Inizio di settimana in deciso rialzo per il listino milanese, con il Ftse Mib che ha segnato +1,17% a 21.825 punti, in linea con le principali piazze europee, in scia al newsflow positivo circa i vaccini.

"Le dosi dei vaccini consegnate la scorsa settimana sono state quattro milioni: 3,5 milioni del vaccino di Pfizer/BioNTech e circa 500.000 di quello di Moderna. La consegna di queste dosi corrisponde al bilancio delle dosi che pensavamo sarebbero state consegnate la settimana che si è appena conclusa. Speravamo che avremmo ricevuto il 100% delle dosi che ci aspettavamo per quella settimana ed è quello che è successo", ha detto un portavoce dell'Ue.

Ad alimentare ulteriormente l'ottimismo la notizia che AstraZeneca fornirá 9 milioni di dosi di vaccino aggiuntive all'Unione europea nel primo trimestre di quest'anno, mentre BioNTech sta intensificando la produzione delle dosi del suo vaccino anti-Covid e consegnerá fino a 75 milioni di dosi aggiuntive all'Ue nel secondo trimestre.

Nel frattempo Wall Street prosegue la seduta sopra la parità (Dow Jones +0,80%), in rimbalzo dopo la peggiore settimana dallo scorso ottobre, dopo che i senatori repubblicani statunitensi hanno reso noti nuovi dettagli della loro proposta di stimoli contro il coronavirus da circa 618 miliardi di dollari.

Nel dettaglio, il piano include 300 dollari a settimana di sussidi di disoccupazione fino a giugno e 50 miliardi di dollari di aiuti per le piccole imprese e ridurrebbe i 1.400 dollari di pagamenti diretti proposti dal presidente Usa, Joe Biden, a circa 1.000 dollari a persona.

Sul fronte dei dati macro, il Pmi manifatturiero degli Stati Uniti, nella lettura finale di gennaio, si è attestato a 59,2 punti, al di sopra dei 57,1 di dicembre e leggermente al di sopra del preliminare a quota 59,1.

L'indice Ism manifatturiero degli Usa invece si è attestato a 58,7

punti a gennaio, in calo rispetto ai 60,7 di dicembre e al di sotto delle

attese del consenso degli economisti contattati dal Wsj a 60 punti.

Quanto all'Eurozona, l'indice Pmi manifatturiero definitivo di gennaio si è attestato a 54,8 punti, in calo dai 55,2 punti di dicembre. Il dato è marginalmente superiore alla lettura preliminare a 54,7 punti e del consenso.

Entrando nel dettaglio dei singoli Stati, il Pmi manifatturiero

definitivo della Francia si è attestato a 51,6 punti, in rialzo dai 51,1

di dicembre e marginalmente superiore al preliminare e al consenso a 51,5

punti.

Quello della Germania è risultato pari a 57,1 punti, in calo dai 58,3 del mese precedente e marginalmente superiore al preliminare e al consenso a 57 punti.

Infine, l'indice Pmi manifatturiero dell'Italia si è attestato a 55,1 punti, in rialzo dai 52,8 di dicembre e al di sopra del consenso a 52,1 punti.

Da segnalare inoltre che la disoccupazione in Italia a dicembre, dopo quattro mesi di progressivo calo, è torna a crescere portando il tasso al 9% (+0,2 punti) e tra i giovani al 29,7%.

In Eurozona, invece, il tasso di disoccupazione si è attestato all'8,3% a dicembre, in linea alla lettura di novembre.

A piazza Affari in rally Atlantia (+8,78%). A spingere il titolo la notizia che la società ha reso noto di aver ricevuto, nella tarda serata del 31 gennaio, una lettera dal Consorzio formato da CDP Equity S.p.A., Blackstone Infrastructure Advisors L.L.C. e Macquarie Infrastructure and Real Assets (Europe) Limited, in cui viene richiesta una estensione dei termini per la presentazione di un'offerta finale per l'88% del capitale di Autostrade per l'Italia entro la fine del mese di febbraio.

Occhi puntati poi sul settore bancario, con lo spread Btp/Bund che ha chiuso in lieve contrazione a 113,264 punti base in attesa di novità sulla situazione politica italiana: Intesa Sanpaolo +0,93%, Mediobanca +0,60%, Bper +0,89%, B.P.Sondrio +3,36%, Banco Bpm +0,39%, B.Mps +1,26%.

Da notare in particolare Unicredit (+1,47% a 7,66 euro), promossa da Ubs da neutral a buy, con prezzo obiettivo che passa da 8,8 a 10,8 euro.

Tra le mid cap, forti guadagni per Technogym (+6,75%), in scia al lancio di Technogym MyRun, il nuovo tapis roulant per la casa.

"Miriamo ad anticipare il raggiungimento di 300 milioni di euro di fatturato Home Fitness e a traguardare 1 miliardo di euro complessivi giá nel medio termine", ha affermato Nerio Alessandri, Presidente ed Amministrato delegato del gruppo.

Da notare Tiscali (+16%): la societá italiana infatti sarebbe finita nel mirino dei piccoli trade.

Sull'Aim ha brillato Clabo (+26,59%), dopo che la controllata cinese del gruppo, Easy Best, ha raggiunto un accordo di collaborazione da circa 1,4 mln euro per fornire circa 1.000 vetrine espositive ad una catena di ristorazione australiana che ha chiesto di mantenere il riserbo sul nome.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

February 01, 2021 11:49 ET (16:49 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Tiscali (BIT:TIS)
Storico
Da Giu 2021 a Lug 2021 Clicca qui per i Grafici di Tiscali
Grafico Azioni Tiscali (BIT:TIS)
Storico
Da Lug 2020 a Lug 2021 Clicca qui per i Grafici di Tiscali