Chiusura in leggero rialzo per Piazza Affari con il Ftse Mib che a fine giornata sale dello 0,3%.

Sul fronte dei dati macro, l'inflazione dell'Eurozona si è moderata meno del previsto a febbraio nonostante il rapido calo dei prezzi dell'energia. Nel dettaglio, i prezzi al consumo sono aumentati dell'8,5% a livello annuale nel mese scorso, con un leggero rallentamento rispetto all'incremento dell'8,6% di gennaio, secondo i dati preliminari dell'agenzia statistica dell'Unione Europea Eurostat. La lettura è superiore al consenso degli economisti, ferma all'8,1%.

In Italia, invece, a febbraio, secondo le stime preliminari, si consolida la fase di rapido rallentamento dell'inflazione scesa a +9,2%. Lo rileva l'Istat spiegando che la flessione è frutto dell'attenuazione delle tensioni sui prezzi dei beni energetici, sia della componente regolamentata sia di quella non regolamentata. L'inflazione al lordo dei tabacchi registra un aumento dello 0,3% su base mensile.

Negli Usa invece le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione(dato destagionalizzato) sono scese di 2.000 unitá a quota 190.000 (195.000 unitá il consenso degli economisti intervistati dal Wall Street Journal).

A Piazza Affari male Stm (-3,24%) dopo che Tesla ha indicato che, grazie a miglioramenti nel design del powertrain, ritiene di essere in grado di ridurre in futuro il consumo di carburo di silicio (SiC) per veicolo. Stm, da parte sua, ha confermato le indicazioni sul business SiC fornite finora (per il 2023 e oltre), ma il mercato guarda giá all'impatto della notizia sul lungo periodo.

Denaro invece su Campari (+3,68%), Tenaris (+2,71%) ed Erg (+1,58%), mentre hanno perso terreno, tra le banche, Banco Bpm (-1,38%) e Unicredit (-1,25%).

In progresso Maire T. (+1,67%) nel giorno del Capital Markets

Day del gruppo. "Puntiamo a raddoppiare il fatturato entro il 2032, con

un tasso annuo dell'8%-10%. Questa crescita porterá a un significativo

aumento dell'Ebitda che dovrebbe crescere di tre-quattro volte entro il

2032. La crescita sará basata anche su un programma di investimenti volto

ad ampliare la nostra posizione di leadership: ci aspettiamo piú di un

miliardo di euro come Capex nei due business. Il nostro piano Capex non

impatterá sulla soliditá finanziaria e la liquiditá del gruppo. La

liquiditá netta raddoppierá rispetto al 2027 e crescerá di 10 volte

entro il 2032", ha detto Alessandro Bernini, ad di Maire.

Positiva anche Amplifon (+4,09%), su cui Banca Akros ha alzato il prezzo obiettivo a 28,7 euro dopo i conti 2022, confermando la raccomandazione neutral. Effetto conti, ma di segno opposto, anche per Ariston (+7,14%) e Brembo (-2,6%).

fus

 

(END) Dow Jones Newswires

March 02, 2023 11:45 ET (16:45 GMT)

Copyright (c) 2023 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Amplifon (BIT:AMP)
Storico
Da Mag 2023 a Giu 2023 Clicca qui per i Grafici di Amplifon
Grafico Azioni Amplifon (BIT:AMP)
Storico
Da Giu 2022 a Giu 2023 Clicca qui per i Grafici di Amplifon