Il listino milanese prosegue la seduta sopra la parità (Ftse Mib +0,47%) con l'attenzione degli investitori che resta sulle trimestrali statunitensi.

Sul fronte dei dati macro l'indice Ifo tedesco si è attestato a 97,7 punti nella lettura di ottobre, in calo rispetto ai 98,8 di settembre e marginalmente sotto il consenso, posto a 97,8 punti.

A piazza Affari brilla Exor (+4,58%) in scia alle indiscrezioni di stampa secondo cui il gruppo e Covea avrebbero riavviato le trattative per la cessione di PartnerRe.

In rialzo Banco Bpm (+3,05%), Bper (+1,17%), Intesa Sanpaolo (+0,84%), Mediobanca (+1,02%), B.P.Sondrio (+1,79%). Focus sempre su Unicredit (-1,3%) e B.Mps (-2,89%) dopo che Unicredit e il Ministero dell'Economia e delle Finanze hanno reso nota l'interruzione dei negoziati relativi alla potenziale acquisizione di un perimetro definito di Mps.

Bene il comparto oil e oil service con Saipem che sale dell'1,35%, Eni dell'1,14% e Tenaris dello 0,81%.

Denaro anche sui titoli del risparmio gestito tra cui B.generali (+1,78%), Finecobank (+1,2%), Azimut H. (+0,4%) e Anima H. (+0,45%).

Sul segmento Italia Growth poi da notare Ala che sale del 5,26% a 11 eyro dopo che Intesa Sanpaolo ha alzato il prezzo obiettivo del titolo da

14,5 a 14,7 euro, confermando il rating buy.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

October 25, 2021 05:16 ET (09:16 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Saipem (BIT:SPM)
Storico
Da Ott 2021 a Nov 2021 Clicca qui per i Grafici di Saipem
Grafico Azioni Saipem (BIT:SPM)
Storico
Da Nov 2020 a Nov 2021 Clicca qui per i Grafici di Saipem