Una giornata sull'ottovolante per Saipem quella di ieri, data ultima per negoziazione dei diritti d'opzione legati all'aumento di capitale da 2 miliardi di euro. Il titolo è passato in una manciata di ore da un guadagno di oltre il 6% a un calo del 3,77% a 2,48 euro.

Pesa, a sentire quello che registrano le sale operative, la consapevolezza che l'aumento di capitale stia allontanando tanti piccoli azionisti, disorientati davanti a un'operazione che si discosta dalla consuetudine e che in molti hanno faticato a comprendere. Si stima, infatti, che solo un piccolo azionista su due aderirà all'aumento.

A testimoniare il nervosismo e la confusione del retail contribuiscono anche telefonate, mail e messaggi sui canali social arrivati a MF-Milano Finanza, che lamentano persino lunghe attese e spiegazioni confuse da parte dei call center bancari, addirittura sul valore post-accorpamento delle azioni e sul calendario dell'aumento. Non mancano osservazioni anche sul fatto che Saipem avrebbe potuto riconoscere un incentivo ai piccoli azionisti più fedeli, dopo i profit warning e le perdite accusate dal gruppo e dal titolo, al di là dello sconto di circa il 30% riconosciuto sul Terp, il prezzo teorico ex diritto. La volatilità dei mercati ha avuto a sua volta un ruolo nello scoraggiare alcuni degli shareholder. C'è anche, sempre in base alle testimonianze raccolte da MF-Milano Finanza, chi ha pensato addirittura fosse meglio dividere il rischio, esercitando metà dei diritti e vendendo i restanti.

red/lab

MF-DJ NEWS

0608:20 lug 2022

 

(END) Dow Jones Newswires

July 06, 2022 02:21 ET (06:21 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Saipem (BIT:SPM)
Storico
Da Lug 2022 a Ago 2022 Clicca qui per i Grafici di Saipem
Grafico Azioni Saipem (BIT:SPM)
Storico
Da Ago 2021 a Ago 2022 Clicca qui per i Grafici di Saipem