Piazza Affari si conferma in rialzo nella prima parte della mattinata e ora segna un progresso dello 0,29%.

Il sentiment di fondo resta estremamente cauto per via dell'aumento dei contagi in Europa e dei relativi restringimenti introdotti in vari Paesi, oltre che dello stallo al Congresso Usa sul nuovo piano di stimoli fiscali.

Sul fronte dei dati macro, da segnalare che si accentua la deflazione in Italia: a settembre, infatti, l'indice nazionale dei prezzi al consumo registra una diminuzione dello 0,7% su base mensile e dello 0,6% su base annua (da -0,5% del mese precedente); la stima preliminare era -0,5%.

Sul paniere principale in evidenza tra i bancari Bper (+0,68%) e Banco Bpm (+0,47%) mentre perdono terreno Unicredit (-1,38%) e Intesa Sanpaolo (-1,17%). Debole anche B.Mps (-0,42%).

In rosso Leonardo Spa (-1,91%). In relazione alla condanna in primo grado di Alessandro Profumo relativa al precedente ruolo di Presidente di B.Mps, Leonardo ha precisato che "non sussistono cause di decadenza dalla carica di Amministratore Delegato della societá ed esprime piena fiducia nella sua azione auspicando un percorso di continuitá".

In salita, tra le altre blue chip, Fca (+2,63%) e Ferrari (+2,18%). Bene anche Exor (+1,32%) e Interpump (+1,29%).

In ascesa su Aim Italia Gismondi1754 (+10,22%). Al 30 settembre l'azienda, attiva nel settore dei gioielli di lusso, ha riportato un fatturato gestionale consolidato totale pari a 3.468 migliaia di euro, in crescita del +7%, rispetto ai 3.250 migliaia di euro registrati nei primi 9 mesi del 2019.

fus

 

(END) Dow Jones Newswires

October 16, 2020 04:52 ET (08:52 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Exor (BIT:EXO)
Storico
Da Ott 2020 a Nov 2020 Clicca qui per i Grafici di Exor
Grafico Azioni Exor (BIT:EXO)
Storico
Da Nov 2019 a Nov 2020 Clicca qui per i Grafici di Exor