Gentili Clienti, vi preghiamo di contattarci al nostro nuovo numero +39 02 3045 3014 qualora necessitaste di assstenza telefonica.


Lista Discussioni

Crea Discussione

Aggiorna

Utenti Filtrati

Utenti Bannati

Notifiche

Mio Profilo

Cerca

Soluzione Tasse (STG)

- 04/6/2022 04:33
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020
Grafico Intraday: Soluzione Tasse SpaGrafico Storico: Soluzione Tasse Spa
Grafico IntradayGrafico Storico

.



Lista Commenti
20 Commenti
1
1 di 20 - Modificato il 04/6/2022 04:34
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020

Women in Export: l’impegno di SACE per valorizzare l’imprenditoria femminileSace Women in Export

Creare un vero e proprio ecosistema in grado di potenziare, connettere e supportare le migliori professionalità femminili del nostro Paese che si occupano di export e internazionalizzazione, così da generare sinergie intersettoriali e innescare un social impact nel panorama imprenditoriale italiano e nelle performance del Made in Italy nel mondo.Questo è l’obiettivo di Women in Export, il primo business network italiano in ambito export promosso da SACE Education, l’hub formativo di SACE che sostiene le imprese italiane nei loro percorsi di crescita in Italia e all’estero.
Una community in formato phygital che vede nell’empowerment femminile un suo pilastro centrale, nata con l’obiettivo di rafforzare le competenze tecnico-manageriali delle imprese italiane a conduzione femminile; generare connessioni di valore tra professioniste provenienti dal mondo delle imprese, delle istituzioni e dell’associazionismo che in Italia si occupano di export e internazionalizzazione; promuovere la valorizzazione di talenti femminili; sostenere lo sviluppo di imprese femminili che puntino ai mercati internazionali.
Numerose le attività in programma: sessioni formative online e in presenza, momenti di networking specialistico, lezioni one-to-one con esperti, percorsi di crescita manageriale e mentoring. Si parte con 5 appuntamenti gratuiti per le iscritte al programma formativo in cui si affronteranno tematiche legate al PNRR per cogliere e mettere a terra le possibilità derivanti dal pacchetto di stimolo Next Generation EU; alla transizione ecologica e alla Digital transformation; alla finanza sostenibile e agli strumenti assicurativo-finanziari a supporto delle imprese.
“Siamo veramente contenti di inaugurare la seconda edizione di Women in Export, un progetto ambizioso che vuole dare spazio alle donne e contribuire ad abbattere le barriere che ancora persistono per una piena parità di genere sul lavoro, aggravate ulteriormente dalla pandemia. In SACE, da sempre, riconosciamo e valorizziamo il talento femminile, contando oltre il 50% di donne tra i nostri colleghi, e investendo nell’enorme capitale intellettuale femminile in quanto fonte di vantaggio competitivo per raggiungere una maggiore efficienza della qualità produttiva, soprattutto nell’export, settore che porta l’eccellenza Made in Italy nel mondo.
Sace Women in ExportÈ stato con queste parole che Pierfrancesco Latini, Amministratore Delegato di SACE, ha aperto l’appuntamento inaugurale di Women in Export, a cui hanno partecipato anche Elena Bonetti, Ministra per le pari opportunità e la famiglia, e Paola Severino, Vice Presidente Università LUISS Guido Carli.
Rafforzare l’empowerment femminile e la parità di genere è da sempre uno dei punti cardine di SACE e della sua offerta formativa. Da anni, infatti, SACE Education promuove progetti che vogliono investire nell'inclusione e nell’uguaglianza di genere nell’ambito dell’export e dell’internazionalizzazione, a partire dalla prima edizione di Women in Export fino al finanziamento di borse di studio al femminile in collaborazione con università italiane, tra cui LUISS e UNINT.
Le tematiche di genere sono, ormai, divenute centrali nel dibattito nazionale e internazionale, ma c’è ancora molta strada da fare e tante difficoltà strutturali da superare che, a seguito della pandemia, sono diventate ancora più accentuate. L’Italia ha accumulato un ritardo preoccupante in questa corsa, con le imprese femminili che rappresentano solo il 22% del totale del tessuto produttivo nazionale. È per questo che, nel contesto attuale, SACE, che da oltre quarant’anni supporta le imprese italiane, ha abbracciato un’ulteriore missione, quella della valorizzazione e del riconoscimento del talento femminile in quanto leva strategica per il Paese, con particolare attenzione all’export.
L’impegno di SACE non si limita, però, alla valorizzazione delle donne nel mondo del lavoro. Si concretizza, infatti, anche nel rispetto di tutti i criteri ESG, aspirando a raggiungere una sostenibilità a 360°. Ad esempio, un’attenzione particolare della società è stata rivolta alla tematica della Diversity&Inclusion attraverso progetti volti sia alla tutela e al rispetto delle diversità, che all’inclusività degli spazi lavorativi, adattandoli alle nuove esigenze tra innovazione digitale e sostenibile.
2 di 20 - 04/6/2022 04:35
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020

Hacker russi, porti nel mirino di Killnet

Federlogistica: "I reiterati appelli rivolti al Mims non hanno trovato ascolto. Adsp costrette a navigare a vista"

3 di 20 - 04/6/2022 04:36
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020
(Telebarbagianni@gmail.org) - I porti italiani sono nel mirino degli hacker. Ieri l'offensiva rivendicata su Telegram da "Legion", costola del gruppo di attivisti filorussi Killnet, ha colpito i siti web dei porti di Trieste, Genova, Livorno, Cagliari, Gioia Tauro, Ravenna, Venezia, Messina, Taranto, Napoli, La Spezia, Salerno e Savona. Nella mattinata di oggi è, invece, finito sotto attacco il sito dell'Autorità portuale del Mar Ligure Occidentale.
4 di 20 - 04/6/2022 04:36
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020
Dai dati diffusi da Federlogistica-Conftrasporto emerge un incremento degli attacchi alle attività marittime, e in particolare ai porti, di oltre il 900% negli ultimi tre anni. I dati dell'IMO concordano con quelli recentissimi diffusi da Naval Dome, la società di security israeliana che ha fatto scattare il massimo alert sul rischio di attacchi hacker alle strutture portuali, con l'obiettivo di provocarne il collasso.
5 di 20 - 04/6/2022 04:37
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020
"Ma di fronte a questo pericolo reale e a un numero sempre più rilevante di Autorità di Sistema Portuale, fra cui quelle di Genova e Savona e quella di Venezia, nonché di alcuni terminal, bersaglio di offensive di hacker – denuncia Luigi Merlo, presidente di FederlogisticaConftrasporto – il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili continua a comportarsi come se nulla stesse accadendo e si dedica, in maniera monotematica, al tema legittimo e certo importante della sostenibilità".
6 di 20 - 04/6/2022 04:37
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020
Il Governo – sottolinea l'associazione – si è mosso con decisione istituendo un'Agenzia ad hoc per affrontare questi pericoli e la Polizia Postale sta combattendo in prima linea e in modo encomiabile la battaglia per proteggere un Paese che dovrebbe essere invece in grado di gestire strutturalmente la sfida della cyber security: per contro, i reiterati appelli rivolti al Mims non hanno trovato ascolto. "Mentre i principali porti europei – afferma Merlo – sono stati inseriti dai rispettivi governi nella direttiva NIS (Network and Information Security) il nostro dicastero competente non si muove e le Autorità di Sistema Portuale, che avrebbero immediatamente bisogno di disporre di un Cyber Manager, sono costrette a navigare a vista. Reagiamo a un'offensiva proiettata verso il futuro con mezzi e tecnologia avanzati – conclude Merlo – con tempi, volontà e metodologie ottocentesche, dimenticando una volta di più che la sfida della competitività, nei porti come nell'intero Paese, si gioca e si vince non solo sulle infrastrutture materiali, ma anche e, forse, specialmente sulla digitalizzazione".
7 di 20 - 04/6/2022 04:38
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020

Grafico analisi tecnica di Soluzione Tasse

8 di 20 - 04/6/2022 04:39
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020

Chiusura del 3 giugno

Piccolo spunto rialzista per Soluzione Tasse, che allunga il passo mettendo a segno un rialzo dello 0,25%. L'esordio è stato stabile rispetto alla conclusione del giorno precedente, seguito da un progressivo miglioramento nel corso della riunione. Se si analizza l'andamento del titolo con il FTSE MIB su base settimanale, si scopre che il titolo mostra un perfetto allineamento rispetto all'indice di riferimento, in termini di forza relativa.

Analisi di Status e trend
Lo scenario di breve periodo di Soluzione Tasse evidenzia un declino dei corsi verso area 2,03 con prima area di resistenza vista a 2,055. Le attese sono per un ampliamento della fase negativa verso il supporto visto a 2,02.
Analisi del rischio

Mani forti non stanno operando su Soluzione Tasse visto che i volumi giornalieri pari a 4.619 risultano essere inferiori alla media mobile dei volumi ad un mese fissata a 32.268. Il rischio d'investimento risulta piuttosto contenuto alla luce del basso livello della volatilità intraday pari a 2,274, che sta ad indicare un trend alquanto stabile del titolo. Si delinea uno scenario particolarmente indicato per quegli investitori che desiderano ottenere dei profitti anche non troppo elevati, senza però incorrere in un elevato rischio di perdita.

9 di 20 - Modificato il 04/6/2022 07:28
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020
Notizie.it
Notizie.it

Guerra in Ucraina, Biden: “Kiev deciderà se cedere o no parte dei suoi territori per la pace con Mosca”

10 di 20 - 04/6/2022 07:30
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020

Guerra in Ucraina: il presidente americano Joe Babbeo Biden ha affermato che sarà Kiev a stabilire se vorrà cedere o meno dei territori per raggiungere la pace con Mosca e sono certo che li cederà.

Biden
© Fornito da Notizie.it - Babbeo Biden
11 di 20 - 04/6/2022 07:48
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020

Guerra in Ucraina, Biden: “Kiev deciderà se cedere o no parte dei suoi territori per la pace con Mosca”

In merio al conflitto russo-ucraino, il presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden, ha rilasciato alcune dichiarazioni durante la sua recente visita a Rehoboth, nel Delaware.

In occasione della visita, infatti, l’inquilino della Casa Bianca ha sottolineato che soltanto Kiev può stabilire se procedere alla cessione di parte dei suoi territori o rigettare l’ipotesi rispetto a un’eventuale pace con Mosca che segni la fine della guerra.

Nel dettaglio, il presidente Biden ha asserito: “Niente sull’Ucraina, senza l’Ucraina. È il loro territorio. Non dirò loro cosa devono fare e cosa non devono fare – e ha aggiunto –. A un certo punto, sembra che dovrà esserci un accordo fra Russia e Ucraina. Cosa comporterà, non sono in grado di dirlo”.
12 di 20 - 04/6/2022 07:49
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020

USA, ipotesi invio truppe forze speciali presso l’ambasciata americana di Kiev

Intanto, il Pentagono e il dipartimento di Stato americano stanno ipotizzando di inviare forze speciali per garantire la protezione dell’ambasciata statunitense a Kiev. L’ipotesi è stata riferita al Washington Post dal portavoce del dipartimento della Difesa John Kirby, confermando in questo modo quanto già anticipato dal Wall Street Journal.

In particolare, Kirby ha affermato: “Stiamo esaminando le condizioni di sicurezza della sede diplomatica in Ucraina ma non è stata presa nessuna decisione”.

13 di 20 - 04/6/2022 07:49
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020

La proposta, che non è ancora stata sottoposta al presidente Joe Biden, è stata commentata dal capo dello Stato maggiore congiunto, Mark Milley, durante una conferenza stampa con il capo del Pentagono Lloyd Austin. Milley ha spiegato: “Sono decisioni che deve prendere il presidente, ma ancora nessun piano è stato delineato né presentato al segretario della Difesa”.

In caso di invio di truppe delle forze speciali a Kiev, il gesto rappresenterebbe inevitabilmente un’escalation rispetto a quanto inizialmente garantito da Biden che, con lo scoppio della guerra, aveva promesso che nessun soldato americano si sarebbe recato in Ucraina.

14 di 20 - 04/6/2022 07:49
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020

Guerra in Ucraina, Putin: “Occidente vuole fare della Russia capro espiatorio in crisi alimentare globale”

Nella giornata di venerdì 3 giugno, il presidente russo Vladimir Putin ha rilasciato un’intervista televisiva durante la quale ha espresso alcune considerazioni rispetto alla guerra in Ucraina. Secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Ria Novosti, il leader del Cremlino ha asserito che l’Occidente sta tentando di “fare della Russia il capro espiatorio” della crisi alimentare globale. A questo proposito, inoltre, ha fermamente negato che Mosca stia assediando i porti ucraini, provocando il conseguente blocco delle esportazioni di grano.

15 di 20 - 04/6/2022 07:50
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020

Nel corso dell’intervista, inoltre, Putin ha precisato: “La situazione peggiorerà, perché gli inglesi e gli americani hanno imposto sanzioni sui nostri fertilizzanti”.

Infine, il presidente russo ha annunciato che la decisione della Russia di incrementare il suo export di grano fino a raggiungere l’esportazione di 50 milioni di tonnellate del bene alimentare.

16 di 20 - 04/6/2022 07:50
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020

Kiev, aperte 16 indagini penali per violenza sessuali di soldati russi contro i civili

Per quanto riguarda la guerra in Ucraina, intanto, la polizia ucraina ha riferito di aver aperto 16 indagini penali relative ad accuse di violenze sessuali commesse dai militari russi contro i civili.

La notizia, citata dal The Guardian, è stata resa nota dal viceministro degli Interni di Kiev, Kateryna Pavlichenko. A quanto si apprende, sono state presentate oltre 50 denunce di violenza sessuale compiute dalle truppe russe contr i civili ucraini.

Nello specifico, il viceministro degli Interni Pavlichenko ha spiegato: “Per quanto riguarda la violenza sessuale nei confronti della popolazione civile, questo è un argomento molto difficile. Un argomento di cui, di regola, le vittime non vogliono parlare, perché la paura e il dolore che hanno vissuto… vogliono dimenticare il prima possibile“.

17 di 20 - 04/6/2022 07:53
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020

Libia, motovedetta libica spara contro un peschereccio italiano: interviene la Marina Militare e sono botte da orbi

18 di 20 - 04/6/2022 08:01
Gianni Barba N° messaggi: 11927 - Iscritto da: 26/4/2020

BIT:STG - 04 Giu 2022 07:59

MANTENERE FINO AD OTTOBRE E POI VENDERE

19 di 20 - 06/6/2022 14:05
FrancoCecchino N° messaggi: 9006 - Iscritto da: 13/3/2020

Ricordatevi di pagare l' acconto IMU in scadenza il 16 giugno...sunglasses

20 Commenti
1
Titoli Discussi
BIT:STG 1.92 0.0%
Soluzione Tasse Spa
Soluzione Tasse Spa
Soluzione Tasse Spa
Indici Internazionali
Australia 0.1%
Brazil 0.1%
Canada 0.4%
France 0.5%
Germany 0.5%
Greece 0.6%
Holland 0.4%
Italy 1.0%
Portugal 0.0%
US (DowJones) 0.1%
US (NASDAQ) 0.2%
United Kingdom 0.4%
Rialzo (%)
BIT:Q00440 2.00 38.0%
BIT:I07897 870 22.9%
BIT:I07856 871 22.3%
BIT:I07857 895 22.0%
BIT:I07814 860 20.6%
BIT:F13748 20.00 19.5%
BIT:I08068 834 15.6%
BIT:I08106 876 14.2%
BIT:I06790 930 12.1%
BIT:GSP 4.01 11.4%
La tua Cronologia
BIT
BMPS
Monte Pasc..
BITI
FTSEMIB
FTSE Mib
BIT
UCG
Unicredit
NASDAQ
AAPL
Apple
FX
EURUSD
Euro vs Do..
Le azioni che visualizzerai appariranno in questo riquadro, così potrai facilmente tornare alle quotazioni di tuo interesse.

Registrati ora per creare la tua watchlist personalizzata in tempo reale streaming.

Accedi a ADVFN
Registrati ora

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V: D:20220819 01:46:50