Webuild ha chiuso il 1* semestre con ricavi consolidati Adj a 3.137,5 milioni di euro rispetto ai ricavi del primo semestre 2020 pari a 2.213,1 milioni, segnando una variazione positiva di 924,4 milioni (+41,8%).

L'incremento dei ricavi è stato determinato non solo dall'operazione di acquisizione di Astaldi ma anche dalla ripresa operativa dei cantieri, che alla data odierna sono tutti ripartiti,sebbene non tutti abbiano ripreso i livelli produttivi e di efficienza antecedenti la diffusione della pandemia.

I principali contributi alla formazione dei ricavi adj del periodo si riferiscono ad alcuni grandi progetti tra cui, in particolare, quelli del Gruppo Astaldi, i lavori dell'Alta Velocità/Alta Capacità ferroviaria relativa alla linea Milano - Genova, quelli afferenti a Lane, i lavori in Australia per la progettazione, costruzione e manutenzione della linea metropolitana di Perth e per la realizzazione dei lavori di ingegneria civile e elettromeccanica dell'impianto idroelettrico di Snowy 2.0 nonché le commesse attive in Etiopia.

L'EBITDA Adj del primo semestre 2021 è pari a 197,6 milioni (110,9 milioni), mentre l'EBIT Adj è pari a 61,3 milioni (35,3 milioni). Il risultato prima delle imposte si attesta a 10,4 milioni negativo (23,9 milioni negativo). Le imposte sul reddito ammontano a 54,1 milioni (EUR 26,6 milioni). Il carico impositivo del primo semestre 2021 è generato principalmente dal mancato recupero temporaneo in Italia delle imposte corrisposte nei Paesi in cui opera il Gruppo e dalle dinamiche dei risultati delle varie società partecipate nei diversi Paesi. Il risultato delle attività operative cessate evidenzia un onere netto di 3,4 milioni riferibile interamente al risultato netto delle divisioni oggetto di dismissione di Astaldi. Nel corso del primo semestre 2021 la perdita attribuibile alle interessenze dei terzi è pari a 8,6 milioni (2,2 milioni).

L'indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2021 è pari a 539,9 milioni, in miglioramento di 558,6 milioni, rispetto al 30 giugno 2020 (1.098,5 milioni). La riduzione è stata possibile grazie ad un'importante generazione di cassa negli ultimi 12 mesi.

Il portafoglio ordini totale risulta pari a 43,3 miliardi, di cui 34,5 miliardi relativi alle costruzioni e 8,8 miliardi alle concessioni e operation & maintenance.

Il totale dei nuovi ordini acquisiti ed in corso di finalizzazione da inizio anno ammonta a circa 9,6 miliardi, che comprendono 3,8 miliardi di gare in cui Webuild risulta come miglior offerente che a loro volta verranno inclusi nel portafoglio ordini al ricevimento della notifica ufficiale di aggiudicazione e 0,8 miliardi di progetti aggiudicati successivamente al 30 giugno.

alb

alberto.chimenti@mfdowjones.it

 

(END) Dow Jones Newswires

July 29, 2021 13:12 ET (17:12 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Astaldi (BIT:AST)
Storico
Da Nov 2021 a Dic 2021 Clicca qui per i Grafici di Astaldi
Grafico Azioni Astaldi (BIT:AST)
Storico
Da Dic 2020 a Dic 2021 Clicca qui per i Grafici di Astaldi