Il listino milanese prosegue la seduta sopra la parità (Ftse Mib +0,46%), sovraperformando rispetto alle principali piazze europee, con gli investitori che restano in attesa del Piano infrastrutturale Usa, che verrá annunciato dal Presidente Joe Biden.

Sul fronte dei dati macro, l'indice dei prezzi al consumo nell'area euro a marzo, secondo la lettura preliminare, è salito dell'1,3% su base annua, marginalmente piú del +1,2% a/a stimato dal consenso. Il dato è in accelerazione rispetto al +0,9% di febbraio.

A piazza Affari in rialzo B.Unicem (+2,67%), Ferrari (+2,23%), Cnh I. (+1,23%), Prysmian (+1,10%), Stellantis (+0,73%) e Leonardo Spa (+0,71%). Da segnalare poi Pirelli (-0,08%), in attesa della presentazione del piano industriale 2021-2025, prevista per oggi pomeriggio.

Debole il settore bancario: Bper -1,24%, Banco Bpm -0,8%, Unicredit -0,5%, Intesa Sanpaolo -0,11%, Mediobanca -0,08%.

Tra le mid cap in rosso Saras (-7,06%), con il titolo che paga l'outlook debole. Kepler Cheuvreux ha ridotto la raccomandazione sul titolo da hold a reduce, con prezzo obiettivo che scende da 0,54 a 0,48 euro.

Sull'Aim brilla Esi (+4,5% a 3,48 euro), su cui Integrae Sim ha alzato il target price a 7,5 euro da 7 euro, confermando a buy il rating

dopo la pubblicazione dei conti.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

March 31, 2021 05:09 ET (09:09 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.