranza, circa 20 milioni. Cifre che sommate significano un enterprise value di 600 milioni per la Roma e un punto di pareggio per Pallotta di 580 milioni. Fredkin invece valuterebbe la Roma attualmente 500 (di cui 300 come si diceva di debito netto rappresentati appunto dai 275 milioni del bond oltre a 25 di varia natura). Un valore per cui, se la transazione dovesse realizzarsi, rappresenterebbe una perdita per l'attuale presidente James Pallotta di circa 80 milioni.

red/lab

 

(END) Dow Jones Newswires

May 22, 2020 02:17 ET (06:17 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni As Roma (BIT:ASR)
Storico
Da Ago 2020 a Set 2020 Clicca qui per i Grafici di As Roma
Grafico Azioni As Roma (BIT:ASR)
Storico
Da Set 2019 a Set 2020 Clicca qui per i Grafici di As Roma