Lavori in corso in Edizione Holding, la cassaforte della famiglia Benetton che custodisce le partecipazioni di Atlantia, Autogrill, Cellnex, Generali e Mediobanca. A fine luglio, i Benetton avevano rinnovato il consiglio, prorogando l'incarico dell'amministratore delegato Gianni Mion, storico manager di fiducia della famiglia, con l'idea di trovare un nuovo ad per l'inizio dell'autunno.

La ricerca, scrive Repubblica, è andata avanti in questi mesi e dopo aver sondato diversi profili un manager su tutti sarebbe emergendo dalle selezione. Si tratta di Diego De Giorgi, ex capo dell'attività di investment banking di Bank of America Merrill Lynch, membro del cda di Unicredit e manager che in Goldman Sachs ha lavorato a fianco di Claudio Costamagna, a sua volta uno dei banchieri di riferimento della famiglia Benetton.

Stando a diverse fonti finanziarie, De Giorgi avrebbe avuto già diversi incontri con la famiglia Benetton, ma non avrebbe ancora preso nessun impegno scritto. Cinquant'anni, nato a Trieste, bocconiamo con un master in finanza a Londra, ha maturato una lunga esperienza professionale tutta

all'estero tra Londra e New York, De Giorgi ha lavorato su tante fusioni e acquisizioni e gestito portafogli simili, se non più ampi di quello della dinastia veneta. Infine, venendo da una lunga esperienza all'estero, potrebbe essere il manager giusto per ricucire lo strappo con il governo che si è creato dopo il crollo del Ponte Morandi.

Per lo stesso motivo, tra la rosa dei candidati che sono stati vagliati dai Benetton nei mesi scorsi c'è anche Luigi Ferraris, manager con una lunga carriera in aziende partecipate dallo Stato come direttore finanziario di Enel, ad di Terna prima e recentemente di Rfi. Ferraris, che ha 8 anni più di di De Giorgi, è un manager molto stimato dalla Cdp con cui ha lavorato fianco a fianco in Terna.

A inizio dell'estate era stato sondato anche Angelos Papadimitriou, che per anni ha gestito con successo un'altra attività familiare, quella del packaging dei Seragnoli. Ma nel frattempo Papadimitriou ha ricevuto una proposta per fare il co-ad di Pirelli, ed è uscito dalla rosa di Edizione.

Per i Benetton sarebbe importante dare un segnale di discontinuità in Edizione, come fatto un anno fa in Atlantia con l'uscita di Giovanni Castellucci: una mossa che potrebbe aiutare nella trattativa tra il loro gruppo e le istituzioni, in un momento in cui i rapporti sembrano arrivati ai minimi termini. Oltre a scegliere il manager che dovrà disegnare ln futuro della holding che ha un patrimonio di 13,3 miliardi e dà lavoro a quasi 100 mila persone, di cui 30 mila in Italia.

vs

 

(END) Dow Jones Newswires

October 02, 2020 02:33 ET (06:33 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Terna (BIT:TRN)
Storico
Da Ott 2020 a Nov 2020 Clicca qui per i Grafici di Terna
Grafico Azioni Terna (BIT:TRN)
Storico
Da Nov 2019 a Nov 2020 Clicca qui per i Grafici di Terna