L'azionario europeo riduce leggermente i guadagni (Ftse Mib +0,59%, Cac 40 +0,96%, Dax +0,72%, Ftse 100 +1,4%), dopo l'apertura intorno alla parità di Wall Street. Il Dow Jones segna +0,12%, mentre il Nasdaq Composite cede lo 0,45% dopo i dati macroeconomici, in attesa dell'audizione del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell.

Nel dettaglio, il Pmi manifatturiero statunitense, nella lettura preliminare di settembre, si è attestato a 53,5 punti. Il dato è in salita rispetto ai 53,1 punti di agosto ed è, precisano gli economisti di Ihs Markit, sui massimi da 20 mesi.

Il Pmi servizi americano, invece, nella lettura preliminare di settembre, si è attestato a 54,6 punti. In questo caso il dato è in calo rispetto ai 55 punti di agosto e, precisano gli economisti di Ihs Markit, è sui minimi da due mesi.

Nel frattempo, il vice presidente della Fed, Richard Clarida, in un'intervista a Bloomberg Tv, ha affermato che "l'economia statunitense ha registrato un forte rimbalzo quest'estate, ma serve una maggiore spesa pubblica per attutire quella che rimane una recessione molto profonda per alcune parti dell'economia".

A piazza Affari, bene Atlantia (+3,74%). "E' noto lo stato di avanzamento dell'attuazione di una proposta transattiva fatta da Aspi e da Atlantia il 14 luglio al Consiglio dei ministri. Lo stato di avanzamento per il fronte concessorio prevede che il 2 settembre noi abbiamo inviato ad Aspi una proposta di atto transattivo derivante da quanto scritto dalla stessa Aspi nella lettera inviata al Cdm. Stiamo valutando il Pef", ha affermato la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli.

In forte rialzo anche gli industriali: Cnh I. +3,36%, Fca +2,39%, Pirelli +2,22%, Stm +1,46%, Ferrari +0,7%, Prysmian +0,53%.

In evidenza le utility, tra cui Snam (+2,84%), Enel (+1,73%), Terna (+0,96%), Hera (+0,56%) e Italgas (+0,37%).

Sotto la parità, invece, il settore bancario, con Banco Bpm che cede il 2,24%, Bper l'1,61%, Unicredit l'1,71%, Intesa Sanpaolo lo 0,66% e Mediobanca lo 0,03%.

Focus su Diasorin (-1,3%), che ha annunciato l`estensione della Jv con FuYuan e il Governo del distretto di Baoshan (Shanghai), due entitá governative cinesi, finalizzata ad investire per l`apertura del primo centro di produzione e ricerca del gruppo in Cina a Shanghai.

Tra le mid cap, in evidenza sempre Ovs (+10,81%). Seguono Autogrill (+4,19%), Rai Way (+3,93%) e Fila (+3,8%).

Sull'Aim, in rally Relatech (+7,72%), dopo i dati del primo semestre 2020. Denaro su Ediliziacrobatica (+2,08%), dopo che la societá ha rimborsato anticipatamente i bond da 5 milioni emessi nel 2017.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

September 23, 2020 10:17 ET (14:17 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Relatech (BIT:RLT)
Storico
Da Set 2020 a Ott 2020 Clicca qui per i Grafici di Relatech
Grafico Azioni Relatech (BIT:RLT)
Storico
Da Ott 2019 a Ott 2020 Clicca qui per i Grafici di Relatech