Seduta senza particolari spunti per il listino milanese, con il Ftse Mib che ha chiuso debole (-0,78% a 23.083 punti), sottoperformando leggermente rispetto alle principali piazze europee.

Per quanto riguarda l'Eurozona, il sostegno della politica fiscale e monetaria "dovrá restare in vigore ben oltre la fine della pandemia", questo perchè "anche se la pandemia finisse presto, le sue conseguenze economiche non lo faranno", ha affermato in un discorso online il membro del board della Bce Fabio Panetta.

Panetta ha poi aggiunto che non dovranno "esitare ad aumentare il volume degli acquisti e a spendere l'intera dotazione PEPP o piú, se necessario. In questo modo, possiamo evitare un inasprimento delle condizioni di finanziamento che altrimenti porterebbe l'inflazione a rimanere al di sotto del nostro obiettivo piú a lungo".

Nel frattempo, Wall Street prosegue la seduta debolmente (Dow Jones -0,23%), dopo i guadagni della vigilia, con i mercati che stanno prendendo una pausa dopo un periodo di volatilitá sia nelle azioni sia nelle obbligazioni.

Da segnalare che, dopo l'Ue, anche l'amministrazione del presidente statunitense, Joe Biden, ha deciso di imporre sanzioni contro la Russia per le azioni contro il leader dell'opposizione russa, Alexei Navalny, che è stato arrestato dal Cremlino dopo essere sopravvissuto a un avvelenamento lo scorso anno. La Russia ha giá informato che risponderá "sicuramente" alle nuove sanzioni.

Sul fronte dei dati macro, il tasso di disoccupazione della Germania si è attestato al 6% a febbraio, invariato rispetto a gennaio, e in linea con le previsioni del consenso.

Le vendite al dettaglio delle catene nazionali Usa nella quarta settimana di febbraio poi sono scese dello 0,3% a livello mensile.

A piazza Affari, in rialzo i titoli del lusso: S.Ferragamo +1,13%, Moncler +0,73%, B.Cucinelli +0,64%, Tod'S +0,76%.

Contrastato il comparto oil e oil service, in attesa della riunione dell'Opec+ in agenda per giovedì: Tenaris +1,63%, Eni -0,72%, Saipem -2,64%.

Focus su Atlantia (-3,69%), sempre sul tema Aspi. Secondo MF, la societá avrebbe inviato una lettera dettagliata a Cdp con i motivi del rifiuto dell`offerta. La lettera conterrebbe inoltre alcune condizioni per riavviare la trattativa.

Tra le mid cap, in luce Esprinet (+2,11%), dopo i risultati 2020. Da segnalare Piaggio (-3,29%), su alcune prese di profitto dopo i recenti rialzi. Il gruppo ha chiuso il 2020 con ricavi netti consolidati pari a 1.313,7 mln euro, in contrazione del 13,6% a/a, mentre l'utile netto è stati pari a r 31,3 mln euro (46,7 mln euro al 31 dicembre 2019).

Infine, sull'Aim in rally Notorious P. (+4,14%), in scia alla notizia che la società ha concluso un accordo con un primario gruppo leader di mercato a livello mondiale nel settore broadcast per la cessione in licenza di un pacchetto di film current e library per lo sfruttamento pluriennale in modalitá Free TV per un valore complessivo di circa 2,3 mln di euro di competenza del 2021.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

March 02, 2021 11:50 ET (16:50 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Esprinet (BIT:PRT)
Storico
Da Apr 2022 a Mag 2022 Clicca qui per i Grafici di Esprinet
Grafico Azioni Esprinet (BIT:PRT)
Storico
Da Mag 2021 a Mag 2022 Clicca qui per i Grafici di Esprinet