Forti guadagni per l'azionario europeo nella prima seduta della settimana, in scia alle importanti novitá nella lotta al coronavirus. In particolare, il Ftse Mib è salito dell'1,98% a 21.317 punti, in linea con le principali piazze europee.

Moderna ha infatti comunicato che, in base ai dati preliminari delle sue sperimentazioni, il suo candidato vaccino per il coronavirus ha mostrato un indice di efficacia del 94,5%, diventando così il secondo vaccino per il Covid-19 a raggiungere un traguardo importante dopo quello di Pfizer.

Nel frattempo Wall Street tratta in rialzo (Dow Jones +1,55%), sostenuta proprio dall'ottimismo circa il vaccino contro il coronavirus.

Buone notizie inoltre sul fronte dei dati macro dal Giappone e dalla Cina.

L'economia giapponese, infatti, si e' espansa al suo ritmo piú veloce da almeno 40 anni nel periodo luglio-settembre, mentre i consumi privati e le esportazioni sono migliorati con la riapertura dell'economia globale: la terza economia mondiale dopo Stati Uniti e Cina è cresciuta del 5% t/t nel terzo trimestre del 2020, la prima crescita in quattro trimestri e la piú grande espansione dal 1980, periodo per il quale sono disponibili dati comparabili.

Quanto alla Cina, invece, la produzione industriale a ottobre è aumentata del 6,9% a/a, alla pari con il ritmo di settembre e superiore alle aspettative del mercato per un aumento del 6,5%.

A piazza Affari, ha brillato Leonardo Spa (+7,79%), dopo che il Dipartimento della Difesa Usa, nell'ambito del programma per la realizzazione del nuovo sistema di addestramento avanzato per la U.S. Navy di cui è responsabile AgustaWestland Philadelphia Corp., ha esercitato opzioni per ulteriori 36 elicotteri TH-73A per un valore di 171 mln usd.

In evidenza il comparto oil e oil service, con il prezzo del petrolio in deciso rialzo, in scia alla notizia di Moderna: Tenaris +7,75%, Saipem +4,7%, Eni +4,02%.

Forti guadagni per le banche: Bper +6,5%, Unicredit +2,26%, Mediobanca +2,69%, Banco Bpm +1,51%, Intesa Sanpaolo +1,22%, B.P.Sondrio +4,85%, B.Mps +3,46%. A spingere il settore la notizia che Pnc Financial Services acquisterá la divisione statunitense dell'istituto di credito spagnolo Banco Bilbao Vizcaya Argentaria, in quella che rappresenterá una delle maggiori fusioni bancarie dai tempi della crisi finanziaria.

Bene Tim (+2,82%), che con Atos, leader mondiale nella trasformazione digitale, ha siglato un accordo strategico per lo sviluppo di una piattaforma digitale per il Cloud di Tim per la fornitura di soluzioni innovative e la gestione in sicurezza e localizzata in Italia dei dati pubblici e privati.

In rialzo anche Atlantia (+2,19%). In territorio positivo anche Poste I. (+1,29%), che ha sottoscritto un accordo preliminare con la societá olandese PostNL European Mail Holdings B.V. e la societá tedesca Mutares Holding - 32 GmbH, per l'acquisto da parte di Poste Italiane dell'intero capitale sociale di Nexive Group.

Tra le mid cap, in rally Fila (+10,86% a 8,68 euro), dopo che sia Banca Akros, sia Equita Sim hanno promosso l'azione a buy in seguito alla trimestrale, con un prezzo obiettivo a 10,4 euro (da 10,2 la prima, +4% la seconda). In luce anche Technogym (+16,66%), Autogrill (+10,78%) e Maire T. (+8,59%).

Sull'Aim, denaro su Mondo Tv France (+1,99%), che ha stipulato insieme con il partner tedesco Toon2Tango un accordo di coproduzione con ZDF Enterprises GmbH, societá appartenente al gruppo della principale emittente nazionale tedesca ZDF.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

November 16, 2020 11:52 ET (16:52 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.