Per Mps è un periodo di forti e rapidi cambiamenti negli assetti azionari. Dopo essere spuntato nel capitale con il 6,8%, nel giro di pochi giorni il fondo americano Allspring Global Investment ha tolto il disturbo, portando la partecipazione allo 0,06%. Lo segnala la Consob nelle ultime comunicazioni sulle partecipazioni rilevanti.

L'ex Wells Fargo asset management, scrive MF-Milano Finanza, è stato terzo azionista di Mps solo per brevissimo tempo, per l'esattezza dal 10 al 15 novembre, proprio mentre il titolo Montepaschi si portava sui massimi post aumento di capitale a quota 1,82 euro. Alla luce dei corsi di borsa, tra le due date il fondo avrebbe incassato una plusvalenza di circa 3 milioni di euro, ma non si può escludere che la costruzione della quota sia iniziata in precedenza.

Nel frattempo Consob ha annunciato anche la quota in mano al secondo azionista del Monte, la compagnia assicuratrice francese Axa, che come previsto si è attestata al 7,94%, dopo un investimento di 200 milioni nel corso dell'aumento di capitale. Se il primo azionista resta stabilmente il Tesoro, con in mano sempre il 64% del capitale, a una certa distanza da Axa si è posizionato il fronte delle fondazioni che nelle scorse settimane ha risposto alla chiamata del Tesoro, versando poco meno di un centinaio di milioni. Complessivamente questo blocco avrà circa il 3% della banca, una quota vicina a quella che sarà detenuta da Pimco.

L'asset manager americano è intervenuto nell'aumento di capitale soprattutto a tutela del pacchetto di obbligazioni subordinate acquistato negli anni scorsi e messo a rischio da un eventuale burden sharing. La Algebris di Davide Serra e Ion Group di Andrea Pignataro hanno entrambe il 2% a fronte dei 100 milioni versati complessivamente. I soci che si posizioneranno sotto questa soglia non avranno obbligo di comunicazione a Consob, anche se i loro investimenti sono stati significativi. Le casse di previdenza per esempio (Enpam e Inarcassa) hanno in pugno circa l'1,2% a fronte della trentina di milioni versati. Anima invece possiede l'1%.

Un primo test importante per questa nuova compagine azionaria sarà la nomina del nuovo consiglio di amministrazione della banca senese previsto per la primavera prossima. In quell'occasione il Tesoro esprimerà la maggioranza del board, ma non è escluso che uno o più gruppi di soci privati chiedano una propria rappresentanza.

Nel frattempo la trimestrale della banca segnala un'evoluzione della controversia che riguarda la maxi cartolarizzazione Valentine da 25 miliardi, realizzata a fine 2017 con Atlante2 (oggi facente capo al gruppo Dea Capital). Al centro della vertenza ci sono le garanzie che in quell'occasione Siena offrì ai compratori dei crediti deteriorati e che negli anni scorsi hanno dato luogo a richieste di indennizzo: "Permane un'alea su tale operazione in quanto vi è una notevole divergenza tra le pretese della controparte e i risultati dell'analisi di fondatezza condotta dal gruppo", si legge nella trimestrale.

red

fine

MF-DJ NEWS

2308:50 nov 2022

 

(END) Dow Jones Newswires

November 23, 2022 02:51 ET (07:51 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Axa (EU:CS)
Storico
Da Gen 2023 a Feb 2023 Clicca qui per i Grafici di Axa
Grafico Azioni Axa (EU:CS)
Storico
Da Feb 2022 a Feb 2023 Clicca qui per i Grafici di Axa