L'azionario europeo prosegue la seduta sopra la parità (Milano +0,74%, Parigi +0,45%, Francoforte +0,38%), in attesa dell'apertura di Wall Street i cui future indicano un avvio in leggero rialzo, con gli investitori che stanno cercando segnali di una prosecuzione della ripresa dell'economia nonostante un numero elevato di casi di Covid-19 e le nuove varianti virus contro le quali le vaccinazioni esistenti potrebbero essere meno efficaci.

Sul fronte dei dati macro, le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti (dato destagionalizzato) sono scese di 33.000 unitá a quota 779.000. Il consenso raccolto dal Wall Street Journal si attendeva un dato a quota 830.000 unitá.

Negli Stati Uniti, secondo la lettura preliminare del 4* trimestre, il costo del lavoro è aumentato del 6,8% annualizzato, rispetto al +3,4% atteso dal consenso degli economisti.

La produttivitá nei settori non agricoli, sempre nel 4* trimestre, secondo la lettura preliminare è scesa del 4,8% annualizzato, rispetto al -1,8% atteso dal consenso.

Occhi sempre puntati poi sul fronte politico italiano. Le consultazioni con le forze politiche da parte del presidente del Consiglio incaricato, Mario Draghi, prenderanno il via alle 15h30 e si concluderanno sabato mattina.

A piazza Affari, in rialzo i titoli del risparmio gestito: Finecobank +4,63%, Anima H. +2,47%, B.Generali +1,10%. Da notare Azimut H. (+2,93%), che ha registrato nel mese di gennaio una raccolta netta positiva per 676 milioni euro.

Proseguono anche i guadagni per Pirelli (+5,22%), Cnh I. (+2,51%) e Prysmian (+1,32%). Tra le banche, bene Bper (+1,84%), in scia ai giudizi positivi degli analisti dopo i risultati del quarto trimestre 2020.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

February 04, 2021 09:12 ET (14:12 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.