Il listino milanese passa sotto la parità (Ftse Mib -0,22%) dopo l'apertura in calo di Wall Street, dove il Dow Jones cede lo 0,7%.

Sul sentiment del mercato prevale infatti una certa cautela in vista di una settimana intensa di decisioni delle banche centrali nelle principali economie mondiali: Federal Reserve, Banca Centrale Europea, Bank of England e Bank of Japan.

A piazza Affari salgono Recordati (+1,38%), Diasorin (+1,19%) e Amplifon (+0,98%).

Focus poi sul comparto oil e oil service: Tenaris -0,27%, Saipem -0,82%, Eni -1,33%. "L'impatto della variante Omicron del Covid-19 sui mercati petroliferi globali non sará così sismico come inizialmente temuto, perchè i Governi e le imprese sono ora piú pronti ad affrontare il coronavirus", ha affermato l'Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio.

Nel suo rapporto mensile, l'Opec ha lasciato invariate la domanda globale di petrolio e le previsioni per il 2021 e il 2022, rispettivamente a 5,7 e 4,2 milioni di barili al giorno. Tuttavia, il cartello ha affermato che parte della ripresa dei consumi prevista negli ultimi mesi di quest'anno si sposterá all'inizio del 2022, a causa dell'emergere della variante Omicron.

In calo poi le utility tra cui Hera (-2,11%), Enel (-1,15%), Snam (-0,82%), Italgas (-0,72%) e Terna (-0,47%).

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

December 13, 2021 10:14 ET (15:14 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Recordati (BIT:REC)
Storico
Da Apr 2022 a Mag 2022 Clicca qui per i Grafici di Recordati
Grafico Azioni Recordati (BIT:REC)
Storico
Da Mag 2021 a Mag 2022 Clicca qui per i Grafici di Recordati