La spesa dei consumatori cinesi sta crollando sotto il duplice peso dell'aumento dei prezzi degli immobili e dell'epidemia di Coronavirus, lanciando un avvertimento alle aziende globali che avevano riposto le loro speranze in una clientela cinese più disposta a spendere.

Le vendite al dettaglio sono calate inaspettatamente lo scorso mese e si prevede che resteranno sotto pressione mentre le autorità cinesi intensificano le misure per contenere l'ultima epidemia di Covid, che si sta diffondendo rapidamente, e il mercato immobiliare continua la sua discesa.

Il gigante del commercio online Alibaba Group ha sorpreso i mercati registrando la scorsa settimana una perdita netta, pochi giorni dopo aver deciso di non divulgare le cifre di vendita per l'evento annuale del Singles Day dell'11 novembre.

Le attività in Cina del conglomerato francese del lusso Lvmh sono rimaste praticamente ferme nell'ultimo trimestre, sebbene la società abbia registrato un aumento del 19% delle vendite globali. "Il mercato cinese non sta funzionando o comunque non lavora in modo normale", ha affermato il mese scorso agli investitori il direttore finanziario di Lvmh, Jean-Jacques Guiony. "Ci sono ancora interruzioni, sia in termini di persone isolate sia di negozi chiusi".

La Cina non è attualmente un luogo facile per le aziende occidentali, ma ha sempre attratto gli investitori la pena grazie alle dimensioni del mercato e alle potenziali prospettive di crescita. Per un momento, la pandemia ha quasi messo in risalto l'attrattiva della Cina. All'epoca, la ripresa relativamente rapida della Cina nella prima ondata l'aveva resa l'unica grande economia mondiale a crescere nel 2020, offrendo un'ancora di salvezza a molte aziende occidentali.

Invece, la prolungata contrazione della spesa al dettaglio indotta dall'epidemia sembra destinata a prolungarsi per un quarto anno, poiché il Paese continua a essere colpito da ondate su ondate di nuovi casi, in particolare dopo l'arrivo della variante Omicron, altamente trasmissibile, e la continua insistenza di Pechino nel voler eliminare anche i piccoli focolai.

Nel frattempo, il crollo del mercato immobiliare, principale deposito di ricchezza per molte famiglie cinesi e che, secondo alcune stime, contribuisce a circa un quarto della crescita complessiva del Paese, non mostra segni immediati di attenuazione, con il calo dei prezzi delle case, durato mesi, che ha accelerato in ottobre.

Sebbene all'inizio del mese Pechino abbia presentato nuove misure di allentamento per attenuare il peso delle politiche, in entrambi i casi le autorità hanno riaffermato i principi fondamentali alla base dei loro approcci rigorosi al controllo dei prezzi degli immobili e della pandemia. "Si tratta di questioni difficili che richiederanno un po' di tempo per essere risolte", afferma Duncan Wrigley, capo economista per la Cina di Pantheon Macroeconomics.

Le politiche potrebbero spingere le aziende a rivalutare le prospettive del Paese, mentre gli economisti abbassano costantemente le previsioni di crescita della Cina per il resto del decennio. L'economia del Paese si è espansa solo del 3% nei primi tre trimestri dell'anno, attestandosi su un livello molto inferiore all'obiettivo ufficiale del governo per l'intero anno, pari a circa il 5,5%.

Secondo gli economisti, la crescita delle vendite al dettaglio quest'anno dovrebbe essere di appena l'1%. Le vendite al dettaglio sono cresciute a un tasso annuo di circa il 4% nel 2020 e nel 2021, dopo un aumento medio annuo di circa il 7% o l'8% nei cinque anni precedenti il 2019.

ann

anna.dirocco@mfdowjones.it

 

(END) Dow Jones Newswires

November 21, 2022 08:18 ET (13:18 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Lvmh Moet Hennessy Vuitton (EU:MC)
Storico
Da Dic 2022 a Gen 2023 Clicca qui per i Grafici di Lvmh Moet Hennessy Vuitton
Grafico Azioni Lvmh Moet Hennessy Vuitton (EU:MC)
Storico
Da Gen 2022 a Gen 2023 Clicca qui per i Grafici di Lvmh Moet Hennessy Vuitton